Mondiali Qatar, Inghilterra e USA non si fanno male

689

Inghilterra USA cronaca diretta live risultato in tempo reale

La partita Inghilterra – USA di Venerdì 25 novembre 2022 in diretta: un’emozione per parte nel primo tempo, sprazzi di gioco ma poche azioni pericolose nella ripresa

AL KHOR – Venerdì 25 novembre alle ore 20.00, al Al Bayt Stadium di Lusail, l’Inghilterra di Gareth Southgate ospitano gli USA di Gregg Berhalter nel match valido per la seconda giornata del gruppo B della Coppa del Mondo di Qatar 2022.

Cronaca con commento e tabellino in diretta

RISULTATO FINALE: INGHILTERRA - USA 0-0

SECONDO TEMPO

49' non c'è più tempo, pareggiano 0-0 Inghilterra e USA. Gara non trascendentale con alcuni spunti interessante. Vi ringraziamo per l'attenzione e appuntamento ai prossimi live

48' punizione di Shaw, ottimo terzo tempo di Kane ma colpo di testa a centroarea di poco alto!

46' angolo dalla destra, prova a colpire Maguire ma non riesce a impattare bene di testa sulla sfera, diventa un passaggio a Turner

45' 4 minuti di recupero

44' cross basso di Moore per Reyna a centro area viene anticipato, qualche istante prima ottimo intervento in uscita di Turner

40' punizione per l'Inghilterra sulla sinistra d'attacco, palla scodellata in area dove fa buona guardia la difesa

38' dentro Sargent per Weah e Reyna per Wright

36' fallo in attacco di Weah, ha buon gioco la difesa

33' nell'Inghilterra dentro Rashford per Saka

31' in campo Aaronson per McKennie, c'è anche Moore per Dest

28' match un pò bloccato in questa fase dopo la sfuriata degli USA che ha prodotto diversi angoli e qualche tensione alla difesa inglese

23' è il momento dei cambi: dentro Grealish e Henderson per Sterling e Bellingham

19' colleziona angoli la nazionale di Berhalter, ancora Pulisic alla battuta, traiettoria insidiosa a rientrare con Pickford che tocca con la punta della mano sinistra. Ancora Pulisic dall'altra fascia ma l'arbitro vede un fallo in attacco

15' altro affondo, questa volta di Robinson e nuovo tiro della bandierina. Batte Pulisic verso il primo palo dove è ben appostato Maguire ma inglesi in affanno con Kane a salvare sul fondo ma la difesa ha buon gioco

12' angolo per gli USA, intervento di Maguire in area di testa ad allontare la minaccia

11' anticipo di Bellingham in area sul taglio di Musah che tentava di raggiungere un invitante cross basso dalla destra

9' intervento su palla e caviglia su Weah di Pickford, il giocatore ha avuto bisogno delle cure mediche. L'arbitro ha graziato il giocatore dal cartellino

7' grande chiusura difensiva di Adams su Saka in area, palla in fallo laterale

3' ripartenza di Pulisic che serve Wright in area, tiro rimpallat da Stones quindi McKennie alza la mira

2' retropassaggio di Zimmermann un pò avventato ma Turner non si fa sorprendere

si riparte, nessun cambio nell'intervallo

PRIMO TEMPO

46' si chiude sullo 0-0 di partenza Inghilterra - USA, piccola pausa e torniamo per il secondo tempo

46' da Sterling a Mount in verticale, bel destro rasoterra che impegna severamente a terra Turner. Il portiere si distende sulla sua destra e devia in angolo! Batte Mount tra le braccia del portiere

45' 1 minuto di recupero

45' cross corto e basso dal fondo di Shaw dopo un dribbling per Saka che arriva un pò scomposto alla conclusione, sfera a lato

43' cross di Dest per l'inserimento in area di Pulisic sul primo paolo, tentativo di torsione, tocco però con la spalla e palla a lato

42' altro corner per gli Stati Uniti questa volta dalla sinistra con Pulisic, di testa libera Stones

39' angolo dalla destra per gli USA, sul primo palo allontana di testa Maguire

36' cross basso di Mount per il tentativo con il tacco sul primo palo di Bellingham ma trova il muro della difesa

33' bella conclusione con il mancino in area da posizione defilata di Pulisic che centra la traversa a portiere battuto!

31' dopo la prima mezz'ora risultato ancorato sullo 0-0 con una ghiotta occasione per parte

30' buon momento per gli USA che stanno iniziando a macinare gioco in avanti

29' conclusione centrale di Musah, blocca sicuro Pickford

26' palla gol per McKennie! Cross dalla destra morbido di Weah per il compagno, una sorta di rigore in movimento ma calcia alto!

23' prova lo spunto in area Strealing in mezzo a due avversari ma non riesce a superarli

21' lancio di Pulisic in profondità per Weah ma fuori misura, ci arriva prima Pickford in uscita

16' cross di Dest per il tentativo di testa in area di Wright ma palla a lato. Prima sortita anche per gli USA

16' più Inghilterra che USA in questo avvio, costante possesso palla

14' cross da fondo di Saka per Kane anticipato a centroarea

13' buona copertura difensiva di Adams ma sulla sinistra sono gli inglesi a recuperare palla e a creare un nuovo prolungato possesso

10' doppio scambio tra Bellingham e Kane, conclusione bassa in area deviata da Zimmermann in angolo! Sugli sviluppi del corner palla al limite per Mount ma alza la mira 

7' abbozza un pressing l'Inghilterra, azione manovrata per gli USA quindi Robinson si trascina la palla sul fondo. Rimessa laterale regalata

5' prime fasi di studio tra le due squadre

si parte! Primo possesso per l'Inghilterra in maglia bianca, USA in quella blu notte

TABELLINO

INGHILTERRA (4-2-3-1): Pickford; Trippier, Stones, Maguire, Shaw; Bellingham (dal 23' st Henderson), Rice; Sterling (dal 23' st Grealish), Mount, Saka (dal 33' st Rashford); Kane. A disposizione: Pope, Ramsdale, Walker, Grealish, Henderson, Rashford, Phillips, Dier, Coady, Alexander-Arnold, Foden, White, Wilson, Maddison, Gallagher. Ct. Southgate.

STATI UNITI (4-3-3): Turner; Dest (dal 32' st Moore), Zimmermann, Ream, Robinson; McKennie (dal 32' st Aaronson), Adams, Musah; Wright (dal 38' st Reyna), Weah (dal 38' st Sargent), Pulisic. A disposizione: Horvath, Johnson, Reyna, Ferreira, Aaronson, De La Torre, Long, Morris, Roldan, Moore, Carter-Vickers, Yedlin, Perry-Acosta, Sargent, Scally. Ct. Berhalter.

Reti: -

Ammonizioni: -

Recupero: 1 minuto nel primo tempo. 4 minuti nella ripresa

I convocati dell’Inghilterra

Portieri: Pickford, Pope, Ramsdale;
Difensori: Trippier, Stones, Maguire, Shaw, Coady, Arnold, DIer, Walker, White;
Centrocampisti: Bellingham, Rice, Saka, Mount, Gallagher, Henderson, Phillips;
Attaccanti: Sterling, Foden, Grealish, Rashford, Wilson, Kane.

I convocati degli USA

Portieri: Turner, Horvath, Johnson;
Difensori: Dest, Zimmerman, Ream, Robinson, Carter-Vickers, Moore, Scally, Yedin;
Centrocampisti: Aaronson, Acosta, de la Torre, Long, Roldan, Adams, McKennie, Musah, Reyna;
Attaccanti: Ferreira, Morris, Wright, Weah, Sargent, Pulisic.

Le dichiarazioni

Southgate: “Chi vorrei evitare agli ottavi? Ora pensiamo agli Usa, non ha senso guardare oltre. Giocheremo contro una squadra molto motivata e avremo un enorme rispetto per i nostri avversari. Hanno qualità atletiche, pressano ovunque, sono organizzati e ben allenati. Conosciamo la loro qualità e dovremo essere al meglio. Il rischio è pensare che, avendo giocato bene la prima partita possiamo portarcela nella prossima. Non è così e non credo che sottovaluteremo gli Stati Uniti. E’ una squadra che pressa molto bene la palla. Sarà una sfida che non seguirà i binari della precedente. Con tutto il rispetto, affrontiamo calciatori che si confrontano con i migliori campionati europei. Dobbiamo provare a fare la storia. Harry sta bene. Ha svolto un lavoro leggermente diverso da quello del gruppo, ma sta bene. Lo abbiamo sottoposto ad una risonanza per assicurarci che fosse tutto a posto”.

Berhalter: “Sono una squadra molto pericolosa, dobbiamo stare attenti, ma dobbiamo pensare a fare il nostro gioco e nient’altro. Ci saranno delle particolari situazioni che dovremo sfruttare al massimo. Sicuramente dovremo fare grande pressing. Ma ci saranno anche situazioni in cui saremo ricacciati indietro e schiacciati. Sarà senza dubbio una partita molto difficile per noi. Southgate ha fatto un grande lavoro, lo dicono i risultati che ha ottenuto nei grandi tornei nell’ultimo anno e mezzo, come la finale agli Europei, senza dimenticare il quarto posto ai Mondiali del 2018. Sono partiti fortissimo e sono un avversario formidabile. Avere nel nostro gruppo tanti giocatori che militano in Premier è un vantaggio, aiuta il fatto di conoscere i nostri rivali ma l’Inghilterra ha una rosa con tantissima qualità. Non abbiamo paura, dimostreremo di essere anche noi forti e di potercela giocare”.

Presentazione del match

I Tre Leoni arrivano a questa seconda sfida mondiale sulle ali dell’entusiasmo dopo la travolgente vittoria all’esordio per 6-2 contro l’Iran che, anche se arrivata sicuramente contro la squadra outsider del gruppo B, come dimostrato dall’Argentina sconfitta dall’Arabia Saudita, rappresenta comunque una vittoria importante. Inoltre il parziale così netto dimostra una grande voglia di vincere e attaccare da parte degli inglesi, che hanno così ottenuto il loro miglior risultato in una partita di esordio della Coppa del Mondo e la loro seconda migliore vittoria in assoluto in un mondiale. Prestazione un pochino sottotono in difesa, con i due gol presi sulle uniche due occasioni concesse e con anche l’infortunio di Maguire che però sembra aver già recuperato. Southgate continuerà allora a fare affidamento ai suoi top player: Bukayo Saka, a segno ben due volte contro l’Iran e in uno stato di forma pazzesco, Harry Kane, che, pur non avendo trovato la via del gol, ha comunque sfornato due assist e legato il gioco per i suoi compagni in maniera eccelsa, e Jude Bellingham, il primo giocatore nato dopo il 2000 ad andare in gol in una Coppa del Mondo.

Le Aquile invece arrivano a questa partita un po’ delusi dopo il pareggio ottenuto contro il Galles di Gareth Bale. La squadra statunitense, infatti, aveva trovato il gol del vantaggio e sembrava essere in controllo della partita, ma nel secondo tempo ha avuto la brutta idea di arretrare troppo, facendosi in questo modo schiacciare dal Galles, che alla fine ha conquistato fiducia e ha trovato il gol su rigore che ha pareggiato la partita. Ora però gli americani hanno subito a disposizione una nuova occasione per dimostrare il proprio talento e quale miglior occasione se non quella di farlo contro la squadra che è certamente la favorita per la vittoria del girone e una delle candidate alla vittoria finale della coppa. Il CT della nazionale americana Berhalter farà allora affidamento ai giocatori che meglio hanno dimostrato personalità e coraggio all’esordio: Timothy Weah, attaccante classe 2000 in gol all’esordio e pronto a sfruttare questo palcoscenico per mettersi in mostra, e Christian Pulisic, sicuramente il calciatore con più esperienza in campo internazionale grazie alle sue molteplici partite in Champions League con il Chelsea.

QUI INGHILTERRA – Mister Southgate continuerà a optare per il 4-2-3-1. In porta Pickford, difesa a quattro composta da Trippier, Stones, Maguire e Shaw, davanti a loro i due mediani saranno Rice e Bellingham, mentre l’unica punta Kane sarà sostenuta da Saka, Mount e Sterling.

QUI USA – Mister Berhalter invece opterà per il 4-3-3. In porta il solito Turner, davanti a lui difesa a quattro con Dest, Zimmerman, Ream e Robinson, centrocampo composto dal trio McKennie, Adams e Musah, mentre il tridente sarà formato da Weah, Sargent e Pulisic.

Le probabili formazioni di Inghilterra – USA

INGHILTERRA (4-2-3-1): Pickford; Trippier, Stones, Maguire, Shaw; Rice, Bellingham; Saka, Mount, Sterling; Kane. Allenatore: Southgate.

USA (4-3-3): Turner; Dest, Zimmerman, Ream, A. Robinson; McKennie, Adams, Musah; Weah, Sargent, Pulisic. Allenatore: Berhalter.

Dove vedere la partita in tv e in streaming

Sarà possibile seguire il match Inghilterra – USA valido per la seconda giornata del girone B della Coppia del Mondo di Qatar 2022 in diretta tv su Rai 1, e in streaming su Rai Play, piattaforma a cui si può accedere scaricando l’app su smartphone o tablet, oppure collegandosi da pc.