Petkovic: “Molto contento dell’orgoglio della squadra ma dobbiamo migliorare nel possesso palla”

logo-lazioTORINO Un gol rocambolesco, un pareggio insperato, il 16esimo risultato utile consecutivo: la Lazio esce dallo Juventus Stadium con un 1-1 che la fa ben sperare in vista del ritorno. La rete di Federico Peluso sembrava aver chiuso la partita, ma la zampata di Stefano Mauri dimostra che gli uomini di Vladimir Petkovic ci hanno creduto fino alla fine.

La prova dei suoi? Ha rivisto le immagini del primo gol della Juventus?

Sono molto contento dell’orgoglio della squadra, ma dobbiamo ancora migliorare nel possesso palla. Nel secondo tempo siamo andati in difficoltà, dobbiamo essere più propositivi. Con più cattiveria si poteva fare di più. Sul gol Lulic è stato spinto, purtroppo ancora una volta abbiamo subito. Spero tra 7 giorni di avere il nostro pubblico che ci spinge per 90 minuti per eliminare questa forte Juventus.

Ha visto progressi nell’atteggiamento in trasferta?

Nel secondo tempo ci hanno un po’ schiacciato, ma per il resto penso che abbiamo fatto bene. E’ mancata la cattiveria sotto porta, ma il morale è alto. Penso che abbiamo fatto meglio della Juventus.

Sull’1-0 ha rischiato tatticamente? Come si aspetta la gara del ritorno?

Non mi piace mai perdere, voglio sempre dare tutto per vincere. Siamo passati a 4, un rischio calcolato, ma poi con Brocchi siamo tornati a 3. L’1-1 non dà vantaggi particolari, la Juve è forte anche fuori casa. Dopo due pareggi da loro, li aspetto volentieri qui da noi.

Si è complimentato con Marchetti?

Mi complimento sempre con tutti i giocatori, stasera con Marchetti, Lulic e Mauri, che sono stati coinvolti nelle azioni chiave della gara.

Klose rientrerà con il Chievo?

Dobbiamo vedere come sta, era pericoloso farlo rischiare. E’ meglio fargli perdere 2-3 partite che 2-3 mesi.

[Stefano Fiori – Fonte: www.lalaziosiamonoi.it]