Turchia – Italia, le parole di Bonucci alla vigilia del match

40

muro italia logo

“In una partita secca il risultato può cambiare le visioni, ma chi vive tutti i giorni ha solo voglia di proseguire questo percorso”

KONYA –  Alla vigilia di Turchia – Italia, il capitano della Nazionale Leonardo Bonucci é intervenuto in conferenza stampa accanto a Mancini. Il difensore, assente contro la Macedonia per i postumi di un infortunio, ha detto che da parte sua “c’è la voglia di continuare per essere da esempio e guida per i tanti giovani che vestono questa maglia. Le 48 ore dopo l’eliminazione sono state molto dure, in questo gruppo che ha sempre vissuto di entusiasmo ci siamo ritrovati in silenzio. Abbiamo poi provato a sdrammatizzare con i giovani, dicendo loro che avrebbero avuto altre occasioni per andare al Mondiale, mentre per noi era l’ultima possibilità in questo senso. Poi il mister ha messo un punto sul passato e ci siamo ricollegati sul presente e sul futuro. Ci sono le basi per fare una grande risalita”.

Bonucci auspica che Mancini resti al comando del gruppo: “Ciò che ci ha dato il mister in questi tre anni è qualcosa di unico, si è creata un’empatia che raramente si è vista dentro Coverciano. Per noi continuare con il mister è solo la logica conseguenza: le sue idee, il suo valore umano non si discutono. Poi in una partita secca il risultato può cambiare le visioni, ma chi vive tutti i giorni ha solo voglia di proseguire questo percorso”. Il difensore della Juventus è poi tornato sulle critiche ricevute dagli Azzurri per le condizioni in cui è stato lasciato lo spogliatoio del ‘Barbera’: “Chiediamo scusa per l’errore fatto, in futuro faremo più attenzione. Il momento era di delusione e non abbiamo posto attenzione a questi piccoli particolari, che però fanno la differenza”.