Genoa – Sassuolo: cronaca diretta live e risultato in tempo reale

566

Genoa Sassuolo cronaca diretta live risultato in tempo reale

La partita Genoa – Sassuolo del 17 ottobre 2021 in diretta: presentazione, formazioni e cronaca con commento in tempo reale, dove vedere il match valido per l’ottava giornata di Serie A

GENOVA – Domani pomeriggio, domenica 17 ottobre, allo stadio “Luigi Ferraris” si giocherà Genoa – Sassuolo, incontro valido per l’ottava giornata del campionato di Serie A 2021/2022; calcio d’inizio fissato alle ore 15. I padroni di casa vengono dalla sconfitta esterna di misura contro la Salernitana e in classifica sono diciassettesimi, a pari merito con il Venezia, con 5 punti, frutto di una vittoria, due pareggi e quattro sconfitte; 10 gol fatti e 16 subiti, seconda peggior difesa del torneo. Per quanto recentemente Ballardini abbia ricevuto parole di fiducia dai nuovi proprietari americani,  in caso di una ulteriore battuta d’arresto il tecnico del Genoa tornerebbe in discussione. Gli ospiti sono reduci dalla sconfitta casalinga per 1-2 contro l’Inter e sono quattordicesimi, insieme allo Spezia, a quota 7 con un percorso di due partite vinte, una pareggiata e quattro perse; 7 reti realizzate e 9 incassate. Sono solo otto i precedenti a Marassi fra le due compagini con il bilancio di 4 vittorie per i padroni di casa, 2 pareggi e 2 affermazione degli ospiti; l’ultima sfida, dello scorso 9 maggio, finì 1-2 per il Sassuolo. A dirigere il match sarà Daniele Chiffi della sezione di Padova a dirigere il confronto del turno di Serie A. I due assistenti invece saranno Mondin e Della Croce. Il quarto uomo sarà Miele

La cronaca con commento minuto per minuto

[AGGIORNA LA DIRETTA]

GENOA-SASSUOLO IN DIRETTA

Domani pomeriggio alle ore 14:00 le formazioni ufficiali, dalle 15.00 la cronaca con commento in diretta della partita.

Le parole di Ballardini e Dionisi

Ballardini: “I nazionali, la maggior parte di loro, hanno giocato nelle nazionali minori come Under 19 o Under 21. Gli altri sono andati ma non hanno giocato. Sono però rientrati e stanno bene. In queste due settimane abbiamo fatto dei buoni allenamenti quindi siamo contenti di quello che è stato fatto. E’ anche vero che nei secondi tempi abbiamo fatto tanto. Abbiamo fatto pochissimo nei primi tempi, siamo stati meno pericolosi e meno aggressivi nella prima parte di ogni partita. Però è anche vero che il Genoa dimostra che la partita la fa fino all’ultimo. Il Genoa è una squadra generosa, bisogna che si sia bravi da subito. Bisogna avere l’atteggiamento e l’attenzione giuste, tutto deve essere molto chiaro dall’inizio. Noi facciamo fatica a metterci in moto. Sappiamo benissimo tutti che il Sassuolo non c’entra nulla, per la qualità che hanno nella loro rosa, con i punti che hanno in questo momento. Conosciamo benissimo il Sassuolo, sappiamo benissimo che è una squadra da anni consolidata, con giocatori che sono davvero di grandissimo spessore. Il dovere nostro è essere squadra, di dare la sensazione sempre agli avversari che hanno una squadra da superare, non qualche elemento. Bisogna dare la sensazione agli altri che di fronte hanno una squadra che cerca di metterli in difficoltà, dal primo all’ultimo minuto. Abbiamo già detto. La solidità arriva dalla squadra, dalle distanze, dall’avere dietro la linea della palla tanti giocatori, aiutandosi uno con l’altro. L’attenzione è fondamentale. Tutte queste cose ti portano ad avere una solidità, una chiarezza che in questo momento abbiamo per una parte di partita poi dopo ci sleghiamo un po’ e poi dopo ci ricompattiamo. Bisogna essere bravi per tutta la partita”.

Dionisi“La trovo una cosa naturale, lo si fa sempre, in tutti i contesti. L’avevo messo in conto. Ad onor del vero bisognerebbe dire che qualcosa è cambiato, la società ha fatto cessioni che doveva fare, ha valutato di fare, ma sono state cessioni importanti. Sono arrivati giocatori con giocatori che saranno all’altezza di chi è andato via ma è normale che ci vuole tempo, ma è anche normale che tempo dall’esterno non ce ne sia. Si cercano sempre paragoni, nuove sfide. Immaginavo che avrebbero fatto il paragone tra il Sassuolo di De Zerbi e il Sassuolo di quest’anno, ma per un allenatore è presto. Si sta parlando di poche partite, numeri piccoli. Noi dobbiamo andare a voler migliorare i numeri negativi e voler confermare quelli positivi. Dobbiamo crescere. Non abbiamo ottenuto sul campo quanto meritato e dobbiamo andare a prenderci quello che ci meritiamo. Abbiamo affrontato squadre importanti in queste prime 7 partite. Il calendario non era un problema, come ho detto all’inizio. Siamo in crescendo e il fatto che l’ultima partita giocata sia stata con l’Inter e abbiamo fatto un certo tipo di prestazione, ci deve dare la spinta. Purtroppo c’è stato la sosta o per fortuna. Dico purtroppo perché è normale ci si possa allenare di meno insieme, purtroppo perché ci sono le decisioni arbitrali che dobbiamo accettare ma non siamo stati molto fortunati. Sarà una partita difficile, l’ambiente è caldo. E’ una squadra che ha qualità ma tutte le squadre della Serie A hanno qualità, che non molla mai, per questo non fa differenza giocare con l’Inter o con il Genoa, anche se l’Inter ha qualche giocatore in più. Purtroppo il Genoa sarà spinto dal tifo ma noi dovremo trarre una spinta da questo ambiente per ottenere un risultato positivo. Non ci sarà Boga che ha avuto la febbre. E’ negativo. Ha fatto tre tamponi ed è negativo, è risultato a tutti negativo. Ha sintomi influenzali, ha febbre, e non ci sarà. Purtroppo il giocatore migliore della scorsa partita non ci sarà ma noi abbiamo tanti giocatori bravi e tutti gli altri ci saranno e saranno disponibili per la partita”.

La presentazione del match

QUI GENOA – Out il difensore Bani, infortunatosi nuovamente in allenamento, dopo che aveva appena recuperato da un infortunio muscolare, Maksimovic Vanheusden e Sturaro. Recuperati invece Destro e Caicedo. Ballardini  dovrebbe mandare in campo la sua squadra col 4-2-3-1 con Sirigu tra i pali, reparto difensivo composto da Sabelli e Fares sulle corsie esterne mentre nel mezzo spazio a Masiello e Vasquez. A centrocampo Badelj e Touré in cabina di regia mentre davanti spazio a Kallon, Rovella e Cambiaso alle spalle di Bianchi.

QUI SASSUOLO – Dionisi, che dovrà rinunciare agli infortunati Obiang e Romagna, dovrebbe mandare in campo la sua squadra col 4-2-3-1 con Consigli in porta, pacchetto difensivo composto da Muldur e Rogerio sulle corsie esterne mentre nel mezzo spazio a Chiriches e Ferrari. A centrocampo Maxime Lopez e Frattesi in cabina di regia mentre davanti spazio a Traoré, Djuricic e Berardi alle spalle di Raspadori

Le probabili formazioni di Genoa – Sassuolo

GENOA (4-2-3-1): Sirigu; Sabelli, Masiello, Vasquez, Fares; Badelj, Touré; Kallon, Rovella, Cambiaso; Bianchi. Allenatore: Ballardini

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli; Muldur, Chiriches, Ferrari, Rogerio; Frattesi, Lopez; Berardi, Djuricic, Traoré; Raspadori. Allenatore:  Dionisi

STADIO: Luigi Ferraris di Genova

Dove vederla in TV e in streaming

L’incontro Genoa – Sassuolo, valido per l’ottava giornata del campionato di Serie A 2021/2022, verrà trasmesso in diretta ed in esclusiva su DAZN. Sarà visibile per i suoi utenti anche sulle smart tv di ultima generazione compatibili con la app, e, sempre grazie all’applicazione, su tutti i televisori collegati ad una console PlayStation 4/5 o Xbox (One, One S, One X, Series X, Series S), al TIMVISION BOX oppure ad un dispositivo Google Chromecast o Amazon Fire TV Stick. Gli utenti DAZN che lo preferissero potranno vedere Udinese – Bologna in diretta streaming anche sui dispositivi mobili quali smartphone e tablet, scaricando la app per sistemi iOS e Android, e sul proprio personal computer o notebook, in questo caso semplicemente collegandosi con il sito ufficiale della piattaforma. Dopo il fischio finale gli highlights della gara e l’evento integrale saranno a disposizione per la visione on demand.

Articoli correlati