Zarate-Lazio: possibile ritorno in biancoceleste

ROMA – Il mercato impazza e la Lazio pianifica le mosse per il futuro. La dirigenza biancoceleste in questi mesi, oltre a portare avanti la campagna acquisti e cessioni, dovrà sciogliere diversi nodi legati alle situazioni di alcuni tesserati ceduti in prestito e pronti al ritorno alla base. Uno di questi casi, forse il più importante sul piano economico e affettivo, è legato al nome di Mauro Zarate.

Il talento di Haedo, che in queste settimane torna di diritto ad essere accostato alla Lazio, dopo una stagione vissuta tra alti e bassi con la maglia dell’Inter potrebbe tornare alla base, lì dove tutto nacque. La sua avventura milanese non è andata come aveva sperato: un avvio pessimo, poi una sprazzo di luce con l ‘avvento di Stramaccioni sulla panchina nerazzurra che hanno parzialmente riaperto il discorso legato al suo riscatto, fino a poche settimane prima ritenuto una chimera. Il suo prestito alla società nerazzurra è ormai terminato e le possibilità che venga riscattato alla cifre pattuite ad inizio stagione sono quasi nulle tanto da aver convinto anche lo stesso giocatore che a un tifoso avrebbe rivelato: «Sono pronto a tornare alla Lazio più forte di prima».

Gli exploit offerti nelle poche occasioni concesse hanno convinto la dirigenza interista a sedersi al tavolo con la Lazio: sul piatto della bilancia è stato messo un nome importante come quello di Pazzini. Per saperne di più la redazione de Lalaziosiamonoi.it ha contattato in Esclusiva il fratello e procuratore di Maurito, Sergio Zarate: «Questa è una fase di completo stand-by. Non abbiamo avuto ancora contatti con la Lazio o con l’Inter.

Da quello che so io le due società hanno provato ad accordarsi inserendo nella trattativa un giocatore che interessa alla Lazio. L’Inter ha offerto Pazzini ma c’ è un problema legato all’ingaggio dell’attaccante che è piuttosto alto. La trattativa ha subìto una frenata, tra poco dovrò parlare con le due società per capire quale potrebbe essere il futuro di Mauro. Sicuramente senza Reja si aprono nuovi scenari. Se la nuova guida tecnica dimostrerà di voler puntare su Mauro, e ci saranno le possibilità di rispettare il contratto che lo lega alla Lazio, lui potrebbe rimanere».

Lotito e Tare hanno quindi tentato di inserire nella trattativa il “Pazzo”, ma di fronte alle difficoltà incontrate potrebbero optare per uno Zarate-bis, alla ricerca di quel giocatore che fece impazzire i tifosi biancocelesti. Con la Lazio è stato un rapporto lungo tre anni, durante i quali le sue magie fecero innamorare la gente laziale che mai avrebbe voluto vederlo lontano da Roma. Poi qualche passaggio a vuoto e un rapporto non idilliaco con gli allenatori biancocelesti delle ultime stagioni l’hanno allontanato dalla Lazio e dal cuore di molti tifosi della prima squadra della Capitale. Il destino potrebbe concedergli una seconda chance. Maurito probabilmente avrà l’opportunità di riprendersi il cuore dei tifosi biancocelesti, ma se veramente dovesse tornare a Roma, questa volta non ci saranno più alibi.

[De Dilectis e Zappulla – Fonte: www.lalaziosiamonoi.it]