Napoli quanto sei bello con le grandi

292 0

Come è bello giocare con le grandi. Sembra tutto più facile, tutto più tranquillo. Nessuna sbavatura, maggiore intensità, schemi provati in allenamento che funzionano alla perfezione, giocate meno banali che risultano vincenti. Da troppo tempo l’Udinese era una avversaria da “mettere” tra le grandi, una grande da battere quindi. Il Napoli visto stasera è il Napoli che adoriamo, il Napoli di un Pocho ispiratissimo, di un Maggio superlativo, di un Aronica stellare, di un De Sanctis da beatificare. Un Napoli che quando vede bianconero, finalmente anche sponda friulana, si esalta. Un primo tempo perfetto e una ripresa ben gestita regalano tre punti fondamentali per accorciare la classifica.

Una vittoria per rompere un incantesimo e ridare lustro al nostro campionato che personalmente resta l’obiettivo primario. Vincere con l’Udinese serve a ridare consapevolezza che questo Napoli con le grandi vola e che il campionato non è solo delle forze del Nord. Il gruppo sembra nuovamente compatto e le giocate di Lavezzi fanno ben sperare anche di ritrovare presto Cavani che ha bisogno degli assit del Pocho. Oggi il Matador si è sacrificato ancora una volta anche in difesa, a centrocampo e in fase di ripossesso palla. Ha provato anche a fare gol ma anche la rete tornerà presto, forse contro l’odiata Juventus che al San Paolo ci verrà a far visita dopo la sfida di Catania. Ora bisogna trovare solo un po’ di smalto e recuperare gli infortunati per tentare la doppia scalata. Avanti Napoli.

[Francesco Molaro – Fonte: www.tuttonapoli.net]