Angelozzi: “E’ un momento così, ma sapremo rialzare la china”

Crisi vera. Questo è lo status in cui vige la squadra di mister Ventura. La quarta sconfitta consecutiva, rimediata davanti al proprio pubblico domenica contro l’Udinese, ha inevitabilmente acceso la spia in casa biancorossa. C’ è poca voglia di analizzare, commentare, fare addirittura proclami. E’ arrivato il momento di fare mia culpa e lavorare, e pure tanto. Questo il concetto espresso dal direttore sportivo del galletto, Guido Angelozzi, che, contattato in esclusiva da TuttoBari.com, ha così commentato il momento critico dell’As Bari Calcio: “E’ un momento così. Stare a fare chiacchiere non serve davvero a nulla. Dobbiamo lavorare e basta, solo lavorare tanto”.

Sicuramente direttore. Ma cosa succede? Quali i motivi di questa deludente situazione? “Non è facile risalire al problema. Sembrerebbe una questione più mentale che fisica o tecnica. Dobbiamo ricompattare il gruppo e ritrovare la strada smarrita”.

La piazza, i tifosi, sono delusi e, soprattutto, preoccupati… “E ci credo. Sino alla gara col Genoa il Bari era sempre lo stesso, se la giocava a viso aperto contro tutte. Poi, si è spenta la luce… Ma volgio rimarcare il fatto che ci può stare, succede a tutte le squadre di passare un momento no.”

Non pensa che, probabilmente, la rosa a disposzione di mister Ventura abbia bisogno di qualche ritocco? In città si aspetta già il mese di gennaio… “Vediamo. Io sono sereno, perchè abbiamo un allenatore bravissimo e dei giocatori altrettanto bravi. Non possono mica essere diventati dei bidoni così all’improvviso. Il mercato è lontano, stiamo comunque lavorando per cercare affari utili alla nostra causa”.

A proposito di mister Ventura. Siamo sempre stati abituati, anche nei momenti meno felici, a sentire l’allenatore ligure parlare con serenità, fiducia, del futuro. Nelle ultime settimane, però, il mister non parla più del domani, come se, in fondo, non ci credesse nemmeno lui più nel progetto Bari Calcio. Che ne pensa lei, come ha visto Ventura in questi ultimi giorni? “Sereno e determinato, come sempre. Giampiero, con il quale ho pranzato ieri, è sempre lì a parlare di lavoro, voglioso com’è di continuare a stupire, fare gran calcio in Puglia. Posso assolutamente dichiarare che lui ama il Bari e che è il primo a credere nel progetto”.

Direttore, cosa si sente di dire ai tifosi in questo momento particolare della stagione? “Di avere fede, il Bari rialzerà la china”.

[Andrea Dipalo – Fonte: www.tuttobari.com]