Roma-Bologna 2-3: ripresa da dimenticare e si scatena Gilardino

Ci sono momenti, situazioni, occasioni che segnano in maniera indelebile. Si dice che questo sia anche il bello del calcio e, soprattutto, di Zeman. Da una vittoria facile e pulita, il tifoso della Roma è passato velocemente ad una sconfitta cocente, una sconfitta assurda che ha rintronato l’ambiente e che lascerà qualche strascico nei prossimi giorni. Le ire dei tifosi si stanno velocemente concentrando su Piris e Stekelenburg, come un tornado che acquista forza ogni minuto di più. Il primo è stato protagonista di un ottimo primo tempo prima dell’harakiri di sessanta secondi, nei quali ha consegnato due gol al Bologna. Il paraguaiano, andato evidentemente in confusione, è stato poi subito sostituito da Zeman: “Una bocciatura? Non lo so, anche questa è una cosa plausibile” il commento di Sabatini a fine gara.

Che i capitolini abbiano una lacuna sulla destra è cosa nota e la dirigenza aveva anche provato a piazzare un colpo negli ultimi giorni di mercato, proprio per rinforzare la fascia, ma addossare tutte le colpe a Piris e a Stekelenburg sarebbe un errore. Un grosso errore. Non va dimenticato che la Roma è tornata in campo nella ripresa quasi svogliata, quasi come si fosse accontentata dei due gol, come se si sentisse sicura del risultato. Pioli ha invece operato i giusti correttivi e il Bologna è tornato in campo famelico, voglioso di rimontare e di rimediare ad un primo tempo disastroso. Questi due fattori, uniti allo spreco di occasioni dei giallorossi e al miracolo di Agliardi su Totti, possono forse dare un senso a questa gara anche se questa gara, direbbe Vasco Rossi, un senso non ce l’ha.

TABELLINO:

Roma (4-3-3): Stekelenburg; Piris (74′ Marquinhos), Burdisso, Castan, Balzaretti; Florenzi, Pjanic (69′ Marquinho), Tachtsidis; Lamela (69′ Lopez), Destro, Totti. A disp. Goicoechea, Svedkauskas, Romagnoli, Taddei, Lucca, Tallo.. All. Zeman

Bologna (4-3-2-1): Agliardi; Motta (75′ Garics), Antonsson, Cherubin, Morleo; Taider, Perez (46′ Pulzetti), Guarente (46′ Pazienza); Kone, Diamanti; Gilardino. A disp. Curci, Lombardi, Sorensen, Abero, Carvalho, Garics, Pasquato, Gimenez, Gabbiadini, Acquafresca. All. Pioli

Arbitro: Guida

Reti: 7′ Florenzi (R), 16′ Lamela (R), 72′, 90′ Gilardino (B), 73′ Diamanti (B)

Ammoniti: Castan, Balzaretti, Pjanic, Tachtsidis, Totti (R), Morleo, Perez, Diamanti (B)

[Alessandro Carducci – Fonte: www.vocegiallorossa.it]