Roma: provati Lamela-Destro-Nico Lopez in attacco

Gli stop di Totti e Osvaldo, gli attaccanti più in forma della Roma, mettono in ansia mister Zeman in vista della sfida di Cagliari di domenica prossima, che si disputerà allo stadio di Quartu Sant’Elena. Totti questa mattina ha svolto lavoro differenziato, effettuando solo dieci minuti di corsa, mentre il bomber italoargentino non è sceso in campo per via della distorsione al ginocchio rimediata nei giorni scorsi. Visti gli impegni ravvicinati che attendono la squadra nelle prossime settimane (domenica il Cagliari, mercoledì all’Olimpico la Sampdoria e sabato 29 la Juventus a Torino), Zemandovrà dosare bene le forze del suo reparto avanzato. Rimangono due allenamenti prima della partita in Sardegna e in questo momento Osvaldo sembra fuori dai giochi.

In mattinata il Boemo ha provato in via cautelativa Lamela-Destro-Nico Lopez in attacco: i tre attaccanti sommano insieme 60 anni essendo nati tutti dopo il 1990. Destro è il più “vecchio” dei tre essendo del 1991 mentre Nico Lopez (1993) è il più giovane del tridente e dell’intero parco attaccanti di questa stagione.

Se proprio Osvaldo e Totti dovessero dare forfait con Zeman costretto a lanciare i tre attaccanti appena citati, non sarebbe la prima volta che la Roma si presenterebbe in campo con un attacco baby. Il precedente addirittura è fresco e recente: è l’8 febbraio del 2012 e i giallorossi tornano a Catania per giocare l’ultima mezzora della gara sospesa il 15 gennaio sotto il diluvio sul punteggio di 1-1 (risultato che sarà poi quello definitivo).

L’allenatore è Luis Enrique e anche in quella circostanza si parla di attacco baby visto che Totti non può giocare (il Capitano era stato sostituito nella prima parte di gara) ed Osvaldo è indisponibile.  Il toto formazione prevede Lamela-Borini-Bojan ma con una mossa a sorpresa Lucho esclude il più “vecchio” del tridente, ossia Bojan, rimpiazzandolo con il Primavera Piscitella, autore dell’assist nel gol del 4-0 in Roma-Inter della domenica precedente proprio in favore dello spagnolo. Tre giocatori con le date di nascita uguali a quelle del potenziale tridente anti Cagliari: un ‘91 (Borini), un ‘92 (Lamela) e un ‘93 (Piscitella). In quell’occasione, i tre attaccanti, seppur molto vivaci, non riuscirono a segnare il gol vittoria al Massimimo. In Sardegna si spera in un altro risultato, per sfatare finalmente quel maledetto tabù che non vede vittoriosa la Roma a Cagliari dal lontano 1995.

[Luca Parmigiani – Fonte: www.vocegiallorossa.it]