Polonia-Italia da dentro-fuori: i precedenti e le statistiche

Polonia Italia live cronaca risultato tempo reale

Italia e Polonia è una sfida da dentro-fuori e lo sanno bene entrambe le nazionali che saranno pronte a darsi battaglia questa sera alle ore 20.45 a Chorzov nello stadio Slaski

CHOROZW – L‘Italia, per la seconda volta nel giro di 11 mesi, si ritrova a dover vincere uno scontro diretto per centrare una qualificazione. Questa volta di mezzo c’è anche lo spettro della retrocessione in Lega B della UEFA Nations League, il che sarebbe disastroso per una Nazionale di blasone come la nostra. La sfida contro la Polonia non sarà affatto facile per gli Azzurri visto che nella nazionale biancorossa militano molti giocatori che hanno giocato e che giocano tutt’ora nella nostra Serie A.

I precedenti e le statistiche di Polonia-Italia

Vediamo se almeno la storia è dalla nostra parte: i precedenti tre le due squadre sono 15 e trovano l’Italia in vantaggio rispetto ai polacchi. Le vittorie azzurre sono 5 e l’ultima risale all’11 novembre 2011: in quell’occasione furono Balotelli e Pazzini a decidere la sfida che finì 0-2 in quel di Breslavia. Le vittorie dei nostri avversari sono state, invece, 3 con l’ultima che risale a 15 anni fa: in quell’occasione la nazionale allenata di Trapattoni cadde 3-1 a Versavia, in quell’occasione per noi andò a segno Antonio Cassano, all’epoca ventunenne. Ma sono ben 7 i pareggi tra le due compagini e l’ultimo risale proprio al recentissimo 7 settembre, quando a Bologna gli Azzurri non riuscirono ad andare oltre l’1-1.

La situazione in classifica

In questo momento entrambe le squadre hanno un solo punto in classifica, essendo state sconfitte tutte e due dal Portogallo. In caso di pareggio, sia Italia che Polonia sarebbero costrette ad andare a fare risultato contro il Portogallo (già sicuro della permanenza in Lega A). In caso di vittoria l’l’Italia condannerebbe la Polonia per andarsi a giocare il primo posto con gli iberici, in caso contrario sarebbe la Polonia a doversi scontrare con Andrè Silva e compagni per l’accesso diretto a Euro 2020.