Serie A: debutta l’Inter, Benitez pensa di lanciare il baby Coutinho

Sfumata la possibilità del Grande Slam, con la secca sconfitta sconfitta di Montecarlo ad opera dell’Atletico Madrid, l’Inter di Rafa Benitez si lecca le ferite e si getta a capofitto sul campionato, che la vedrà impegnata domani sera a Bologna, col chiaro intento di riscattarsi e portare a casa la vittoria. I media e i giornali hanno in parte criticato la prestazione della squadra nella Supercoppa europea, altri cronisti hanno imputato a Benitez un po’ di confusione nelle scelte tattiche (prima il modulo con Stankovic) e poca personalità e capacità di incitare il gruppo. All’interno della squadra si è consapevoli che lo stato fisico è ancora inadeguato, ma esiste totale fiducia nel progetto e nelle idee del nuovo tecnico ex Liverpool.

Intanto domani i tifosi nerazzurri si aspettano il riscatto immediato, ottenendo i tre punti in palio, ma quella di lunedì non sarà certamente una passeggiata di salute contro Di Vaio e compagni. Basti pensare al pari sofferto della Roma ieri sera nel debutto in casa col Cesena (0-0), che conferma le insidie celate dalle prime giornate. In attesa di notizie clamorose sul fronte mercato(con Moratti i colpi a sorpresa non si possono escludere mai…), Benitez ha in mente di far rifiatare almeno un paio di giocatori: lo aveva fatto intuire già nel dopo match di Montecarlo: “La squadra in pochi giorni affronta incontri molto dispendiosi sul piano atletico e voglio studiare al meglio la formazione da schierare lunedi”.

Ipotesi abbastanza credibile potrebbe essere l’utilizzo fin dall’inizio del giovane talento Coutinho, magari al posto del macedone Pandev sulla sinistra del 4-2-3-1, e in linea con Wesley Sneijder e Samuel Eto’o. Anche il keniano Mariga potrebbe trovare spazio a Bologna (al posto di Maicon, non convocato, con Zanetti a destra), mentre in avanti si aspetta che il Principe Diego Milito ritorni in forma e timbri il cartellino: anche per rispondere ai cugini, entusiasti per aver ingaggiato Ibrahimovic e ormai sicuri di aver colmato il gap che li separava dai Campioni d’Europa…

[Franco De Simone – Fonte: www.fcinternews.it]