Zamparini e Agliardi su derby …

Il Presidente del Palermo, Maurizio Zamparini , in un’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, ha parlato della partita di domenica, il derby col Catania, ma ha anche espresso la sua su un’ipotetico acquisto da parte della nuova Roma, dell’imprenditore americano Thomas Di Benedetto, di Javier Pastore.

“Quello che mi preoccupa del Catania, che comunque secondo me ha il 50% di possibilità di vittoria, è la grande determinazione che può metterci, quando scenderà in campo. Non è certo dal punto di vista tecnico che mi preoccupa la partita. Secondo me la squadra dovrà esser brava a sfruttare le ansie dell’avversario. A proposito della punta argentina….”Non conosco Di Benedetto e non so se sarà in grado di comprare Pastore.

Io credo, comunque che per loro, Pastore costi troppo e non credo che potrà comprarlo”. E non poteva mancare una precisazione sul Capitano, alla luce delle recenti dichiarazioni rilasciate dall’attaccante leccese. “Miccoli come Pinilla o Hernandez può essere decisivo e non necessariamente partendo titolare. Ognuno di loro, subentrando anche a partita in corso, può fare la differenza”.

AGLIARDI – Il derby Catania-Palermo offre spunti di riflessione e riporta alla mente episodi chiave, per chi li ha vissuti in prima persona. Federico “Chicco” Agliardi, ex-portiere rosanero, non dimenticherà mai il derby del 20 settembre 2006, allo stadio Renzo Barbera, partita in cui l’attuale portiere del Padova, incappò in una clamorosa papera, per fortuna, poi, non decisiva al fine del risultato, il Palermo, vinse 5-3. Ecco quanto dichiarato dall’ex-estremo difensore rosanero, e riportato dal Giornale di Sicilia. “Sarà una parita dura e ci sarà da lottare sino alla fine. Il Palermo alla fine potrebbe spuntarla, magari con un gol di misura. Comunque andranno le cose mi auguro sia una gara di grande civiltà, tra due tifoserie, rivali da sempre”.

[Maria Concetta Casales – Fonte: www.tuttopalermo.net]