Napoli, otto protagonisti in cerca di sistemazione

Se il Napoli, come ha detto Mazzarri, il prossimo anno strabilierà, non sarà certo per alcuni giocatori che sono attualmente in rosa, ma che non rientrano nei piani del tecnico livornese. Sono diversi i giocatori da piazzare entro il 31 agosto, per lo più rientri da prestiti. L’unica eccezione alla è José Ernesto Sosa, già in rosa la scorsa stagione, ma reduce da un campionato sottotono. El Principito era tornato in Europa dopo l’esperienza anonima al Bayern Monaco nel 2007/08, pronto a prendersi una rivincita col Vecchio Continente. Invece pochi i lampi degni della fama che lo ha portato a Napoli e l’abbondanza di acquisti a centrocampo in questa sessione lo sta accompagnando verso l’uscita.

Su di lui non mancano le pretendenti: potrebbe restare in Italia, dove la squadra più argentina di Serie A, il Catania, è pronto a concedergli la prova d’appello. In alternativa, il ricordo lasciato all’Estudiantes non è stato scordato da tifosi e dirigenti del Pincha. Lui stesso gradirebbe il ritorno in biancorosso, ma come ammette lo stesso tecnico del team di La Plata, Miguel Angel Russo, la trattativa non sarà facile. Diversa la situazione degli altri “tagliati” partenopei: Amodio sembrava destinato un mese fa in Romania, al Cehalul, ma le ultime lo danno vicino al ritorno in patria, in quel Penarol che solo qualche settimana fa ha sfiorato il titolo sudamericano. L’altro uruguayano, Mariano Bogliacino, invece dovrebbe rimanere in Italia, sondato dal Bologna, mentre l’Atalanta sul trio Cigarini, Mannini, Rinaudo.

L’arrivo di Inler e Dzemaili ha sancito la bocciatura definitiva del regista parmigiano, che fu acquistato un paio di anni fa con grandi credenziali. Idem Mannini, protagonosta solo un paio d’anni fa della cavalcata fino al 4° posto della Samp e svalutatosi nel giro di 12 mesi, tanto da essere stato riscattato quasi gratuitamente. Il Napoli di Champions che sarà non conterà su di lui, così come su Rinaudo, rientrato dalla sfortunata parentesi alla Juventus. L’acquisto di Britos e Fernandez gli ha precluso le porte per una nuova avventura partenopea. Completano la lista dei giocatori in partenza Dumitru e Sepe. La Champions che arriva dopo 21 anni ha bisogno di gente collaudata per l’evenienza e per questi ultimi due l’invito sarà quello di ripresentarsi dopo essersi fatti le ossa altrove.

[Antonio Vitiello – Fonte: www.tuttomercatoweb.com]