Champion’s League, Barcellona-Bayern Monaco 0-3: inarrestabili tedeschi, tris al Camp Nou

85

watch-uefa-champions-league-live-streamDopo la doppia disfatta spagnola, la finale di Champions League, in programma tra meno di un mese a Wembley (teatro inglese, che smacco per i britannici!), sarà tutta tedesca. A sfidarsi nello storico stadio londinese, infatti, saranno Bayern Monaco e Borussia Dortmund, ovvero la prima e la seconda classificata in Bundesliga (seppur con una ventina di punti di distacco l’una dall’altra).

I gialloneri di Klopp sono arrivati all’appuntamento più importante dell’anno dopo aver eliminato il Real Madrid di Josè Mourinho (fermato ancora una volta in semifinale): al Bernabeu, infatti, le merengues non sono andate oltre il 2-0, sfiorando soltanto il terzo goal che sarebbe valso la remuntada dopo il 4-1 subito all’andata nella bolgia del Signal Iduna Park. I due volte campioni di Germania negli ultimi due anni (che in questa stagione hanno ceduto il Meisterschale proprio al Bayern) si erano scontrati in precedenza, nel girone, proprio con gli spagnoli, vincendo il raggruppamento formato anche dai deludenti Manchester City e Ajax, per poi superare agevolmente lo Shaktar Dontesk agli ottavi ed all’ultimo secondo disponibile il Malaga, nei quarti.

La squadra della Ruhr, ora, ha l’occasione di vincere la coppa dalle grandi orecchie per la seconda volta nella sua storia dopo la Champions messa in bacheca nel ’97 (finale con la Juventus), ma dovrà scontrarsi contro quella che al momento sembra essere la corazzata più forte d’Europa.

La futura squadra di Guardiola, infatti, ora nelle mani sapienti di Heynckes (già campione d’Europa nel ’98 con il Real Madrid), è per la terza volta in finale della massima competizione europea negli ultimi quattro anni e se dovesse perdere anche stavolta, allora si comincerebbe a parlare di maledizione per i bavaresi. Nelle semifinali, i teutonici hanno letteralmente demolito il Barcellona di Villanova con un 7-0 complessivo tra andata e ritorno che sa quasi di passaggio di consegne tra un’era di trionfi blaugrana e la possibile nascente epoca del dominio tedesco in Europa. Impressionante il ruolino di marcia dei rossi di Germania anche nei turni precedenti: girone stravinto, con l’unica macchia della sconfitta in casa del modesto BATE Borisov (il raggruppamento comprendeva anche Valencia e Lille), e passeggiata sulla Juventus ai quarti di finale (4-0 complessivo), dopo aver eliminato agli ottavi l’Arsenal con qualche piccola apprensione nel finale della gara di ritorno all’Allianz.

E’ dunque la quindicesima volta nella storia della Champions o Coppa dei Campioni che la finale del torneo parla almeno per metà tedesco, ma mai in quasi 60 anni di storia della competizione si era giunti ad un’atto conclusivo con entrambe le squadre provenienti dalla Germania. Nel recente passato, infatti, erano riuscite in quest’impresa già Spagna (2000), Italia (2003) ed Inghilterra (2008), ma mai ai teutonici era capitato di avere due squadre così forti e abili da arrivare a giocarsi la finale della competizione per club più importante d’Europa (e forse del mondo) faccia a faccia. Quest’anno, invece, italiani, inglesi e spagnoli, il 25 maggio, potranno soltanto godersi lo spettacolo che sicuramente queste due grandi realtà regaleranno al pubblico di Wembley…

TABELLINO:

Barcellona (4-3-3): Valdes; Dani Alves, Piqué, Bartra (42′ st Montoya), Adriano; Xavi (10′ st Sanchez), Song, Iniesta (20′ st Thiago Alcantara); Pedro, Fabregas, Villa. A disp.: Pinto, Dos Santos, Tello, Messi. All.: Vilanova

Bayern Monaco (4-2-3-1): Neuer; Lahm (32′ st Rafinha), Boateng, Van Buyten, Alaba; Javi Martinez (30′ st Tymoshchuk), Schweinsteiger (22′ st Luiz Gustavo); Robben, Muller, Ribery; Mandzukic. A disp.: Starke, Dante, Shaqiri, Gomez. All.: Heynckes

Arbitro: Skomina

Reti: 2′ st Robben (Bay), 28′ st aut. Piqué (Bar)

Ammoniti: Dani Alves, Piqué (Bar), Robben (Bay)

[Andrea Uttieri – Fonte: www.goalnews24.it]

Articoli correlati