Delio Rossi: “Dobbiamo essere bravi a non lasciar loro l’iniziativa”

Berardi può essere considerata una soluazione in vista della Fiorentina? “Si, sto cercando di sfruttarlo per le sue caratteristiche. Devo considerare anche la squadra avversaria”.

I giovani? “Sono legato al calcio romantico e quindi nel mio romanticismo mi piacerebbe che l’ossatura di una squadra sia composta da elementi che provengono dal settore giovanile. Solo che non basta provenire dal vivaio, bisogna avere qualità”.

Maxi Lopez gioca? “Ci punto, sembra che stia meglio, ha superato qualche problema ma ci punto. Mi piacerebbe allenare Maxi Lopez, tanti altri giocatori”.

L’open day a Bogliasco? “Non bisogna mai che la squadra è di chi gli vuole bene, non dobbiamo mai dimenticarci che i tifosi esistono poi se lo fanno in maniera gioiosa con tanti bambini, fa tanto piacere”.

Tre punti per la Samp valgono il futuro? “Secondo me si e ci avvicinerebbe all’obiettivo prefissato”.

Maxi Lopez può dare più di Icardi in questo momento? “Icardi ha fatto bene fino ad ora. E’ un periodo che è meno brillante, ma non dimentichiamo la giovane età”.

Che idea si è fatto su Jovetic? “É un ragazzo molto giovane, ma con grandi qualità. Nessuno è incedibile, però è importante ci sia una contropartita adeguata”.

Quanto c’è di suo in questa Fiorentina e le hanno detto grazie per aver consigliato ai viola Borja Valero? “Penso che non ci sia bisogno mi dicano grazie e penso che in un’annata difficile abbiamo condotto in porto la barca. Quello non era un cattivo gruppo ma forse non era amalgamato bene. Rimpianto? Rimpianti li hai sempre da quando nasci a quando muori, ma non puoi vivere di rimpianti. Le situazioni le devi vivere dal di dentro. É facile stare in poltrona e dire ‘ma io in quella situazione avrei fatto così'”.

Saluterà tutti domenica? “Si, l’episodio era finito al 90° di domenica. É un episodio che poteva capitare, ho chiesto scusa a tutti. Se verrà lui da me? Questo non mi interessa, ho chiesto scusa a tutti, anche a lui. Domenica sarò un avversario della Fiorentina”.

Un commento su Vincenzo Montella: “Penso che stia facendo molto bene, così come ha fatto bene a Catania. E’ stato un grande giocatore e quindi ha una sensibilità calcistica elevata. Ci sono giocatori che hanno il ‘guizzo’ e Montella è uno di quella”.

La Fiorentina? “É una squadra votata alla costruzione, noi dovremo essere bravi a non lasciare l’iniziativa a loro e possibilmente ripartire sempre”.

Le sensazione per la sfida con la Fiorentina? “E’ una partita fondamentale per la Sampdoria contro una squadra che si gioca la Champions. I viola hanno compiuto una rivoluzione e ha il centrocampo più forte della categoria. Servirà la miglior Sampdoria.

[Andrea Piras – Fonte: www.sampdorianews.net]