Davide Ballardini: “Palermo-Cagliari sarà una bella sfida”

266

In vista della gara di domani tra Palermo e Cagliari, abbiamo raggiunto ai nostri microfoni il tecnico Davide Ballardini, che in qualità di doppio ex, ha analizzato la gara per noi.

Mister come vede la sfida di domenica tre sue due ex squadre?

“Sarà una sfida aperta tra due squadre che cercheranno tramite il gioco di ottenere i tre punti.Il Palermo essendo in casa potrebbe avere qualcosa in più, ma attenzione al Cagliari che si è sempre dimostrata una squadra capace di giocarsela dovunque”.

Il Palermo giovedì è stato sconfitto in Europa League dal Maribor, sconfitta indolore ai fini del risultato ma che può preoccupare in vista della prima di campionato secondo lei?

“Direi assolutamente di no. Può incidere un pò a livello di energie fisiche e mentali, ma essendo ancora all’inizio penso che di energie da spendere ce ne siano abbastanza, ed al massimo la stanchezza per i turni infrasettimanali di coppa, potrebbe farsi sentire più avanti”.

Kjaer, Cavani, Bresciano, Simplicio: sono stati tanti gli addii pesanti in questo mercato dei rosanero. Crede che la squadra possa aver perso qualità?

“Direi di no. Ci sono giocatori giovani ed interessantissimi come Hernandez e Pastore che sono stati confermati, ed altri che sono arrivati dal mercato estivo, come i due ragazzi del Maribor. Non bisogna dimenticare poi gli acquisti di giocatori di sicuro valore come Maccarone e Pinilla, che non si discutono”.

Il Cagliari riparte da Bisoli e da una squadra che ha mantenuto la stessa ossatura. Come vede la stagione dei rossoblù?

“Il Cagliari a partire dal mio anno, ha trovato il giusto equilibrio con il 4-3-1-2, con un ottima qualità offensiva. La squadra gioca bene e fa ottimi risultati su qualsiasi campo. E’ oramai un gruppo consolidato e la società compie un ottimo lavoro aggiungendo pedine importanti al proprio scacchiere ogni anno, ad esempio quest’anno con uomini d’esperienza come Pinardi e Biasi, e qualche giovane in prospettiva”.

Tra i rossoblù tiene banco in questo momento il caso Marchetti. Pensa che potrebbe destabilizzare l’ambiente?

“Non credo, perchè le strategie sono abbastanza chiare”.

Lei in questo momento ha qualche contatto o aspetta la chiamata giusta?

“Per adesso non c’è nulla. Vado in giro a vedere diverse partite insieme ai miei collaboratori”.

[Claudio Piredda – Fonte: www.tuttocagliari.net]

Articoli correlati