Vi presento Boateng. Affare Adebayor e consigli per gli acquisti

Che sfortuna! L’infortunio di Stevan Jovetic scompagina i piani della Fiorentina sul mercato e priva il campionato italiano di uno dei suoi protagonisti annunciati. Sono convinto che questo sarebbe stato l’anno della sua consacrazione, nessun dubbio. In questo senso, però, ho grande fiducia nelle immense capacità di Pantaleo Corvino. Il ds viola si sta rivolgendo con attenzione al mercato dell’est, credo che anche in questa occasione finirà per setacciare quelle zone. Dal canto mio, mi permetto di consigliare il beninese Sessegnon del Psg. Si tratta di un talento strepitoso che potrebbe ricoprire alla grande il ruolo che Mihajlovic aveva ritagliato a Jovetic nel suo 4-3-3.

Un altro nome, low cost, potrebbe essere quello di Lomana Lua-Lua: con un milione lo si porta a casa dall’Omonia Nicosia, e sono convinto ne valga la pena.

Tegola Werder per la Samp. I blucerchiati hanno pescato un’avversaria molto insidiosa per il passaggio in Champions League, e se posso dare un consiglio a Gasparin, dico di tenere d’occhio la situazione del portiere. Ribadisco il nome di Timo Hildebrand, svincolato ed eccezionale estremo difensore teutonico. Ha un’esperienza e una capacità indispensabili per poter ben figurare in una competizione così complicata.

Mi fa immensamente piacere, poi, che il mercato si sia finalmente accorto di Kevin Prince Boateng. Il ghanese è un centrocampista totale: abbina quantità a qualità, corsa a tecnica, intelligenza ad inserimenti. Credo sia l’ideale per dare nuova linfa allo spento centrocampo del Milan, qualora l’operazione congiunta con il Genoa andasse in porto sarebbe un vero colpaccio per i rossoneri.

Saltando il Naviglio, è impossibile non soffermarsi su Mario Balotelli. Le trattative date per concluse troppo in fretta non mi hanno mai convinto, ed in effetti sta andando proprio così. Non mi sento nemmeno di colpevolizzare Raiola per le sue richieste: è giusto che si provi a spuntare il più possibile dal futuro ingaggio del City.

Per quanto riguarda il sostituto di Mario, sono favorevole a concedere una possibilità a Giuseppe Sculli. Il genoano si è meritato questa occasione con anni di prestazioni costanti e di livello indiscutibile, trovo sbagliato giudicarlo non all’altezza senza averlo prima visto all’opera con la sua probabile futura squadra. È un attaccante atipico, bravo nel ricoprire sia la fase offensiva che quella difensiva, dovrebbe però tornare a segnare di più.

Tornando per un attimo al Manchester City, l’arrivo di Balotelli aprirebbe le porte ad uno scontento Emmanuel Adebayor. Il togolese è un centravanti di livello assoluto, Milan e Juve dovrebbero approfittare al volo di una simile opportunità.

[Malu’ Mpasinkatu – Fonte: www.tuttomercatoweb.com]