Criscitiello su “Libero”: ecco le strategie di mercato di gennaio

Tutti devono comprare ma nessuno ha intenzione di spendere (i soldi veri) a gennaio. I motivi sono due: è un’oggettiva ammissione di colpa per gli errori commessi in estate e acquistare in inverno è sempre più difficile che farlo nei tre mesi estivi. L’Inter deve porre rimedio al disastro di luglio ed agosto, quando poteva puntare al meglio che offriva il mercato europeo. La presunzione di Massimo Moratti è stata quella di credere che i protagonisti della passata stagione potessero ripetersi anche quest’anno.

A gennaio c’è poco da fare per i nerazzurri: l’unico obiettivo raggiungibile potrebbe essere il difensore del Chelsea, Branislav Ivanovic (26), ma prenderlo subito non avrebbe senso se a giugno puoi portarlo a Milano a costo zero, essendo in scadenza con i blues. L’Inter deve registrare anche la parziale chiusura dell’Agente di Ilsinho del San Paolo. Il primo obiettivo sarebbe Matias Aguirregaray ma il difensore del Penarol non ha passaporto comunitario.

Non sarebbe un problema visto che all’Inter sono abili a superare anche questo tipo di ostacoli! Farà poco il Milan. Giusta la strategia di Galliani. Un sostituto di Inzaghi non esiste, allora meglio pensare all’estate quando Ganso del Santos rappresenterà a tutti gli effetti il sostituto di Ronaldinho. Braida conferma la sua competenza in materia. Strappare Paulo Henrique (21) alla concorrenza europea è l’affare del 2011, dimostrazione che il Milan non aveva bisogno dei consigli di Leonardo per pescare i pesci giusti in Sudamerica.

A gennaio aspettiamoci David Luiz del Benfica, farà coppia dal prossimo anno con Thiago Silva. In estate, poi, arriverà anche un terzino con la probabile cessione di Abate che resta un obiettivo della Fiorentina. Addio a Ronaldinho ma anche ad Adriano, la scommessa più veloce persa dalla Roma. Neanche una settimana e Pradè aveva già capito che non si può costruire sulle macerie. Il Palmeiras di Scolari è l’unica vera soluzione per un Imperatore…senza Impero. Arrivederci anche ad un altro brasiliano, Julio Baptista: vicino l’accordo con il Malaga. A Catania, Pietro Lo Monaco, tira giustamente la corda per Maxi Lopez, obiettivo della Juve, e prepara le cessioni di Antenucci e Ricchiuti. Deve riscattare il mercato estivo fallimentare la Fiorentina ma Corvino continua a perdere colpi: dov’è finito il fiuto dell’ex Re del Mercato?

[Michele Criscitiello – Fonte: www.tuttomercatoweb.com]