Mazzarri-Di Matteo: due panchine in partenza?

ROMA – Tra quotidiani e siti internet ormai è aperta la caccia a colui che guiderà la squadra biancoceleste nella prossima stagione. Negli ultimi giorni sono stati ipotizzati tantissimi nomi e ce n’è davvero per tutti i gusti: soluzioni esotiche, scommesse, usato sicuro, suggestioni, ex del passato… Praticamente all’appello manca solo Oronzo Canà, ma non è detto che non possa tornare di moda nelle prossime ore. Scherzi a parte la Lazio ancora non ha deciso su chi puntare, e questo temporeggiare fa pensare che ci si stia orientando verso un allenatore ancora sotto contratto con un’altra squadra. Tra questi nomi potrebbero esserci Walter Mazzarri e Roberto Di Matteo, due tecnici che sono entrati in questa speciale championship per la panchina della Lazio, già all’indomani dell’addio di Reja.

WALTER MAZZARRI – Per quanto riguarda il tecnico dei partenopei, c’è da attendere l’incontro di martedì prossimo con il patron De Laurentis in cui verrà chiarito definitivamente il suo futuro. Sull’ex allenatore di Reggina e Sampdoria, si è espresso ai microfoni di calcionews24 una vecchia conoscenza di Formello come Daniele Adani: «In questi anni è stato costruito un ciclo con De Laurentiis, il Napoli è andato in Champions facendo una grandissima figura, ha lottato per lo scudetto e alla fine ha vinto la Coppa Italia. Tutto ciò mi fa pensare ad un divorzio, lo stesso Mazzarri poi non ha mai nascosto il desiderio di provare un’avventura nuova, pur conducendo la squadra da grande professionista. Dove può andare? Non credo che possa allenare una big per una serie di caratteristiche, non lo vedo ancora pronto, però è un tecnico di fascia alta, lo vedrei ad esempio alla Lazio o al Palermo».

ROBERTO DI MATTEO – Per quanto riguarda invece il fresco vincitore della Champions Roberto Di Matteo, la situazione è ancora più incerta visto che sul suo futuro se ne stanno dicendo tante, ma alla fine a decidere sarà come sempre il plenipotenziario in casa Chelsea Roman Abramovich, che giusto pochi giorni fa avrebbe confidato di non essere del tutto convinto dalla conferma dell’ex West Bromwich. Ad ogni modo, a parlare a nome della società, ci ha pensato anche l’amministratore delegato dei blues Ron Gurlay che ha così spiegato al Sun: «Sappiamo che potrebbe andare da qualche altra parte, nei prossimi giorni o settimane ci incontreremo per parlare del futuro». La sua permanenza al Chelsea è quindi tutt’altro che scontata, e magari, così come per Mazzarri, la Lazio è in attesa degli eventi per sferrare il colpo decisivo qualora si presentasse l’opportunità.

[Marco Ercole – Fonte: www.lalaziosiamonoi.it]