Roma – Bodo/Glimt 4-0: poker giallorosso, gara senza storia

1425

Roma Bodo/Glimt cronaca diretta live risultato in tempo reale

La partita Roma – Bodo/Glimt del 14 aprile 2022 in diretta:  i giallorossi chiudono la pratica in meno di mezz’ora. Rete iniziale di Abraham poi tripletta per Zaniolo

ROMA – Giovedì 14 aprile, alle ore 21, allo Stadio Olimpico, si giocherà Roma – Bodo/Glimt, gara di ritorno dei quarti di finale di Conference League 2021/2022. Per accedere alla semifinale la squadra di Mourinho deve ribaltare il 2-1 dell’andata, quindi vincere con due gol di scarto; in caso di pareggio si andrà ai supplementari ed eventualmente ai rigori.

La cronaca con commento minuto per minuto e tabellino

RISULTATO IN DIRETTA: ROMA-BODO/GLIMT 4-0

SECONDO TEMPO

45' 4' E' finita! La Roma va in semifinale dopo aver annichilito il Bodo! Grazie per averci seguito, alla prossima! 

45' Ci saranno quattro minuti di recupero.

43' Entrano Nordas e Kvile, escono Wembangomo e Solbakken. 

40' Abraham, Mkhitaryan e Zalewski escono: li sostituiscono Veretout, Carles Perez e Maitland-Niles. 

38' Mugisha sostituisce Koomson. 

36' Mezza rovesciata di Boniface in area, ma la sfera è altissima: nessun pericolo per la Roma. 

35' Mancano dieci minuti al fischio finale. Il risultato è ormai in ghiaccio.

34' Ci prova Boniface: non va.

31' Sérgio Oliveira sostituisce Pellegrini.

28' Mugisha rimpiazza Koomson. 

26' Fallo di Pellegrini su Wembangomo.

25' Roma ancora alla grande in palla durante questo match.

20' Zalewski è in offside: gioco fermo.

17' Punizione per un fallo del neo entrato Afena-Gyan su Høibråten.

16' Moe cede il posto a Boniface. Espejord viene sostituito da Sery Larsen.

15' Esce, tra le ovazioni, Zaniolo: lo sostituisce Afena-Gyan.

14' Punizione per fallo di Espejord su Mancini.

12' Tentativo di Solbakken che però non riesce a trovare la porta.

10' Primi dieci minuti della ripresa, Roma sostanzialmente imprendibile: è avanti per 4-0.

9' Ammonito Mancini per un fallo su Solbakken.

8' Mkhitaryan ribatte un tiro. I giallorossi stanno dilagando.

4' Pazzescoooooooooooooo! Ancora Zaniolo, autore stavolta di un tremendo sinistro in diagonale! Quarto goal per la Roma e tripletta personale per il giovane talento capitolino!

2' Ricordiamo che la vincente di questa sera affronterà in semifinale il Leicester.

1' Comincia il secondo tempo.

PRIMO TEMPO

45' 1' Finisce la prima frazione. La Roma ha stritolato il Bodo/Glimt, ora nella ripresa sarà importante non abbassare la guardia. 

45' Ci sarà un minuto di recupero.

41' Ci avviciniamo al termine del primo tempo. Finora si è vista in campo una sola squadra.

40' Si fa sotto ancora Abraham ma il pallone, decisamente impreciso, è alle stelle.

39' Abraham, dopo un tiro respinto a Pellegrini, non trova il tempo sotto porta e fallisce un possibile poker.

38' Wembangomo calcia una punizione dopo aver ricevuto un fallo da Cristante, ma il risultato è un nulla di fatto.

36' Punizione battuta da Hagen per un fallo di Mancini su Solbakken.

30' Prima mezz'ora di gioco con un passivo già pesante per gli ospiti: la Roma, infatti, conduce 3-0.

28' Zanioloooooooooooo! Il giocatore, ottimamente servito da Zalewski, scatta sul filo del fuorigioco e supera Haikin! Arriva il tris! Roma stellare!

27' Conclusione di Vetlesen, ma Rui Patrício para.

23' Zaniolo cerca subito il tris ma, davanti alla porta, il suo mancino sorvola la traversa.

22' Zanioloooooooooooooooooooooooo! Grande rete con Pellegrini che manda dentro Nicolò di prima intenzione! L'Olimpico impazzisce e i giallorossi raddoppiano!

19' Zaniolo prova il tiro ma non trova la porta.

15' Abraham spedisce di pochissimo fuori! Occasionissima per la Roma!

13' Cross dalla destra di Karsdorp, sfera viene raccolta da Mkhitaryan, che fa partire un destro mandandolo di poco out.

9' Punizione battuta da Haikin. Gli ospiti devono cercare di reagire: dopo appena cinque minuti di gioco sono già andati sotto di un goal.

8' Solito 4-3-3, invece, per i norvegesi, con il ritorno dal primo minuto di Solbakken che sulla sinistra sostituisce Pellegrino.

7' Zaniolo si libera sulla destra dell'area e crossa in area, Abraham riesce di testa ad anticipare l'avversario ma Haikin non si fa sorprendere.

6' In tribuna c'è anche l'ex capitano Francesco Totti.

5' Gooooooooooooooooooooool! Roma in vantaggio! Azione nata da calcio d'angolo: prima Cristante, poi Abraham per il sigillo vincente!

4' In difesa stasera è tornato titolare Mancini. 

3' Zaniolo commette fallo su Wembangomo. Punizione battuta da Høibråten.

2' A sorpresa Mourinho schiera dal primo minuto Zaniolo, con Sérgio Oliveira che parte invece dalla panchina. 

1' La partita è cominciata. Subito un calcio d'angolo in favore della Roma. Palla in mezzo, nulla di fatto dai successivi sviluppi.

Buonasera dallo stadio Olimpico di Roma. È tutto pronto per la sfida di ritorno della Conference League. Giovedì 14 aprile dalle ore 20 le formazioni ufficiali, dalle ore 21 la cronaca con commento in diretta della partita. 

TABELLINO

ROMA (3-5-1-1): Rui Patricio; Mancini, Smalling, Ibanez; Karsdorp, Cristante, Mkhitaryan (40' st Carles Perez), Pellegrini Lo. (31' st Sérgio Oliveira), Zalewski (40' st Maitland-Niles); Zaniolo (15' st Afena-Gyan); Abraham (40' st Veretout). A disp.: Boer, Fuzato, Vina, Carles Pérez, Shomurodov, Maitland-Niles, Veretout, Kumbulla, Sérgio Oliveira, Bove, Afena-Gyan, El Shaarawy. All. Mourinho

BODO/GLIMT (4-3-3): Haikin; Sampsted, Moe (16' st Boniface), Hoibraaten, Wembangomo (43' st Nordas); Vetlesen, Hagen, Saltnes; Solbakken (43' st Kvile), Espejord (16' st Sery Larsen), Koomson (28' st Mugisha). A disp.: Smits, Sery Larsen, Boniface, Pellegrino, Konradsen, Brunstad Fet, Selvag Nordas, Kvile, Mugisha. All. Knutsen

Reti: 5' pt Abraham, 22' e 28' pt, 4' st Zaniolo

Ammoniti: Mancini 

Recupero: 1' pt, 4' st

Formazioni ufficiali della partita

ROMA (3-5-1-1): Rui Patricio; Mancini, Smalling, Ibanez; Karsdorp, Cristante, Mkhitaryan, Pellegrini Lo., Zalewski; Zaniolo; Abraham. A disposizione: Boer, Fuzato, Vina, Carles Pérez, Shomurodov, Maitland-Niles, Veretout, Kumbulla, Sérgio Oliveira, Bove, Afena-Gyan, El Shaarawy. Allenatore: Mourinho

BODO/GLIMT (4-3-3): Haikin; Sampsted, Moe, Hoibraaten, Wembangomo; Vetlesen, Hagen, Saltnes; Solbakken, Espejord, Solbakken. A disposizione: Smits, Sery Larsen, Boniface, Pellegrino, Konradsen, Brunstad Fet, Selvag Nordas, Kvile, Mugisha. Allenatore: Knutsen

Le parole di Mourinho alla vigilia

“Stiamo bene, vogliamo giocare. Ovviamente, giovedì, domenica, due partite difficili, domenica siamo andati appresso al risultato. Però adesso ci sono stati tre giorni, un tempo normale per un recupero completo. I ragazzi stanno tutti bene, non c’è un ragazzo infortunato, ci siamo tutti, Spinazzola solo ancora non può partire dall’inizio. Sappiamo che è difficile, sappiamo che l’avversario è un avversario con qualità, sappiamo che al momento è 2-1 per loro. Non c’è nulla di nuovo. Domenica stavamo sotto 1-0 con la Salernitana. Ora 2-1 per il Bodo. Abbiamo 90 minuti per vincere questa gara. Sarà difficile, non ci aspettiamo altro che una gara difficile, ma siamo forti, siamo preparati e molto fiducioso dei miei. Quello che è successo giovedì scorso è una situazione fuori dal contesto. La partita è stata normale, il fine partita è stato normale, 45 minuti dopo la partita è stato tutto normale. E poi un episodio brutto, però isolato da tutto il contesto. Noi avremo il vantaggio del nostro stadio. Della nostra gente. In queste situazioni a eliminazione diretta il sostegno del pubblico può essere determinante. Vogliamo giocare a pallone, come pure nelle altre partite. Compresa quella persa 6-1. Domani mi aspetto una partita di calcio, che vinca il più bravo e sono convinto che i più bravi siamo noi.  La panchina come soluzione è molto molto importante. Io in questo momento penso l’esatto contrario di quello che pensavo nei momenti di difficoltà. Nei momenti di difficoltà la panchina aveva poche soluzioni. In questo momento in panchina abbiamo quattro, cinque, sei giocatori che hanno giocato tante volte da titolare e sono giocatori di qualità diversa dagli altri. Contro la Salernitana, senza quella panchina lì non avremmo vinto quella partita. Giocavamo contro una squadra ultradifensiva. Avevamo bisogno di freschezza, di altre soluzioni tattiche, abbiamo cambiato, cambiato, fino a trovare una soluzione per il pareggio. Ed è molto importante. Domani ci sono magari 5-6 cambi da fare, se arriviamo alla soluzione dei 6 cambi significa che solo 4 giocatori giocheranno 120 minuti. Anche chi ha visto Real-Chelsea avrà capito quanto le due panchine abbiano inciso nel risultato. Con la Salernitana abbiamo iniziato a tre dietro e finito a quattro. Inizialmente con una punta, poi con due. Non abbiamo sorprese tattiche da presentare. Il discorso durante la partita con la Salernitana è stato semplice. Se voglio andare ai rigori? No, non voglio andare ai rigori. Cercheremo di vincere nei novanta minuti. Ma, come dicevo prima, la loro squadra è da rispettare, è una buona squadra”.

Le parole di Mkhytarian alla vigilia

“Quello che abbiamo fatto in passato è la storia. Domani sarà una gara diversa e dovremo mostrare che siamo capaci di battere il Bodo. Non dobbiamo pensare a quante partite abbiamo disputato in campo internazionale o che abbiamo ha vinto l’Europa League. Quella di domani è una partita che si gioca con la testa. A nessuno interessa cosa hai vinto o cosa hai fatto in passato. Domani dobbiamo giocare, dobbiamo dimostrare che siamo forti. Dobbiamo vincere la partita. È l’unica cosa che ci interessa. Ovunque io sia andato, ho voluto vincere un trofeo, ho voluto lasciare il mio nome. È un’ambizione che ho avuto sempre, quella di vincere qualcosa, perché non gioco a pallone solo per giocare, per divertirmi. Per me giocare a pallone significa vincere, perché alla fine della tua carriera calcistica quella è l’unica cosa che rimane. Mi piacerebbe segnare di più e fare più assist, però è il calcio e dobbiamo giocare con la squadra. Per me la cosa più importante è giocare, e non importa se a sinistra, a destra, come trequartista o centrocampista. Conta giocare e aiutare la squadra a vincere le partite, perché il calcio è uno sport di gruppo e non individuale. Da quando sono a Roma, avverto la passione di gente che parla sempre di vincere qualcosa e di cosa hanno vinto. Per me è sempre stato chiaro che sono qui per vincere qualcosa. Ovviamente è difficile, ma se ci riusciremo sarà una cosa pazzesca per la città, per il Club. Non so perché non arriviamo a vincere, ma sono fiducioso, stiamo facendo i passi giusti per riuscirci. Siamo una squadra giovane, anche quest’anno abbiamo avuto cambiato tanto rispetto al passato, ma non è una scusa: dobbiamo giocare insieme e vincere insieme e tutti crederci e pensarla allo stesso modo, per vincere qualcosa. Penso che nei prossimi anni ci riusciremo. O anche quest’anno, ma dipende dalla partita di domani”.

La presentazione del match

La Roma, avendo vinto il girone di qualificazione, ha saltato i sedicesimi di finale mentre agli ottavi ha eliminato il Vitesse  vincendo 0-1 all’andata e pareggiando 1-1 al ritorno. In campionato i giallorossi vengono dal successo casalingo per 2-1 contro la Salernitana e sono quinti in classifica con 57 punti, frutto di diciassette partite vinte, sei pareggiate e nove perse, siglando cinquantatré gol e incassandone trentasei. Il bilancio delle ultime cinque sfide parla di tre vittorie, un pareggio e una sconfitta con otto reti segnate e quattro subite. Le due compagini si sono già incontrate nella fase a gironi quando il Bodo/Glimt vinse 6-1 all’andata mentre la sfida del ritorno finì 2-2. La squadra di Knutsen norvegesi é arrivata a questo punti della competizione dopo aver eliminato Celtic e AZ Alkmaar, rispettivamente ai sedicesimi e agli ottavi di finale. Ha vinto in trasferta contro il Sandefjord nella seconda giornata di Eliteserien e in classifica ha 4 punti. A dirigere la gara sarà lo spagnolo José María Sánchez Martínez, coadiuvato dagli assistenti connazionali Raúl Cabanero e Iñigo Prieto ; iberico anche il quarto ufficiale, César Soto Grado.

QUI ROMA – Mourinho dovrebbe mandare in campo la sua squadra col 3-4-2-1 con Rui Patricio in porta, pacchetto difensivo composto da Mancini, Kumbulla e Ibanez. In mezzo al campo Cristante e Oliveira; sulle corsie esterne Zalewski e Karsdorp. Unica punta Abraham davanti ai trequartisti Mkhitaryan e Pellegrini.

QUI BODO GLIMT – Knutsen, che dovrà valutare le condizioni di Pellegrino e Moe, dovrebbe rispondere col modulo 4-3-3 con Haikin in porta, pacchetto difensivo composto da Sampsted e Wembangomo sulle corsie esterne mentre nel mezzo spazio a Moe e Hoibraaten. A centrocampo Hagen in cabina di regia con Vetlesen e Saltnes mezze ali mentre in attacco tridente offensivo composto da Solbakken, Espejord e Sorli.

Le probabili formazioni di RomBodo/Glimt – Roma

ROMA (3-4-2-1): Rui Patricio; Mancini, Kumbulla, Ibanez; Karsdorp, Cristante, Oliveira, Zalewski; Mkhitaryan, Pellegrini; Abraham. Allenatore: Mourinho

BODO/GLIMT (4-3-3): Haikin; Sampsted, Moe, Hoibraaten, Wembangomo; Vetlesen, Hagen, Saltnes; Solbakken, Espejord, Sorli. Allenatore: Knutsen

Dove vederla in TV e in streaming

L’incontro verrà trasmesso in diretta ed in esclusiva su DAZN. Scaricando l’App DAZN si potrà vedere Roma – Bodo/Glimt in diretta streaming anche su dispositivi mobili come smartphone e tablet. Su pc o notebook è possibile vedere la partita collegandosi al sito ufficiale DAZN. Dopo il fischio finale, gli utenti avranno a disposizione gli highlights e la partita integrale per la visione on demand su DAZN. Sarà possibile vedere il match su Sky Sport Uno (numero 201), Sky Sport 4K (numero 213) e Sky Sport (canale 252) e, in streaming, su SkyGo, app scaricabile gratuitamente.