De Laurentiis: “Contento di questo inizio. I giornali scrivono bugie”

217

Il presidente del Napoli De Laurentiis, intervenuto nel corso di Marte Sport Live, non appare affatto preoccupato dalle prime uscite degli azzurri, anzi trova infondate le eccessive critiche da parte dei mass media. La sua squadra è ancora in fase di costruzione ed assestamento ed invita alla calma. Ecco quanto evidenziato da Tuttonapoli.net: “Io sono contento, anzi contentissimo, anzi di più di questo avvio, perché quando si parte bisogna farlo con cautela ed è concesso anche sbagliare. Non concordo quando si dice che non è cambiato nulla.

Non è vero perché ci ritroviamo con Cavani, con Lucarelli, con Yebda, con Cribari, con Sosa, bisogna andarci piano. Il tifoso vuole che i giocatori onorino la maglia ed i giocatori lo stanno facendo. Non siamo ancora entrati nel vivo, bisogna dare tempo . Fra sei, sette giornate le cose cambieranno ed elementi come Sosa, avranno appreso gli schemi di gioco. Non possiamo permetterci di bruciare questi giocatori che non conoscono come gli altri, i nostri schemi. I giornalisti non sanno interpretare i dati o vogliono fare i titoli sensazionali. La tessera del tifoso ha limitato parecchio la sottoscrizione degli abbonamenti.

Noi l’anno scorso per Napoli-Bari abbiamo avuto 29.000 spettatori e quest’anno siamo arrivati a 27.000 quindi a maggior ragione ringrazio i tifosi che ci sono ancora vicino. Rispetto alle altre società, abbiamo avuto una perdita minore. Adesso già siamo quasi a 20.000 biglietti per giovedì. Ho fatto un assist ai tifosi perché non voglio togliere soldi al fabbisogno giornaliero e spesso mi chiedo come fanno a venire così tante volte allo stadio. Ho aperto i botteghini anche per le trasferte per evitare speculazioni di agenzie. Sto venendo incontro alle loro esigenze. Lo stadio virtuale prende sempre più piede ed il digitale contribuisce anche alla minor sottoscrizione degli abbonamenti.

Le partite che non sono di cartello sei solito vedertele a casa, anche se credo che la categoria del tifoso da stadio sia a parte e non finirà mai. Bisogna essere realisti. Giovedì ci saranno più di 30.000 tifosi e capisco che dovranno affrontare un’ ulteriore spesa e non bisogna dimenticarsi di questi sforzi economici e a maggior ragione i giornalisti non devono sparare questi titoli, non è corretto nei confronti del pubblico e poi loro stessi perdono credibilità, sono fandonie. Era più giusto puntare l’attenzione sulla presenza del pubblico allo stadio. Francamente rimango freddo ad ascoltare queste menzogne. Tutti gli abbonati avranno il diritto di prelazione sul biglietto per la gara interna contro il Liverpool, fino a quattro giorni prima. Non rimango sconvolto dai risultati delle prime giornate.

Per me il Cesena è una squadra fortissima e a me fa piacere che ci sono queste sorprese, almeno il campionato non è scontato ed è molto più bello ed imprevedibile. Così dovrebbero essere tutte le stagioni. Siamo tutti in un momento di verifica, tutti abbiamo fatto degli acquisti e dobbiamo trovare equilibrio. Dobbiamo dare fiducia e serenità, poi se le cose non dovessero funzionare correremo ai ripari. Ma adesso non è il caso di essere distruttivi visto che siamo solo all’inizio. Spero che giovedì il popolo napoletano dimostri la consueta civiltà. Dobbiamo rimanere tranquilli. Non solo parole ma anche risultati. L’ho fatto l’anno scorso e spero di farlo anche quest’anno.

[Vittoria Biancardi – Fonte: www.tuttonapoli.net]

Articoli correlati