Roma, Garcia: “Alla loro prima occasione, dovuta a errori nostri, segnano”

73

logo-roma“Problemi a livello difensivo sulle folate avversarie? La mia analisi è semplice, abbiamo giocato bene un’ora, non abbiamo avuto successo nelle giocate offensive, era possibile segnare due gol nel primo tempo. Alla loro prima occasione, dovuta a errori nostri, segnano. Poi diventa tutto più difficile, dopo aver perso un giocatore per un’espulsione possibile da evitare. Poi c’è stata un po’ di stanchezza sullo 0-2 per tornare in partita, dobbiamo saper perdere dignitosamente. Siamo tutti delusi, bisogna alzare la testa. Non abbiamo il tempo di lamentarci, c’è una partita giovedì, per me è un bene che sia in casa. L’obiettivo è tornare a vincere, poi domenica bisognerà prendere i punti che abbiamo perso in casa oggi. Lazio a -1? La mia unica preoccupazione è qualificarci giovedì, poi sarà quella di vincere in campionato. Se il nostro secondo posto è a rischio, dobbiamo vincere le partite. Poi le altre squadre fanno il loro percorso, il nostro non è con abbastanza punti.

Finché abbiamo occasioni vuol dire che il gioco porta a poter segnare, su questo punto sono tranquillo che torneremo a segnare se avremo occasioni. Non parlo di sfortuna, dobbiamo avere successo nelle giocate. Fischi a fine partita? Sta a noi far cambiare le cose e bisogna vincere le partite. Concentriamoci su giovedì, bisogna ottenere la qualificazione. Solo vincendo torneremo a essere più felici, ora non lo siamo. Scelte sbagliate? Ci sono anche problematiche di timing sul mercato di gennaio, ovvio che sarebbe interessante avere i giocatori a dicembre e non a marzo, ma è così. È la storia della nostra stagione, bisogna guardare avanti. Abbiamo preso un bello schiaffo, perdere può essere un bene per liberarsi. Dobbiamo fare meglio, soprattutto sfruttare le occasioni che abbiamo. Giovedì è importantissimo superare il turno, faremo di tutto per farlo. Se ho ancora il controllo della squadra? Bisogna chiedere ai giocatori, uno di voi l’ha chiesto a Ljajic e ha risposto. Non mollerò niente fino all’ultimo secondo dell’ultima partita, ho imparato a innamorarmi di questa Roma, di questa città e di questo club, non sarò mai un peso. Darò tutto, faremo i conti alla fine”.

[Marco Rossi Mercanti – Fonte: www.vocegiallorossa.it]

Articoli correlati