Di Gennaro: “Il Milan ha bisogno di Top Player”

logo-milanIl vero milanista ha contattato in esclusiva Antonio Di Gennaro, commentatore per Sky Sport con un passato da giocatore (vinse lo scudetto con il Verona) e una breve e sfortunata parentesi al Milan come vice-allenatore di Fatih Terim (luglio-novembre 2001).

Il Milan ha aperto il 2014 con una vittoria contro l’Atalanta fondamentale sia per la classifica che per il morale. Che impressione Le hanno fatto i rossoneri in questa prima parte di stagione?

“La classifica di A e i numeri parlano chiaro, come dimostrano i soli 22 punti conquistati dai rossoneri in 18 giornate. Il distacco dalle prime è consistente per tentare una rimonta come lo scorso anno. In Champions League, seppur con fatica, il Milan ha ottenuto un risultato importante sia per il morale che per l’aspetto economico”.

Il mercato invernale sta entrando nel vivo: a Milanello sono già sbarcati Rami e Honda, mentre è sfumato Nainggolan. Nelle ultime ore si parla di Fernando del Porto, anche se Cristante ha impressionato tutti domenica… Intanto Allegri ha dichiarato che a fine stagione lascerà il club: si fanno tanti nomi per la successione.

“Rami e Honda sono buoni giocatori ma il Milan ha bisogno di top player in tutti i reparti per tornare competitivo sia in Italia che in Europa. Ci vogliono i soldi per poter acquistare questo tipo di giocatori. Per quanto riguarda Cristante, già l’anno scorso mi avevano parlato bene del ragazzo; pare predestinato a fare una bella carriera, anche perché la maglia del Milan pesa indossarla, anche se domenica non sembrava vendendolo giocare. Per quanto riguarda il discorso allenatore, sia Seedorf che Inzaghi sono delle scommesse che potrebbero diventare realtà, mentre con Spalletti e Prandelli i rossoneri andrebbero sul sicuro”.

Il sorteggio della Champions dice Atletico Madrid. Il team spagnolo è un avversario alla portata dei rossoneri oppure è veramente più forte?

“Sulla carta i rossoneri partono sfavoriti anche perché l’Atletico Madrid è una buonissima squadra, ma non dimentichiamoci che il Milan ha la Champions nel suo DNA, quindi secondo me se la giocano alla pari. Dico 50% Milan e 50% Atletico Madrid”.

Si ringrazia Antonio Di Gennaro per la gentile disponibilità.

[Valentino Cesarini – Fonte: www.ilveromilanista.it]