Fiorentina-Livorno: le probabili formazioni

logo-fiorentinaFIRENZE – Panettoni e pandori sono già un ricordo. La Serie A riapre i battenti in questa vigilia dell’Epifania e lo fa con un anticipo interessante. In cartello , infatti, alle ore 18 c’è il derby toscano tra Fiorentina e Livorno. Una partita che non verrà sottovalutata da entrambe le parti per la sua importanza non solo campanilistica.

La Fiorentina arriva al derby dopo un ottimo inizio di campionato e vuole incrementare il suo bottino di punti in classifica in ottica Europa. L’aeroplanino Montella dovrà fare a meno ancora una volta di Mario Gomez (per vederlo in campo occorrerà aspettare ancora un po’ di tempo) ma non ha altre defezioni. Ilicic e Cuadrado faranno da spalla a Pepito Rossi ed a centrocampo vedremo chi vincerà il ballottaggio tra Pizarro e Ambrosini.

Qualche problema in più, invece, in casa amaranto. Quella del Franchi sarà un’altra battaglia per il Livorno che deve assolutamente trovare la via giusta per risalire la china in questo campionato; la classifica recita un penultimo posto che i ragazzi di Nicola vogliono abbandonare, e il più in fretta possibile. I livornesi dovranno fare a meno di Emerson (squalificato), di Coda e Lambrughi tenuti ai box da piccoli infortuni. Duncan si gioca il posto da titolare con Mbaye mentre in attacco dovrebbe essere proposta di nuovo la coppia Paulinho e Siligardi, anche se quest’ultimo ha preso una botta in allenamento e chissà che non ci sia la sorpresa Emeghara a fianco del brasiliano.

PROBABILI FORMAZIONI:

Fiorentina (4-3-3): Neto; Tomovic, Rodriguez, Savic, Pasqual; Aquilani, Ambrosini, Borja Valero; Cuadrado, Rossi, Vargas. A disp. Munua, Roncaglia, Compper, Olivera, Wolski, Pizarro, mati Fernandez, Bakic, Matos, Ilicic, Joaquin, Rebic. All. Montella.

Livorno (3-5-2): Bardi; Valentini, Rinaudo, Ceccherini; Schiattarella, Luci, Biagianti, Greco, Mbaye; Siligardi, Paulinho. A disp. Anania, Aldegani, Gemiti, Decarli, Piccini, Belingheri, Duncan, Benassi, Mosquera, Borja, Emeghara. All. Nicola.
Arbitro: Tagliavento di Terni, assistenti Iannello e Marzaloni, quarto uomo Giachero.