Numeri a Confronto: Mascara Fatale, Lopez Falloso

Partito bene, 8 punti alla fine di Settembre, il Bari di Ventura è andato giù in picchiata nei due mesi successivi del campionato, appena un punto racimolato che sommato ai precedenti vale ai galletti l’ultimo posto in classifica con non pochi record negativi: Cinque sconfitte consecutive, dalla 6^ alla 10^, quindi il pareggio a Verona e la sconfitta interna dalla quale è reduce, 0-1 conquistato dal Parma.

Il miglior marcatore del Bari, con 4 reti, è quel Barreto che nell’ultimo precedente a Catania ha fallito un tiro dagli undici metri e che in questa stagione di rigori se n’era già procurati tre; uno dei quali spedito a lato da Parisi proprio nella gara persa contro il Parma. Su quattro rigori, due segnati, due falliti. Delle nove reti siglate in totale, il brasiliano ne aveva messe a segno quasi la metà; mancherà, lui come anche Castillo e Rivas. Unici marcatori in campo saranno Alvarez e Parisi, e potenzialmente Kutuzov se Ventura decidesse di rischiarlo.

Penultimo attacco per prolificità, sono 4 le reti siglate dai baresi nei 5 precedenti giocati in trasferta; Terzultimo il Catania, con dieci segnature delle quali 7 nelle gare interne, media di 1,2 a partita. Le premesse per una gara dove il primo a segnare potrebbe anche vincere, o comunque metter una seria ipoteca su di un risultato positivo, ci sono tutte. Catania quarta miglior difesa del torneo, 11 reti subite, seconda classificata in casa, con appena 3 goal nella propria porta; meglio solo Bologna e Parma. Terza peggior difesa esterna è invece quella del Bari, ben 10 reti subite lontano dal San Nicola. I biancorossi come i rossazzurri segnano con maggior frequenza nei secondi 45’.

Il 90% delle reti subite dagli etnei arrivano da dentro l’area di rigore; l’89% per il Bari. Ammonta a 232’ l’imbattibilità interna degli etnei; Con 12 punti conquistati al Massimino il Catania è la terza formazione di A per rendimento interno; Il Bari è la penultima per quello esterno, solo 2 punti, due pareggi. Dei tre giocatori più utilizzati, sempre in campo, Ventura avrà a disposizione solo il portiere Gillet. Fuori Masiello e Barreto. Mancheranno anche Almiron e Donati, con 92% di presenze. Tre sempre in campo anche per il Catania, ma tutti disponibili: Andujar, Mascara e Silvestre. Izco, insieme a Maxi Lopez, è il secondo giocatore più utilizzato e quindi considerato da Giampaolo (92% di presenze). Bomber etneo è Lopez, con 2 reti, quindi, due difensori, due centrocampisti ed altri due attaccanti con un goal segnato.

I rossazzurri, con appena 18 ammonizioni, sono la seconda squadra più corretta del Campionato insieme alla Juventus. Solo 2 in più per il Bari; va analizzato come il minor numero di ammonizioni corrisponde al diverso modo di marcare espresso sia dal Catania che dal Bari, a zona e non a uomo, come delle altre formazioni tra le più corrette. In totale sono 10 i rossazzurri ammoniti, 12 i biancorossi. Di contro sono 26 le ammonizioni subite dagli avversari del Catania, 25 da quelli del Bari.

Già avvertita la formazione pugliese circa la pericolosità dei corner calciati da Mascara, due reti nelle ultime due partite, Maxi Lopez e Terlizzi; in complessivo sono ben 102 i cross effettuati dal calatino, 69 quelli di Alvarez, il miglior cross-man degli avversari. Andrea Masiello, con oltre 700 passaggi il faro del Bari, non sarà della partita. Fraseggia poco il Catania, il rossazzurro col maggior numero di passaggi è appena 42°, Silvestre, poco più di 400 tocchi verso i compagni. Mascara è il giocatore etneo col maggior numero di passaggi in fase offensiva, due assist, ed anche il maggior numero di conclusioni nello specchio, 27; Almiron per il Bari, 19 tiri, anche lui 2 assist, non ci sarà nemmeno lui.

Silvestre è il quinto giocatore del torneo per numero di rinvii difensivi. Con 27 contrasti vinti, è Biagianti il baluardo più soldio dei rossazzurri; Belmonte, 22, lo è per il Bari, ed in campo ci sarà, difensore. Lopez è il giocatore più falloso della serie A, ben 49 interventi non regolamentari; Mascara, con 33 falli subiti, è quello peggior trattato, dei rossazzurri, dalla difese avversarie.

[Marco Di Mauro – Fonte: www.mondocatania.com]