Champions League – Ceferin: “VAR? Non mi convince ancora”

In una intervista al quotidiano Ekipa, il presidente della UEFA Aleksander Ceferin ha parlato del possibile utilizzo del VAR in Champions League

MONTECARLO – Nelle ultime settimane si erano sparse le voci circa un possibile inserimento del VAR a partire dai quarti di finale di Champions League 2018/2019. Queste voci potrebbero rimanere tali, per quanto concerne questa stagione, visto che a parlare è stato il presidente della UEFA Ceferin che, in un’intervista concessa al quotidiano Ekipa, si è espresso in questo modo sulla questione: “Non ne abbiamo ancora parlato e personalmente non sono ancora convinto del VAR. Ci sono cose che non sono chiare. Chi decide se vedere il VAR? L’arbitro al video o il quello in campo? La gente non lo capisce, nemmeno i giornalisti. Cosa vedono gli arbitri e cosa no? Le cose non sono chiare, ma sappiamo che un giorno sarà necessario usare il VAR.

“Ho detto a Roberto Rosetti: quando saremo pronti. Dobbiamo scegliere la tecnologia, gli arbitri, perché giochiamo in tutta Europa, non è solo un torneo. E abbiamo bisogno di un regolamento. Hai visto gli assistenti nella Coppa del mondo che non hanno fatto nulla, hanno semplicemente aspettato. Un arbitro mi ha detto: ‘Quando c’era una situazione al limite, ho messo il dito sull’orecchio e tutti mi hanno lasciato da solo’. Guarda il caso della Serbia, che non ha ricevuto un rigore netto contro la Svizzera e ad altri è stato concesso per molto meno”.