A. Masiello: “Col Genoa sarà una dura battaglia”

220

Manca un giorno al prossimo impegno di campionato, che vedrà i biancorossi scendere in campo al Marassi contro il Genoa, ancora a secco di vittorie casalinghe. Nella formazione titolare Ventura, di certo, non potrà rinunciare ad Andrea Masiello, autentica bandiera e colonna del reparto arretrato. Il difensore scuola Juve, nonchè ex Genoa, è intervenuto quest’oggi in sala stampa, dove dinanzi a microfoni, taccuini e telecamere, ha dichiarato: “Senza dubbio sarà una gara difficile – riporta il sito ufficiale del Bari – Loro in casa hanno dimostrato di poter fare molto bene e d’altronde avranno un valore aggiunto che è il pubblico. Sarà una bella battaglia dalla quale noi non ci tireremo indietro. Se faremo quello che sappiamo potremo dire la nostra. Dovremo stare molto concentrati. Marassi poi è uno stadio che ti mette pressione dunque dobbiamo restare sereni”.

Masiello si è poi soffermato sull’attuale status del reparto arretrato: “Sono partiti due giocatori, Ranocchia appunto e Bonucci, quindi è stato inevitabile cambiare qualcosa – afferma – Magari c’è ancora qualcosa da registrare negli automatismi di gioco anche perchè ci sono giocatori nuovi, ma penso che apparte i quattro gol subiti contro l’Inter dove ripeto ci abbiamo anche messo del nostro abbiamo fatto bene. Qualche cambio per domenica? Queste sono scelte che spettano al mister. Credo che oggi durante l’allenamento proveremo qualcosa, ma poi l’ultima parola spetta sempre e solo a lui. Posso dire che ne abbiamo parlato ma da qui a sapere chi scenderà in campo…”.

Tra gli addetti ai lavori c’è molta convinzione sul fatto che il centrale viareggino possa vestire la maglia della nazionale, ma, a tal proposito, Masiello non si sbilancia: “A Prandelli non devo dirgli niente. E’ un tecnico attento e saprà scegliere i giocatori più adatti per la sua nazionale”.

Infine, il biondo centrale del Bari ha rilasciato un commento sul traguardo delle cento presenze con la maglia del galletto: “E’ stata una bellissima soddisfazione ed emozione. Approfitto anche per ringraziare pubblicamente i tifosi perchè non mi apsettavo il coro nella gara contro il Brescia – conclude – Sono contento perchè vuol dire che nei buoni e cattivi momenti ci sono sempre stato. Spero di continuare così”.

[Gaetano Nacci – Fonte: www.tuttobari.com]