Parma – Inter 1-2: doppietta per Sanchez

2185

Parma Inter cronaca diretta live risultato in tempo reale

La partita Parma – Inter del 4 marzo 2021 in diretta: primo tempo con il freno tirato per la squadra di Conte che cambia passo nella ripresa ma si regala un finale sofferto dopo la rete di Hernani che ha riaperto i giochi

La cronaca con commento minuto per minuto

RISULTATO FINALE: PARMA-INTER 1-2 (2’T)

SECONDO TEMPO

49′ è finita! L’Inter passa a Parma 2-1 e si porta a 6 dal Milan. Gara sofferta per i nerazzurri che dopo un primo tempo contratto si sbloccano nella ripresa grazie a una pregevole doppietta di Sanchez. Al 26′ però una rete di Hernani cambia l’inerzia del match e padroni di casa che hanno provato a mettere i brividi nel finale senza però avere nitide palle gol. Vi ringraziamo per averci scelto e appuntamento ai prossimi live
47′ fallo di Darmian entrato in ritardo, giallo per lui. Punizione battuta dentro, deviazione della difesa in angolo: palla buttata dentro, allontana di testa Lukaku
46′ traversone in area dalla sinistra, blocco dei difensori e intervento in presa alto di Handanovic
45′ 4 minuti di recupero
45′ gioco fermo, a terra Vidal dopo un contrasto con Brugman a centrocampo. Il giocatore si rialza prontamente e possesso all’Inter
44′ bel duello tra Mihaila e Hakimi che di forza riesce ad avere la meglio in copertura
43′ percussione di Lukaku che viene arginato in area, resta in attacco l’Inter
42′ prova a restare alta la squadra di Conte, lasciato in offside Pellé
40′ sponda in area di Lautaro per il destro di Lukaku ma conclusione debole e centrale
39′ cambio nell’Inter con Darmian per Perisic mentre nel Parma esordio di Pellé al posto di Hernani
38′ buona copertura di Bastoni su Karamoh che commette fallo
35′ giocata di Karamoh quasi al limite, spende un fallo da dietro Lautaro per rischiare guai maggiori. Sulla palla c’è Hernani che si aggiusta il pallone, siamo ai 25 metri in posizione leggermente defilata. Batte Hernani, muro della barriera quindi palla buttata in area dove in spaccata allontana Skriniar, Inter resta pò schiacciato
35′ sale il Parma che prova a schiacciare sulla trequarti l’avversario, molto bassi gli esterni nerazzurri
33′ cross di Karamoh per Mihaila che la spizza ma non riesce a direzionare il pallone bloccato comodamente da Handanovic
31′ azione a tre con Lukaku in area su Lautaro, scambio tentato con Hakimi ma passaggio di ritorno leggermente impreciso a favorire l’intervento della difesa
30′ lascia il campo Sanchez, autore oggi di una doppietta: al suo posto Lautaro Martinez
28′ ci crede ora il Parma che è riuscito ad andare in profondità prendendo un pò in controtempo la difesa avversaria
26′ HERNANI!!! ACCORCIA LE DISTANZE IL PARMA! Kucka vede la sovrapposizione di un compagno che crossa lungo sul secondo palo dove il compagno conclude da due passi con un rasoterra e Perisic non riesce a murarlo
25′ ottima copertura di Vidal in ripiegamento su Inglese in area su pericolo nato a un disimpegno fuori misura di Skriniar su Brozovic
24′ lancio di Bastoni per Sanchez fermato in offside
22′ un cambio nell’Inter con Vidal che prende il posto di Eriksen che ha recuperato un primo tempo un pò opaco con alcuni buoni lanci in profondità
21′ tre cambi nel Parma: in campo Pezzella per Gagliolo, Busi per Valenti e Inglese per Kucka
20′ altra bella verticalizzazione di Eriksen su Sanchez, questa volta Bani lo anticipa in fallo laterale
18′ lancio millimetrico di 40 metri di Eriksen in campo aperto per Sanchez, pennellata in area sul secondo palo su Lukaku e colpo di testa di poco a lato!
17′ SANCHEZ!!! 2-0 INTER!!! Verticalizzazione per Lukaku che attacca la trequarti in posizione centrale e poi vede intelligentemente libero il compagno a centroarea, palla piazzata con il destro e Sepe battuto!
15′ punizione di Hernani in area verso il secondo palo per Osorio, colpo di testa alto
13′ altro duello tra Mihaila e Skrinar con l’attaccante che riesce a scodellarla in area, allontana Ekiksen in ripiegamento
11′ liberato in area da Bastoni Perisic che è rapido a concludere sul primo palo ma alza la mira!
9′ SANCHEZ!!! INTER IN VANTAGGIO!!! Giocata di Brozovic in area per Lukaku, tocco dalla difesa con il numero 7 nerazzurro bravo a crederci nel movimento in area e conclusione da due passi salvatata alla disperata da Gagliolo quando aveva già varcato la linea di porta!
8′ pressing falloso di Skriniar su Mihaila, punizione Parma e proteste di Brozovic
7′ filtrante in area di Skriniar per Lukaku partito in posizione di offside
6′ anticipo di Bastoni su Karamoh che poi sbraccia su Brozovic regalando punizione ai nerazzurri
4′ Inter a piccolo trotto fa girar palla verso sinistra, lancio in area di Ekiksen per Sanchez anticipato da Bani
2′ si riprende a giocare e c’è movimento sulle due panchine, su quella nerazzurra c’è Lautaro e Young
1′ gioco fermo, scontro di gioco tra de Vrij e Kucka. I giocatori di scontrano fortuitamente e restano a terra, in campo lo staff medico delle due squadre. Nessun problema per il difensore nerazzurro, un pò acciaccato il centrocampista ducale
si riparte! Calcio d’avvio battuto dal Parma
le squadre tornano in campo, nel Parma non c’è Man, al suo posto Mihaila

PRIMO TEMPO

48′ si chiude il primo tempo tra Parma e Inter. Gara bloccata con i padroni di casa ben messi in campo che hanno provato a giocare alti e compatti dando pochi spazi alla manovra ospite che al momento ha vissuto solo di alcune fiammate di Hakimi e Lukaku oltre a dei buoni tagli di Sanchez. Poche le occasioni gol: da una parte reattivo Handanovic in occasione di un colpo di testa ravvicinato di Kurtic dall’altra doppia chance in area prima con Skrinar quindi con Perisic. Appuntamento fra qualche minuto per seguire assieme il secondo tempo del match
46′ cross delizioso di Kurtic, spizzata sul primo palo di Man, sfera che supera di poco la traversa e finisce sul fondo!
45′ pennellata in area di Perisic per Lukaku che non arriva di testa grazie alla copertura efficace di Bani, palla sul fondo
45′ 3 minuti di recupero
44′ prova a stringere i tempi l’Inter: su cross basso dal fondo di Sanchez in area cicca un pò il pallone Brozovic e nulla di fatto
42′ il gioco riparte con il giocatore che prova a chiudere almeno il primo tempo
41′ ancora problemi per Man che è nuovamente a terra, gioco ancora fermo e staff medico in campo
40′ pressione fallosa di Gagliolo su Hakimi, guadagna metri la squadra di Conte
39′ lungo lancio di Eriksen per Sanchez con Bani che alleggerisce per Sepe
38′ senza fretta rilancia Sepe, buon anticipo di Brozovic, quindi palla a Barella, filtrante in area per Lukaku e diagonale sul primo palo respinto con i piedi da Sepe!
36′ possesso palla con il 60% per il Parma al momento, dato un pò insolito considerando il possesso palla spesso reiterato della squadra di Conte
34′ gioco fermo, problemi ancora per Man. Il giocatore accusa ancora il colpo preso da Bastoni in testa e viene portato a bordo campo
33′ punizione per Eriksen, una sorta di corner corto: palla in area prima per Skriniar murato qunidi secondo tentativo per Perisic e conclusione respinta da Sepe! Dall’altra parte ottimo dribbling al limite di Karamoh che in area poi si fa rimontare
31′ uno due molto bello tra Lukaku e Hakimi che entra in area, cross basso sul secondo palo con Eriksen più avanti dal pallone che non riesce a colpire da due passi!
29′ avvio non semplice per i nerazzurri che non riescono ancora a fare un possesso palla in verticale, qualche appoggio errato di troppo in questo avvio. Parma spavaldo si mantiene compatto e alto in difesa
27′ pressione alta ma fallosa di Bastoni su Man, punizione a centrocampo per la squadra di casa. Gioco fermo con Man a terra e staff medico in campo a verificare le condizioni del giocatore. Tutto ok si riprende
25′ caparbia azione di Karamoh che recupera una palla sa lui persa sulla trequarti e serve in area Man ma sul cross basso non trova compagni
23′ cross teso di Hakimi ma traiettoria troppo lunga per tutti con sfera che si perde in fallo laterale
22′ lancio in area per Sanchez, bel taglio e palla deviata dalla difesa in angolo: batte Eriksen, l’arbitro vede una spinta in attacco su Bani di de Vrij
22′ pennellata in area di Gagliolo per Man che sfiora solo di testa il pallone recuperato dai nerazzurri
20′ scambio tra Eriksen e Sanchez, verticalizzazione per Lukaku ma palla intercettata dalla difesa
19′ azione personale di Lukaku che su sventagliata di Barella si accentra entrando in area ma alza la mira!
16′ prova l’azione avvolgente l’Inter palla a terra, ben arroccato il Parma sulla sua trequarti campo. Break di Man che soffia palla a Eriksen, fallo sistematico e giocatore graziato dal giallo
15′ cross di Hernani per il colpo di testa ravvicinato di Kucka, ottimo riflesso di Handanovic che respinge di pugni!
14′ prova la conclusione dal limite in posizione centrale per Karamoh, palla sopra la traversa
13′ ostica la copertura difensiva in questo avvio di Kurtic su Lukaku
10′ possesso palla prolungato del Parma, riparte l’Inter con Eriksen filtrante su Sanchez che lascia scorrere su Perisic che invano si sforza per tenere la palla in campo
8′ si riprende dal rinvio di Sepe, nessun problema per il centrocampista nerazzurro
7′ sventagliata a destra per Lukaku, si mette davanti Valenti che copre palla e prende il fallo. Gioco fermo con Barella che zoppica un pò a seguito dell’ultimo costrasto di gioco
5′ palla bassa buttata dentro da Osorio, sulla traiettoria Brozovic che devia in angolo: palla che arriva in area per Kucka, tiro murato da de Vrij quindi Man prova a recuperar palla in area e finisce a terra. VAR in corso, si gioca, nessun intervento falloso
4′ duro intervento a centrocampo su Hakimi di Gagliolo, a terra l’esterno nerazzurro. Non è stato necessario l’intervento dello staff medico, una semplice botta
3′ dall’altra parte lancio in profondità di Osorio ma palla imprendibile per Man, blocca Handanovic
2′ Lukaku serve in area di Hakimi, ingresso in area con i giusti tempi e cross basso ma sul primo palo Sepe con una mano ne cambia la traiettoria non consentendo il tap in dei nerazzurri
1′ lancio di Bastoni su Perisic che ti prima prova a servire in area Lukaku ma passaggio troppo lungo
partiti! Calcio d’avvio battuto dall’Inter
capitani a centrocampo per decidere chi batterà il calcio d’avvio
le squadre fanno il loro ingresso sul terreno di gioco, tutto pronto all’inizio del match!
20.35 le squadre hanno ultimato il riscaldamento e sono pronte ad affrontarsi
Un saluto ai lettori di Calciomagazine, conto alla rovescia per Parma – Inter, posticipo della 25ma giornata di Serie A. Seguiremo il match con il commento in tempo reale.

TABELLINO

PARMA (4-3-3): 1 Sepe; 13 Bani, 30 Valenti (dal 21′ st 42 Busi), 24 Osorio, 7 Gagliolo (dal 21′ st 3 Pezzella); 23 Hernani (dal 39′ st 9 Pellè), 15 Brugman, 14 Kurtic; 33 Kucka (dal 21′ st 45 Inglese); 10 Karamoh, 98 Man (dal 1′ st 28 Mihaila). A disposizione: 34 Colombi, 2 Iacoponi, 8 Grassi, 18 Cyprien, 19 Sohm, 22 Bruno Alves, 32 Brunetta. Allenatore: D’Aversa
INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 6 de Vrij, 95 Bastoni; 2 Hakimi, 23 Barella, 77 Brozovic, 24 Eriksen (dal 22′ st 22 Vidal), 14 Perisic (dal 39′ st 36 Darmian); 9 Lukaku, 7 Sanchez (dal 30′ st 10 Lautaro). A disposizione:  97 Radu, 5 Gagliardini, 8 Vecino, 11 Kolarov, 12 Sensi, 13 Ranocchia, 15 Young, 33 D’Ambrosio, 99 Pinamonti. Allenatore: Conte
Reti: al 9′ st Sanchez, al 17′ st Sanchez, al 26′ st Hernani
Ammonizioni: Darmian
Recupero: 3 minuti nel primo tempo, 4 minuti nella ripresa

Dove vederla in TV e in streaming

L’incontro Parma – Inter, valevole per il posticipo della venticinquesima giornata del campionato di Serie A 2020/2021, verrà trasmesso in diretta ed in esclusiva su Sky Sport Uno, Sky Sport Serie A e sul numero 251 del satellite. La sfida del Tardini si potrà vedere anche in streaming grazie al servizio SkyGo, l’applicazione gratuita messa a disposizione da Sky agli abbonati: si potrà facilmente scaricare su dispositivi come pc, smartphone e tablet. Un’ulteriore alternativa è rappresentata da Now Tv, servizio di streaming live e on demand di Sky grazie a cui si può assistere al meglio della programmazione della tv satellitare, previo acquisto di uno dei pacchetti proposti.

La presentazione del match

PARMA – Questa sera, giovedì 4 marzo, alle ore 20.45 andrà in scena Parma – Inter, incontro valevole per il posticipo della venticinquesima giornata del campionato di Serie A 2020/2021. Scelte le formazioni che scenderanno in campo: qualche novità nel Parma con dentro Valenti in difesa mentre in avanti Man con Karamoh mentre Kucka fungerà da trequartista. Nell’Inter scartata l’ipotesi del turn over, torna dal primo minuto Hakimi che ha scontato la squalifica quindi in avanti spazio a Sanchez preferito a Lautaro Martinez a far coppia con Lukaku. Di seguito la cronaca con commento in diretta del match che sarà diretto dall’arbitro Pasqua. Da una parte c’è la squadra emiliana che è reduce da due pareggi consecutivi subiti in rimonta, contro Udinese e Spezia, e in classifica occupa la penultima posizione solitaria con 15 punti. Dall’altra parte troviamo la squadra di Conte che è reduce dal netto successo casalingo contro il Genoa ed in classifica occupa il primo posto con 56 punti, +3 sul Milan. I nerazzurri hanno la grande opportunità di allungare in vetta visto il pareggio dei rossoneri contro l’Udinese. I precedenti in terra emiliana sorridono al Parma che ha ottenuto 14 vittorie in 26 partite giocate contro i soli 6 successi della squadra nerazzurra, 6 anche i pareggi. Nella sfida giocata la scorsa stagione successo in rimonta per la squadra di Conte mentre nella gara d’andata di questo campionato pareggio a San Siro. La sfida del Tardini verrà diretta dal signor Pasqua della sezione di Tivoli.

QUI PARMA – D’Aversa potrebbe mandare in campo la sua squadra col 4-3-3 con Sepe in porta, pacchetto difensivo composto da Busi e Pezzella sulle corsie esterne mentre nel mezzo spazio a Valenti e Osorio. A centrocampo Brugman in cabina di regia con Hernani e Kurtic mezze ali mentre davanti spazio al tridente offensivo composto da Kucka, Karanoh e Mihaila.

QUI INTER – Idee molto chiare per Conte che dovrebbe mandare in campo la sua squadra col classico 3-5-2 con Handanovic in porta, pacchetto difensivo composto da Skriniar, De Vrij e Bastoni. A centrocampo Brozovic in cabina di regia con Barella e Eriksen mezze ali mentre sulle corsie esterne spazio ad Hakimi e Perisic. In attacco tandem offensivo composto da Lukaku e Sanchez.

Le parole di D’Aversa e Conte

D’Aversa: “Arriviamo da due partite in cui l’aspetto positivo è che abbiamo finito in crescendo a livello fisico, dove abbiamo mostrato di essere vivi ma il rammarico è che se avessimo raccolto quattro punti non avremmo rubato nulla, e staremmo parlando di una classifica, deficitaria, ma diversa, soprattutto per il morale dei ragazzi e dell’ambiente. Bisogna guardare avanti, analizzare il fatto che lo Spezia aveva surclassato il Milan, credere nel nostro potenziale e nelle qualità, e ragionare sugli errori che non ci stanno permettendo di portare a casa il risultato. Alla lunga e nell’immediato dobbiamo capire che non ce lo possiamo più permettere. Una problematica ce la siamo tolta perché in queste due partite abbiamo fatto due gol sia con Udinese che con lo Spezia, e abbiamo creato altre situazioni e anche con lo Spezia potevamo andare sul 3-1. E’ importante, a volte basta un aspetto negativo in un momento in cui le cose non vanno benissimo, e dobbiamo cercare di sfruttarlo. Quando c’è la possibilità di ammazzare la partita dobbiamo farlo, in questo momento l’avversario anche stando sotto 2-0 è convinto di poter recuperare. E’ una qualità che noi avevamo, spesso e volentieri quando si passava in vantaggio si poteva stare lì giorni a non prendere gol. Dobbiamo cambiare questo aspetto, sacrificarsi per il risultato, e parlo per tutti, anche per i giocatori che hanno qualità tecniche, fisiche e di qualità”. 

Conte: “Mi aspetto un match difficile, ci hanno sempre creato dei problemi con una sola nostra vittoria e due pareggi da quando sono qui. In questo momento ha una classifica pesante, ma ha anche esperienza e qualità, un ottimo tecnico e perciò servirà grande attenzione. Serve il giusto approccio contro una squadra che sa proporsi e far male in ripartenza. Quest’anno abbiamo battuto la squadra che ha vinto per nove anni di seguito e che vorrebbe vincere ancora. Credo sia importante, anche perché l’anno scorso ci avevano battuto sia all’andata sia al ritorno, consolidando il loro strapotere. La nostra vittoria ha portato autostima e consapevolezza, dopo un anno e mezzo per forza devi crescere, nelle individualità e sul piano del collettivo, nella mentalità e nella determinazione. Mancano 14 partite, dovremo dimostrare di essere cresciuti totalmente e c’è solo un modo per farlo: vincere lo scudetto. In Serie A è difficile non lasciare punti, ogni match nasconde insidie. Dovremo mantenere un buon ritmo, ogni gara da qui alla fine deve essere una finale per noi. Più si accorcia il margine dal traguardo più entrano in gioco fattori psicologici, legati alla personalità. Ora serve un passo avanti totalitario”.

Le curiosità del match

Considerando tutte le competizioni, Romelu Lukaku ha segnato 58 gol con la maglia dell’Inter; da quando veste nerazzurro (2019/20): tra i giocatori dei top-5 campionati europei hanno fatto meglio solo in due, Lewandowski (89) e Ronaldo (63).

Alessandro Bastoni ha giocato 24 gare e segnato una rete nella stagione 2018/19 con la maglia del Parma: il difensore nerazzurro, dal 2018/19 ad oggi è l’unico giocatore di movimento italiano nato dopo l’1/1/1999 ad aver collezionato almeno 20 presenze in ciascuno degli ultimi tre campionati di Serie A (24 con il Parma 2018/19, 25 con l’Inter 2019/20, 21 con l’Inter 2020/21).

Nicolò Barella ha fatto il suo esordio di Serie A nel maggio 2015 proprio contro il Parma.

Yann Karamoh ha esordito in Serie A con la maglia dell’Inter (17 presenze di campionato) – nel suo unico confronto nella competizione contro i nerazzurri ha segnato un gol e servito un assist, nel 2-2 dell’ottobre 2019.

Antonio Conte ha affrontato dieci volte il Parma in Serie A: per l’attuale allenatore dell’Inter sei successi, quattro pareggi e nessuna sconfitta.

Le probabili formazioni di Parma – Inter

PARMA (4-3-3): Sepe; Busi, Valenti, Osorio, Giu. Pezzella; Hernani, Brugman, Kurtic; Kucka, Karamoh, Mihaila. Allenatore: D’Aversa

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Eriksen, Perisic; Lukaku, Sanchez. Allenatore: Conte

STADIO: Ennio Tardini

Articoli correlati