Napoli: Denis potrebbe restare, mercato fermo in attesa delle cessioni

Praticamente fermo il mercato del Napoli. Sono tante le idee del club partenopeo ma bisogna piazzare i tanti giocatori in esubero. Fondamentale la questione numerica (dovranno essere 22 i giocatori agli ordini di Mazzarri) per poter affrontare nel migliore dei modi un ritiro pre-campionato, al di là del fatto che le cessioni potrebbero portare un ulteriore tesoretto da investire.

Il problema è rappresentato dal fatto che molti dei giocatori che rientrano dai prestiti sarà difficile piazzarli se non nelle ultime settimane di mercato. Emanuele Calaiò con ogni probabilità sarà riscattato dal Siena (che però non è d’accordo sulla valutazione fatta dal Napoli), così come Contini che rimarrà al Real Saragozza che lo riscatterà.

Il Torino potrebbe riscattare Inacio Pià mentre una buona somma potrebbe entrare anche dalla cessione dell’altra metà di Mannini dalla Sampdoria, mentre Hoffer ha richieste in Germania e in Italia sono pronti a puntare su di lui Chievo e Atalanta in B (potrebbe rientrare anche nell’affare Guarente). Dàtolo piace allo Stoccarda e al Fenerbahce mentre è difficile, al momento, immaginare un cessione per Santacroce e Cigarini. Richiestissimo Mariano Bogliacino, riserva di lusso del Napoli, che è seguito da Lecce, Lazio e Cagliari. Il giocatore questa volta pare intenzionato ad andare a giocarsi le proprie possibilità da titolare in serie A, dopo aver per anni rifiutato tante proposte e accettato la panchina senza difficoltà. Nonostante le tante indiscrezioni di mercato potrebbe restare German Denis dopo un colloquio con Mazzarri.

Nella lista Uefa bisogna inserire giovani elementi del settore giovanile: oltre a Paolo Cannavaro, il secondo portiere Sepe e Vitale (se resterà) potrebbero esserci Camillo Ciano (classe ’90 già 10 gol in Prima Divisione nonostante la deludente stagione del Lecco ultimo in classifica) e Lorenzo Insigne (buone prove alla Cavese da gennaio, ha già esordito in maglia azzurra a Livorno) mentre dovranno essere nuovamente piazzati in categorie inferiori altri elementi come Bruno, D’Urso, Palumbo, Giannone e, probabilmente, anche Maiello (che ha esordito nell’ultimo match con la Sampdoria).

In entrata i nomi più caldi sono sempre quelli di Fred (il procuratore potrebbe arrivare in Italia a fine settimana e la valutazione è al di sotto degli 8mln) e Guarente per il centrocampo (praticamente bloccato ma si aspetta di piazzare gli esuberi in quel ruolo). Difficile invece arrivare a giocatori del calibro di Gilardino, Barrios o Cardozo che sono fuori dai parametri azzurri così come per il centrocampo Inler (la richiesta dell’Udinese è eccessiva). Per la difesa interessa sempre Ruiz ma l’Espanyol, in grave crisi finanziaria, deve abbassare le proprie pretese altrimenti le alternative sono Britos, Mantovani e Zapata. Infondate le voci su Boselli (ad un passo dal Wigan) e Vagner Love (in Brasile sembra scontata la sua permanenza al Flamengo).

[Antonio Gaito – Fonte: www.tuttonapoli.net]

CONDIVIDI