Inter, no della Fiorentina per Montolivo. Balotelli e City: o rimane o rimane. Su Ruiz c’e’ anche il Milan

Dieci milioni piu’ Mariga e Muntari per Montolivo, ma la Fiorentina ha risposto: “No, grazie”. E cosi’ Moratti, che dopo Ranocchia voleva offrire un altro giocatore importante, dovrà bussare ancora alla porta dell’Udinese per Inler. Ma Montolivo e’ una cosa, Inler un’altra cosa e Leonardo, almeno per il momento, non è stato accontentato.

La storia dell’interessamento del Chelsea per Sneijder con un’offerta di trenta milioni per il cartellino, sembra messa in giro apposta da qualche procuratore, uno di quelli che approfittano di ogni sessione di mercato per ingraziarsi qualche presidente.

Come la storia di Balotelli pronto a scappare da Manchester per approdare al Milan. A Balotelli quando arrivò al City , prima della firma del contratto fu detta la stessa frase usata per Tevez due settimane fa, quando l’argentino aveva scritto addirittura una lettera alla società per essere ceduto. Gli dissero che aveva due alternative: rimanere o rimanere. In un’intervista rilasciata sul sito del City dopo la tripletta contro l’Aston Villa, Balotelli ha detto che le notizie della sua voglia di tornare a Milano sono invenzioni giornalistiche. In ogni caso vale lo stesso discorso fatto a Tevez: rimani sino alla fine del contratto cioe’ sino alla fine del giugno 2015.

Non esistono alternative, allo sceicco Mansur, che sul City, tra terreni attorno allo stadio, settore giovanile e giocatori ha investito due miliardi di euro) di tenere un giocatore fermo per fargli rispettare cio’ che ha liberamente sottoscritto e perdere una cinquantina di milioni, gli frega meno di niente.

Non ci sara’ nessun braccio di ferro tra City e Milan per Balotelli, ma le due società hanno lo stesso obbiettivo sul mercato: un difensore centrale di grande caratura.

In principio i nomi erano due per entrambe le società e dopo la richiesta del Benfica per Luis (40 milioni) hanno deciso di puntare su Ruiz dell’Espanyol, nazionale under 21.

E’ un’asta e come in tutte le aste la spunterà chi offrirà di più.

La Juve è sempre alla ricerca di un attaccante e svanita la pista Benzema (il Real non lo cede anche perche’ Higuain e’ infortunato e ne avrà per diverse settimane) ha cercato Pazzini e Gilardino ma vengono considerati troppo cari.

Piace molto Carroll, ventunenne attaccante del Newcastle, costa una quindicina di milioni, ma in casa bianconera dopo l’esperienza rush con i britannici sono perplessi. Ma c’e’ anche il precedente di John Charles…e c’e’ proprio chi, ricordandosi del mitico gallese, ne auspica l’acquisto.

[Franco Rossi – Fonte: www.tuttomercatoweb.com]