Atalanta, calcio mercato: resterà Tiribocchi, in arrivo Sgrigna e Basha

TIRIBOCCHI – Depistati? Non lo so, ma è il gioco della parti. Il giocatore che chiede un adeguamento di contratto, la società che prende tempo e il procuratore che mette fretta, “minacciando” una partenza immediata del suo assistito in caso di mancato accordo.

Questo è il calcio mercato “amiçi” (direbbe Josè Altafini). Sta di fatto che ieri sera, un indiscrezione molto attendibile ricevuta dalla redazione di Videobergamo, ci ha fornito la notizia di giornata:Tiribocchi resterà all’Atalanta, al 100 per cento, con un adeguamento del contratto. Nelle ultime ore anche il Bari sembra aver chiesto l’attaccante romano. Steremo a vedere nelle prossime ore se il rinnovamento di contratto sarà di gradimento all’attaccante romano.

SALARY CAP – Potremmo fare mille discorsi in merito, ma permetteteci di aprire una piccola parantesi sull’argomento. Finchè non verrà inserito il salary cap, i giocatori continueranno a chiedere aumenti salariali, minacciando di andarsene, dimenticando però, in caso di retrocessione, di fare sconti, preferendo non giocare o andare in tirbuna, pur di andarsene a prendere più soldi. Argomento molto delicato, ma in altri sport è già stato introdotto da tempo con ottimi risultati.

SCHELOTTO – Ezequiel Schelotto, 21 anni, è stato il protagonista delle ultime ore di mercato. Sembrava ormai ad un passo dalla Lazio, ma ecco che come avevamo già annunciato venerdi sera, è arrivato l’oste con il grembiule nerazzurro per far valere il proprio diritto sulla metà del cartellino del giocatore.

L’Atalanta si è acordata con il Cesena e ha riscattato Schelotto (1,8 milioni circa), lasciandolo in Romagna per ancora un anno e contando di portarlo in nerazzurro in caso di promozione. Al Cesena andranno Pellegrino, Caserta e probabilmente Fabio Ceravolo. Possiamo definire il blitz nerazzurro, il primo grande colpo di mercato in prospettiva futura.

SGRIGNA-BASHA – Domani dovrebbe arrivare la fumata bianca per i primi due acquisti nerazzurri, con il Torino alla finestra, pronto ad inserirsi nella trattativa Sgrigna. Di Sgrigna, ieri il nuovo mister Lerda ha speso parole d’apprezzamento:”Sa giocare a pallone e anche molto bene”. Cairo sta facendo conto sull’offerta poco consistente dell’Atalanta che offrirebbe soldi più Tiboni e l’azione di disturbo dei granta, ha fruttato una brusca frenata del club veneto.

ARIATTI – In entrata è da registrare l’interessamento per Luca Ariatti del Chievo, che hanno chiesto di inserire nella trattativa, il portiere Andrea Consigli.

ARDEMAGNI-MARILUNGO – In caso non dovesse (come sembra), andare in porto la trattativa Tiribocchi con la Sampdoria, l’Atalanta virerà decisamente il proprio interesse sul giovane Ardemagni del Cittadella. La concorrenza della Sampdoria e del Genoa, sembra meno pericolosa rispetto a ieri, avrebbero infatti mollato la presa, con l’inserimento del Chievo di Bisoli. L’Atalanta ha intenzione di completare il reparto offensivo con uno sguardo al presente (Tiribocchi) e al futuro (Ardemagni).

ALTRE TRATTATIVE – Peluso, ha richieste da Cagliari e Bologna, Valdes sempre più tentato dall’offerta dello Sporting Lisbona, con la Roma come seconda ipotesi. Bellini, in caso di un offerta irrinunciabile, è pronto a trasferirsi a Roma, ma la squadra giallorossa è in attesa degli sviluppi societari e ha raffreddato la pista Bellini-Valdes.

Barreto ha richieste dall’Udinese e l’Atalanta lo cederà, ma per questo se ne riparlerà dopo il mondiale. Su Padoin la Sampdoria ha fatto un passo indietro, così come la Juventus su Manfredini.

Stando così le cose, la rosa dell’Atalanta potrebbe essere riconfermata in blocco, con le sole partenze di Valdes e Guarente. Con l’arrivo di Sgrigna, Basha, Ariatti, Barusso, Pelizzoli e Donati, sarebbe un’Atalanta da leccarsi i baffi.

[Luca Ronchi – Fonte: www.atalantanews.com]