Napoli, hai meritato di essere qui: giocala senza pressioni, è un momento di crescita. Che sfizio se…

218 0

Il calcio non è una scienza esatta, altrimenti che noia. Anzi, è lo sport per eccellenza dove i pronostici sono fatti molto spesso per essere sovvertiti. Anche quelli che sembrano già scritti, magari marchiati col fuoco. Come quello per la partita di stasera insomma. Una gara che vedrà il Napoli aspirante grande confrontarsi con chi grande lo è sempre stato, ed in questo momento rappresenta una super potenza del calcio europeo. Quel Bayern Monaco che poi, tra le mura amiche dell’Allianz Arena, è praticamente imbattibile.

CHE SFIDA – Un momento di crescita. Non può essere etichettata in altro modo la partita di stasera. Che gli azzurri devono giocare senza sentire sulle loro spalle il peso di una pressione che sarebbe solo un avversario in più. Quello che poteva fare fino ad ora, la squadra di Mazzarri lo ha fatto: pareggio in casa del quotatissimo Manchester, vittoria interna con il Villarreal, e pareggio, sempre al San Paolo, contro i tedeschi. Insomma, un ruolino di marcia importante e sorprendente, se solo si pensa che il Napoli, in questo girone, era additato come la squadra che si sarebbe giocata insieme agli spagnoli l’approdo in Europa League. E invece oggi è a Monaco, dove va a contendere lo scettro di prima in classifica al potentissimo Bayern; consapevole di avere delle cartucce importanti da sparare, e soprattutto potendo contare sulla forza dimostrata sino ad ora: certi risultati non si ottengono per caso o per fortuna, essere qui significa averlo meritato. Essere qui, comporta un solo obbligo: quello di provarci.

E CHE SFIZIO… – Per gli otto mila napoletani che stasera affolleranno le tribune dell’Allianz, innanzitutto. E per i tanti emigrati in Germania, per i quali vedere gli azzurri qui è motivo di orgoglio. Un pò come quando l’Italia di Marcello Lippi fece fuori dai Mondiali la Nazionale tedesca a Dortmund, in casa sua e davanti a oltre cinquanta mila tifosi. Ecco, servirebbe lo spirito di quella squadra, la voglia sfrenata di sovvertire un pronostico tanto netto, oggi come allora. E poi per se stessi: ottenere un risultato positivo qui, farebbe aumentare a dismisura l’autostima della squadra. Servirà la partita perfetta, e potrebbe non bastare, come ha detto Mazzarri: occorrerà qualche errore del Bayern, e che il Napoli sappia approfittarne in maniera letale. Andiamo a vedere.

[Vincenzo Balzano – Fonte: www.tuttonapoli.net]