Fiorentina-Torino: sfida tra difensori bomber

228

logo-fiorentinaFIRENZE – Il primo è un classe 1984 ed è argentino. Il secondo è un 1988 ed è polacco. Stiamo parlando dei difensori Gonzalo Rodriguez e Kamil Glik, avversari stasera al Franchi (il granata, però, potrebbe partire dalla panchina). I due sono accomunati non solo dal ruolo, ma anche per essere dei goleador, nonostante la posizione ricoperta in campo. I numeri, riferiti al campionato, parlano chiaro. Quattro gol per il giocatore della Fiorentina, cinque per quelli del Torino. L’ex Villareal è il bomber del pacchetto arretrato viola davanti a Pasqual, Basanta, Savic (due) e Tomovic (uno). Stesso discorso per il centrale di Giampiero Ventura. Dietro di lui ci sono Bruno Peres (due), Darmian e Moretti (uno).

Il primo timbro di Gonzalo Rodriguez è arrivato nella vittoria in trasferta per 2-1 contro il Verona. Poi l’argentino si è ripetuto a Cesena (1-4), un’altra volta al Bentegodi ma col Chievo (1-2) e più recentemente al Ferraris contro il Genoa (1-1). Glik ha aperto le danze nel successo esterno di Cagliari (1-2), successivamente ha purgato il Palermo (2-2), due volte il Genoa (2-1 per il Toro in rimonta) e il Milan (1-1). Il colpo di testa è il filo conduttore dei gol dei due calciatori. La metà di quelli segnati dal gigliato sono arrivati proprio grazie a questa “tecnica”, con Cesena e Genoa. Il granata, invece, ha siglato quattro reti su cinque per merito di un’incornata. L’unico centro di piede è stato il momentaneo 1-1 con i liguri.

Numeri che testimoniano non solo quanto sia stretto e forte il loro legame con il gol, ma anche quanto siano bravi a scegliere la posizione giusta e ad inserirsi in area con tempismo sui calci piazzati. In un campionato tattico come quello italiano, molto spesso è il gioco aereo a decidere le sorti di una partita. Sarà così anche per Fiorentina-Torino?

[Stefano Niccoli – Fonte: www.violanews.com]