Amoroso: ”Mutu è il vero acquisto della Fiorentina”

La Fiorentina ha vinto con l’Empoli in Coppa Italia e si prepara alla trasferta di Catania (che, sempre in Coppa Italia, ha ottenuto l’accesso al turno successivo). Per parlare della gara di domenica sera, Violanews.com ha contattato l’ex viola (adesso gioca nel Pisa, in Prima Divisione) Christian Amoroso.

La Fiorentina non è più ultima, ma la classifica non sorride certo ai viola.
“È strano vedere la Fiorentina in queste posizioni di classifica, gli infortuni hanno minato la squadra e qualcosa è andato storto anche nei rapporti interni tra i vari calciatori, altrimenti non si spiegano risultati negativi come questi”.

A Catania tornerà Mutu.
“È il vero acquisto di questa Fiorentina, Mihajlovic ha bisogno di lui perché – in un colpo solo – ritrova un giocatore da 15 gol l’anno e l’uomo in grado di far respirare Gilardino, che sta passando un periodo difficilissimo e non deve ingannare il gol realizzato contro il Bari, il Gila è ancora in crisi”.

Basta un pareggio?
“La Fiorentina deve fare un passo in avanti, un pareggio a Catania rappresenterebbe un miglioramento”.

La Fiorentina si riprenderà?
“Lo spero, credo che alla fine riuscirà a terminare nelle prime otto posizioni. Non credo che riuscirà ad andare in Europa, ormai i viola hanno perso troppi punti, ma la Fiorentina farà un campionato dignitoso, appena a ridosso delle qualificate per l’Europa League”.

Parliamo di centrocampisti: Firenze aspetta ancora il miglior Montolivo e attende di scoprire D’Agostino.
“Sono due calciatori importanti, il valore di D’Agostino non si è visto perché si è infortunato subito e quando ha giocato, non è stato impiegato nella sua vera posizione. Lui è il classico regista basso, è molto bravo in questo ruolo; non è male anche come trequartista ma non ha la velocità che deve avere chi occupa quella posizione di campo. Darà una grossa mano alla Fiorentina, sono sicuro. Su Montolivo dico questo: le qualità le ha, ha dimostrato ormai di essere uno dei centrocampisti italiani più forti, con il Bari ha fatto una grande partita nonostante fosse a mezzo servizio. È lui l’anima della Fiorentina”.

[Niccolò Gramigni – Fonte: www.violanews.com]