Una rete di Pulisic manda gli USA agli ottavi di finale

962

Iran USA cronaca diretta live risultato in tempo reale

La partita Iran – USA di Martedì 29 novembre 2022 in diretta: una rete dell’attaccante al 38′ del primo tempo decide una gara molto combattuta meglio interpretata dalla nazionale di Berhalter

DOHA – Martedì 29 novembre alle ore 20.00, al Al Thumama Stadium di Doha, l’Iran di Carlos Queiroz ospita gli USA di Gregg Berhalter nel match valido per la terza ed ultima giornata del gruppo B della Coppa del Mondo di Qatar 2022.

Indice:

L’Iran arriva clamorosamente a questa ultima partita del girone B con una incredibile occasione di passaggio del turno e di approdo agli ottavi di finale del mondiale. Dopo la brutta gara d’esordio contro l’Inghilterra persa con il risultato molto pesante di 6-2, infatti, gli uomini iraniani si sono risollevati e hanno fatto vedere il loro valore battendo il Galles per 2-0 in un finale di partita incredibile, con tutti e due i gol arrivati nel lunghissimo recupero concesso dall’arbitro. Ora dunque l’Iran è al secondo posto solitario con un punto di vantaggio proprio sugli avversari e questa gara si prospetta essere un vero e proprio spareggio per decidere chi delle due passerà il turno. Per continuare questo sogno, il CT della nazionale iraniana Queiroz si affiderà a quei giocatori che stanno veramente dando tutto per la squadra e che ne rappresentano meglio la forza: Mehdi Taremi, in gol due volte nella disfatta contro l’Inghilterra, ma uno dei pochi che effettivamente ci ha provato fino all’ultimo, e Ali Gholizadeh, sicuramente l’MVP contro il Galles, dove con la sua prestazione sontuosa ha sbaragliato più volte la difesa gallese e procurato non pochi pericoli, con anche una rete annullata per fuorigioco.

Le Aquile invece arrivano a questa partita dopo il pareggio ottenuto contro il Galles di Gareth Bale per 1-1 e l’altro pareggio a senza reti contro la favoritissima Inghilterra, risultati che dimostrano la solidità della nazionale americana. La squadra statunitense, infatti, contro il Galles aveva trovato il gol del vantaggio e sembrava essere in controllo della partita, ma nel secondo tempo ha avuto la brutta idea di arretrare troppo, facendosi in questo modo schiacciare dal Galles, che alla fine ha conquistato fiducia e ha trovato il gol su rigore che ha pareggiato la partita, mentre contro gli inglesi gli USA hanno dominato a larghi tratti la gara, sprecando anche grandi occasioni sotto porta, per poi soffrire e rischiare di subire la sconfitta nel finale. Ora però gli americani hanno subito a disposizione una nuova occasione per dimostrare il proprio talento e staccare il pass per gli ottavi di finale, dato che una vittoria contro gli iraniani, al momento al secondo posto, significherebbe la certezza della qualificazione, dato che ci sarebbe il sorpasso sugli stessi e dato che il Galles non potrebbe raggiungerli neanche vincendo contro l’Inghilterra. Il CT della nazionale americana Berhalter farà allora affidamento ai giocatori che meglio hanno dimostrato personalità e coraggio all’esordio: Timothy Weah, attaccante classe 2000 in gol all’esordio e pronto a sfruttare questo palcoscenico per mettersi in mostra, e Christian Pulisic, sicuramente il calciatore con più esperienza in campo internazionale grazie alle sue molteplici partite in Champions League con il Chelsea.

Tabellino

IRAN: Beiranvand A., Azmoun S. (dal 1′ st Ghoddos S.), (Portiere), Ezatolahi S., Gholizadeh A. (dal 32′ st Ansarifard K.), Hajsafi E. (dal 26′ st Jalali A.), Hosseini M., Mohammadi M. (dal 45’+2 pt Karimi A.), Noorollahi A. (dal 26′ st Torabi M.), Pouraliganji M., Rezaeian R., Taremi M.. A disposizione: Abedzadeh A., Hosseini H., Niazmand P., Amiri V., Ansarifard K., Cheshmi R., Ghoddos S., Jalali A., Kanaani H., Karimi A., Khalilzadeh S., Moharrami S., Torabi M. Allenatore: Queiroz C..

USA: Turner M., Adams T., Carter-Vickers C., Dest S. (dal 37′ st Moore S.), McKennie W. (dal 20′ st Acosta K.), Musah Y., Pulisic C. (dal 1′ st Aaronson B.), Ream T., Robinson A., Sargent J. (dal 32′ st Wright H.), Weah T. (dal 37′ st Zimmerman W.). A disposizione: Horvath E., Johnson S., Aaronson B., Acosta K., de la Torre L., Ferreira J., Long A., Moore S., Morris J., Reyna G., Roldan C., Scally J., Wright H., Yedlin D., Zimmerman W. Allenatore: Berhalter G..

Reti: al 38′ pt Pulisic C. (USA) .

Ammonizioni: al 32′ st Hosseini M. (Iran), al 39′ st Kanaani H. (Iran), al 45’+6 st Jalali A. (Iran) al 43′ pt Adams T. (USA).

I convocati dell’Iran

Portieri: Beiranvand, Abedzadeh, H. Hosseini, Niazmand;
Difensori: M. Hosseini, Kanaani, Khalilzadeh, Pouraliganji, Moharrami, Mohammadi, Hajsafi, Rezaeian, Jalali;
Centrocampisti: Ezatolahi, Karimi, Nourollahi, Cheshmi, Ghoddos;
Attaccanti: Jahanbakhsh, Amiri, Gholizadeh, Torabi, Azmoun, Taremi, Ansarifard.

I convocati degli USA

Portieri: Turner, Horvath, Johnson;
Difensori: Dest, Zimmerman, Ream, Robinson, Carter-Vickers, Moore, Scally, Yedin;
Centrocampisti: Aaronson, Acosta, de la Torre, Long, Roldan, Adams, McKennie, Musah, Reyna;
Attaccanti: Ferreira, Morris, Wright, Weah, Sargent, Pulisic.

Le dichiarazioni

Queiroz: “Devo restare concentrato e non cadere nella trappola delle polemiche, per preparare i miei calciatori a dare il meglio di loro stessi. Se dopo 42 anni in questo sport credo ancora di poter vincere le partite con quei giochetti mentali, penso di non aver imparato nulla sul gioco e non è così. Quella serie collettiva di eventi che circondano questa Coppa del Mondo spero che sarà una buona lezione per tutti noi in futuro e che nel prossimo evento impareremo che la nostra missione qui è creare intrattenimento per almeno 90 minuti e rendere felici le persone. Quando siamo una squadra che si muove con un senso di armonia, è come un cervello collettivo che pensa e agisce allo stesso tempo. Questo è ciò che nella nostra prima partita contro l’Inghilterra non abbiamo fatto bene, ma siamo tornati alle radici e nella seconda partita siamo stati in grado di attuare il nostro pensiero, sentimento e azione strategica collettiva ed è così che diventiamo più forti. Non ho nessun commento da fare su Klinsmann, solo un riferimento al fatto che ho sempre lavorato e ho sempre creduto nella mia vita che una squadra di calcio debba basarsi sull’etica del lavoro e sui principi di ciò che è una squadra. Quando rispettiamo i valori e i principi di far parte di una squadra, possiamo solo essere migliori, più forti. Questo è ciò in cui credo sempre nella mia vita e lavorerò sempre in quella direzione, per creare un codice di condotta dell’allenatore in termini di principi e valori che possa far credere ai giocatori che ogni singola mattina quando si svegliano, hanno solo una sfida in mente: essere migliori, competere contro se stessi per essere migliori degli altri”.

Berhalter: “Non lo sapevamo, né lo staff né i giocatori. A volte le cose sfuggono al nostro controllo. Tutto quello che possiamo fare è scusarci a nome dei giocatori e dello staff. Lo sport dovrebbe unire persone e Paesi. Le Olimpiadi ne sono un buon esempio, così come la Coppa del Mondo. Il precedente del 1998 in Coppa del Mondo tra Stati Uniti e Iran, con la formazione asiatica che si impose 2-1? Questa partita mi è rimasta impressa nella testa. All’epoca vidi una squadra che voleva vincere la partita e un’altra no. Non possiamo ripetere quell’errore. Domani sarà una partita ad eliminazione diretta per entrambi e sono qui per parlare della partita, non delle polemiche o di Jurgen Klinsmann. Per noi è una partita di calcio contro una buona squadra. Tutto qui”.

Presentazione del match

QUI IRAN – Mister Queiroz opterà per il suo classico 4-4-2. In porta H. Hosseini, difesa a quattro composta da Rezaeian, M. Hosseini, Pouraliganji e Mohammadi, a centrocampo la coppia di centrali sarà Nourollahi – Ezatolahi, mentre ai loro fianchi ci saranno gli esterni Gholizadeh e Hajsafi. In attacco confermata la coppia Taremi – Azmoun.

QUI USA – Mister Berhalter invece opterà per il 4-3-3. In porta il solito Turner, davanti a lui difesa a quattro con Dest, Zimmerman, Ream e Robinson, centrocampo composto dal trio McKennie, Adams e Musah, mentre il tridente sarà formato da Weah, Wright e Pulisic.

Le probabili formazioni di Iran – USA

IRAN (4-4-2): H. Hosseini; Rezaeian, M. Hosseini, Pouraliganji, Mohammadi; Gholizadeh, Nourollahi, Ezatolahi, Hajsafi; Taremi, Azmoun. Allenatore: Queiroz.

USA (4-3-3): Turner; Dest, Zimmerman, Ream, Robinson; Adams, Musah, McKennie; Pulisic, Weah, Wright. Allenatore: Berhalter.

Dove vedere la partita in tv e in streaming

Sarà possibile seguire il match Iran – USA valido per la terza ed ultima giornata del girone B della Coppia del Mondo di Qatar 2022 in diretta tv su Rai Sport + HD, sul canale 57 e 557 del digitale terrestre, e in streaming su Rai Play, piattaforma a cui si può accedere scaricando l’app su smartphone o tablet, oppure collegandosi da pc.