Uno vs Uno: Andujar vs Frey

IL DOVE: IL MATCH – Una partita da non perdere per gli ospiti: la Firenze viola spera che quella con il Bari sia stata la vittoria scaccia crisi, ma il banco del Massimino è tutt’altro che agevole per trovare conferme e continuità. Una partita da vincere per i padroni di casa: ad aspettare l’undici di Sinisa Mihajlovic ci sarà, infatti, un Catania da due punti in quattro partite, niente affatto in flessione ma solo assetato di riscatto. Le vittorie lontano dalle mura amiche stentano ad arrivare, e allora il fortino rossazzurro deve, volente o nolente, tornare teatro di successi da tre punti, perché con la classifica corta di questo strano avvio si fa presto a scendere in posizioni poco lusinghiere. Vuoi per il ruolo delicato, vuoi per le ottime qualità che vanta, a distinguersi in entrambe le formazioni è l’estremo difensore: Andujar da una parte e Frey dall’altra, non di rado risultano decisivi “segnando” a modo loro la gara.

IL CHI: IL PASSATO – Pescato in Francia nel ’98 dall’Inter, che lo porta in Italia e lo lancia da subito ma che poi non lo aspetta, Frey conquista grande considerazione nei quattro anni al Parma. Grande considerazione che non è mai andata oltre le Alpi, giacché a dispetto di ottime prestazioni in Seria A non si è mai guadagnato la fiducia di Domenech.

Andujar arriva giovanissimo in Italia nel 2005, buone potenzialità ma è ancora acerbo. E allora torna “a casa”, vince Apertura 2006 e Libertadores per poi tornare proprio in Sicilia a riprendersi la Seria A. Con la maglia albiceleste esordio e convocazione per la spedizione mondiale Sudafrica 2010.

IL PERCHE’: I VOTI

Riflessi: Andujar 8,5; Frey 8

Uscite: Andujar 6,5; Frey 6,5

Senso della posizione: Andujar 7; Frey 7,5

Parate d’istinto: Andujar 7,5; Frey 8,5

Uno contro uno: Andujar 7; Frey 8

Totale: Andujar 36,5; Frey 38,5