Calciatori Interisti da Leggenda: Giuseppe Meazza

GIUSEPPE MEAZZA

Giuseppe Meazza (Milano, 23 agosto 1910 – Rapallo, 21 agosto 1979) è stato un calciatore, di ruolo attaccante, posto dal sottoscritto al 26° posto fra i calciatori all time. Ritenuto quasi all’unanimità fra i primi tre attaccanti italiani di sempre, Meazza è stato l’emblema dell’Inter, indossando tale maglia in A (conteggiando l’ante girone unico) addirittura in 365 occasioni, siglando 248 gol.

È tuttora l’italiano che ha siglato più gol con la stessa maglia, 282; a seguire troviamo Del Piero con 271 centri con la Juventus (sinora). È tuttora il 3° goleador della Professional League con 216 gol. Per capirne l’effige riportiamo la definizione di Gianni Brera:

Grandi giocatori esistevano al mondo, magari più tosti e continui di lui, però non pareva a noi che si potesse andar oltre le sue invenzioni improvvise, gli scatti geniali, i dribbling perentori e tuttavia mai irridenti, le fughe solitarie verso la sua smarrita vittima di sempre, il portiere avversario.

Sono da ricordare di lui in particolare la tecnica eccezionale, il dribbling ubriacante e le celebri punizioni a foglia morta con cui aggirava la barriera. Leggendaria anche la sua tecnica nel battere i rigori, caratterizzata da un doppio passo. Con la Nazionale giocò 53 partite siglando 33 gol (il 2° in assoluto dietro Riva), diventando Campione del Mondo sia nel ’34 che nel ’38. Tornando ai club, ricordiamo che il “Balilla” vinse 2 Scudetti ed 1 Coppa Italia.