Palermo, Presidente Zamparini: “Per lo stadio solo qualche rallentamento burocratico. Mangia? Carta in più. Il mercato…”

236 0

Il Presidente del Palermo, Maurizio Zamparini, intervistato in esclusiva da Rosario Carraffa e Toni D’Anna per TuttoPalermo.net, nel corso del programma radiofonico “Giovedi nel Pallone”, in onda su Radio In 102 FM, ha parlato del nuovo movimento per i diritti sociali, della squadra rosanero e delle ultime notizie inerenti il nuovo stadio.

Cosa ci può dire di questo nuovo movimento per i diritti sociali di cui si è fatto promotore?
“E’ un movimento per la gente e invito tutti gli italiani a tornare protagonisti per riprenderci da questo Paese allo sfascio. I cittadini si sono messi da parte in questi ultimi anni e devono tornare ad essere al centro del Paese”.

Molti hanno criticato che il Palermo sul mercato si è mosso forse un pò in ritardo ed ha cambiato molto però le scelte si stanno dimostrando indovinate.
“Si le scelte sono state indovinate, quando ci sono dei cambiamenti ci sono sempre dei rischi, a noi è andata bene perchè questi cambiamenti ci stanno dando ragione. Siamo solo agli inizi, potranno esserci cali di tensione ma io spero di no. Vogliamo fare bene”.

Finalmente il Palermo ha un’allenatore allegro che ride molto dopo tanti allenatori “musoni”, può essere una carta in più?
“Io spero di si, perchè amo la risata e l’allegria. Lui e Sogliano hanno la mia massima fiducia, la squadra rende e risponde bene sul campo c’è poco poi da dire o da perdere le staffe”.

Molti tifosi volevano nuove informazioni sul nuovo stadio.
“Il problema del nuovo stadio è burocratico. Siamo pronti sia dal punto di vista finanziario che dal punto di vista del progetto. Nel nostro paese la burocrazia invece di favorire l’imprenditore che vuole creare posti di lavoro, crea intoppi inutili”.

[Marcello Scuderi – Fonte: www.tuttopalermo.net]