Napoli: difficile Inler, si tenta Britos. L’idea per il vice-Lavezzi

Torna il borsino del calciomercato di Tutto Napoli per fare chiarezza nel vortice di nomi tipico di ogni finestra di mercato. Le priorità per questo mercato di gennaio sono, come ripetuto da più parti, un difensore mancino e forte di testa da inserire sul centro-sinistra della difesa a tre e, con ogni probabilità, un centrocampista di valore. Quest’ultimo elemento dovrebbe arrivare anticipando di fatto il mercato estivo. “Quattro acquisti da qui a giugno. Un difensore mancino a gennaio e poi un difensore centrale, un centrocampista e un attaccante a giugno” aveva inizialmente dichiarato De Laurentiis ma poi la classifica, e forse qualche occasione di mercato particolare, stanno portando la società azzurra a tentare di anticipare uno di quei tre colpi da mettere a segno nel mercato estivo (un altro è stato già definito e riguarda Federico Fernandez dell’Estudiantes).

In difesa il nome più accreditato è sempre quello di Miguel Angel Britos ma la situazione è in fase di stallo (oggi altro incontro Bigon-Longo) per le eccessive richieste del Bologna che hanno frenato anche la Juventus che si era interessata al giocatore. Così è possibile spiegare il contatto che la società ha avuto con il Liverpool per Agger che, però, nonostante la compatibilità economica come stipendio e il grande valore tecnico non convince come acquisto di gennaio per una serie di fattori come l’adattamento ad un campionato molto diverso (come accaduto per Dossena) e le attuali condizioni fisiche che non gli permetterebbero di dare subito il massimo. Inoltre i reds dovrebbero prima assicurarsi un altro difensore (considerando l’infortunio di Carragher) per poi lasciar partire il danese.

L’altro nome della lista di Bigon è quello di Ogbonna del Torino che sarebbe un acquisto forse migliore dal punto di vista della prospettiva (classe ’88) ma il Torino, che non ha necessità di vendere per tentare l’approdo in A e quindi alla montagna di ricavi dei diritti Tv, ha richiesto una cifra (superiore ai 10mln) fuori da ogni portata che rende il giocatore di fatto incedibile. Il colpo in difesa blocca anche la cessione in prestito di Santacroce che ha già trovato l’accordo con il Lecce. Il giocatore spinge per poter subito passare ai pugliesi in modo da iniziare giocare con continuità. Da non escludere le piste Astori e Mantovani che restano sotto osservazione nonostante le richieste eccessive dei club d’appartenenza. L’alternativa a questi nomi è rappresentata da Schulz dell’Hannover, elemento di esperienza e affidabilità, già bloccato (è inscadenza contrattuale) e pronto ad arrivare ad un prezzo contenuto nel caso non ci sia sbocco nelle altre trattative.

A centrocampo non è in dirittura d’arrivo Gokhan Inler così come da più parti si vociferava nella giornata di ieri. Il Napoli si è rifatto sotto ma l’Udinese, che in un primo momento aveva accettato due contropartite per far scendere la richiesta di 17mln, ora non semba disposta a scendere al di sotto di 15mln cash. Il nome di Kharja, invece, è legato esclusivamente al futuro di Blasi che andrebbe a sostituire nell’organico ma il Napoli intende farlo soltanto alla pari e senza alcun conguaglio (anche perchè non ha necessità e il marocchino di origini francesi sarebbe solo una seconda o terza scelta sia per il ruolo di mediano dietro Yebda che come trequartista dietro Sosa). Alla richiesta del Genoa di scambiare il giocatore con Cigarini sarebbe arrivato un rifiuto deciso (considerando la cifra che fu pagata per il centrocampista) e la controproposta di scambiarlo con Criscito più conguaglio ma la richiesta di Preziosi ha fatto subito tramontare l’ipotesi.

Il nome nuovo è rappresentato da Giaccherini del Cesena che potrebbe rappresentare una soluzione ideale come vice-Lavezzi, oltre che sulla sinistra in casi di emergenza tenendo conto delle grandi capacità atletiche e della grande generosità del giocatore. Da Cesena arrivano conferme su uno scambio con Blasi più il prestito di uno tra Maiello e Dumitru e un conguaglio di circa 3mln. In uscita, dopo la cessione in prestito di Bucchi al Pescara, bisogna piazzare anche Rullo in serie B e probabilmente verrà valutata la possibilità che Maiello possa giocare con continuità in prestito.

[Antonio Gaito – Fonte: www.tuttonapoli.net]