Verso la Tim Cup come il Mondiale: Leonardo recupera tutti in extremis

Anche quest’anno, come l’anno scorso, la stagione dell’Inter si chiuderà con una finale. Certo, la Champions League è tutt’altra cosa, però questa Tim Cup non va affatto snobbata, al di là di cosa dice chi non c’è arrivato.

L’Inter sa dell’importanza di terminare l’annata con un ulteriore trofeo in bacheca, dopo la Supercoppa d’agosto e il Mondiale di dicembre. Finire vincendo aiuta a ripartire facendo altrettanto, e le scelte tecniche dell’ultimo periodo vanno tutte in questa direzione.

Leonardo ha centellinato e gestito ogni goccia di sudore dei suoi per arrivare nelle condizioni migliori all’ultimo atto stagionale. Si sta cercando di superare anche il solito intoppo, in questo caso da verificare alla solita, noiosa voce ‘infortunio’.
Fermi ai box Dejan Stankovic, Wesley Sneijder, Lucio e Julio Cesar. E allora facciamo un po’ di chiarezza poiché, proprio come accadde a Rafa Benitez per il Mondiale per club, anche Leo potrebbe recuperare tutti proprio in extremis.

Julio Cesar – Il portiere non preoccupa. Anche oggi JC si è allenato a parte e dovrebbe saltare la sfida di domenica col Catania, ma la sua presenza contro il Palermo non è affatto in dubbio. Il mal di schiena è tenuto sotto controllo e per la finale di Coppa Italia sarà regolarmente tra i pali. Domenica spazio a Castellazzi, ma poi il portierone brasiliano, confermato da Piero Ausilio anche per il prossimo anno, ritorverà i galloni da titolare.

Lucio – Il brasiliano è un guerriero e pure il suo stop momentaneo è da addebitare solo alla precauzione. Ha già saltato la trasferta di Napoli e, probabilmente, non sarà titolare neppure contro la squadra del ‘Cholo’ Simeone. Per lui, contro gli etnei, si prospetta la panchina, prima del gran finale dell’Olimpico.

Stankovic – Il serbo, fermo dal match con la Lazio per uno stiramento, è ormai pienamente recuperato. La scorza del numero 5 nerazzurro è di quelle indistruttibili e per nessun motivo al mondo si lascerà togliere lo sfizio di giocare un’altra finale. In realtà, il suo infortunio è superato da tempo, ma Leonardo l’ha preservato proprio per la sfida col Palermo. Col Catania, magari, metterà nelle gambe qualche minuto per non arrivare all’Olimpico senza ritmo-partita.

Sneijder – L’olandese è quello che preoccupa maggiormente. Anche lui, come Stankovic, manca dalla partita con la Lazio, quando un problema al bacino lo costrinse a correre male, causando lo stiramento al polpaccio destro. Anche oggi, Wesley ha lavorato con cautela, ma in questo biennio l’olandese ci ha stupito con recuperi mirabolanti e vederlo calcare il terreno dell’Olimpico il prossimo 29 maggio non è un miraggio. Leo e lo staff nerazzurro hanno indirizzato il lavoro di recupero personalizzato proprio in vista del match col Palermo e, molto probabilmente, anche il numero 10 sarà in campo per quella data.

[Alessandro Cavasinni – Fonte: www.fcinternews.it]