Cesena, Ficcadenti: “Partita condizionata dal rigore inesistente”

Seppur non trascendendo nella polemica più vibrante, il tecnico del Cesena Massimo Ficcadenti evidenzia, ai microfoni di Rai Sport: “Il fatto che la sconfitta non fosse meritata certamente non ci consola, né dà àdito alla ricerca di alibi. L’espulsione di Pellegrino è stat in parte anche un’ingenuità del giocatore, ma il rigore sinceramente non mi era sembrato esserci, e questi aspetti della direzione di gara hanno pesantemente condizionato l’andamento della partita. Il gruppo comunque è solido, e sta lavorando sodo per uscire al più presto da questa situazione di classifica”. Il Cesena, reduce da ben sette gare dalle quali ha ricavato soltanto un punto, dovrà ora affrontare, nell’ordine, Lazio e Fiorentina.

PELLEGRINO – Il rigore assegnato alla Juventus, durante la sfida contro il Cesena, per fallo di Maximiliano Pellegrino su Bonucci fa infuriare non solo il tecnico romagnolo Ficcadenti, ma anche il centrale stesso, che poi sarà espulso con un secondo giallo oltre a quello rimediato nell’occasione del fallo. E proprio Pellegrino, come riporta Tuttosport, attacca la scelta arbitrale: “Il fallo era di Bonucci, non mio – afferma Pellegrino -. L’ammonizione mi ha condizionato, anche se il secondo giallo (che gli è costato l’espulsione, ndr) ci stava. Siamo arrabbiati perchè non è la prima volta che capita. Siamo in crisi? La gente ha visto la partita, sa come è andata, giocavamo bene poi siamo stati penalizzati”.

[Claudio Colla e Fabrizio Romano – Fonte: www.tuttomercatoweb.com]