Serie B – Il punto della situazione sul rompicapo della lotta salvezza

Serie B

Manca una sola giornata alla fine e nei bassifondi è lotta a sette per centrare la salvezza ed evitare i play-out e la retrocessione.

ASCOLI – La quarantunesima giornata del campionato di Serie B si è chiusa ieri con le solite mille emozioni nei quartieri alti e nei bassifondi della classifica. E’ proprio nella zona rossa che la situazione, a novanta minuti dalla situazione regolare, è calda più che mai. Sette le compagni in corsa per evitare i play-out o, addirittura, la retrocessione diretta come nel caso dell’Entella. La classifica, quando manca poco alla fine recita ciò: Cesena, Pescara e Brescia 47, Avellino e Ascoli 45, Novara 44 ed Entella 41 con Pro Vercelli e Ternana aritmeticamente retrocesse in Serie C.

L’ultimo turno, che si disputerà venerdì, sarà dunque decisivo per decretare le posizioni finali e gli scontri diretti non mancano a cominciare da Ascoli-Brescia con i marchigiani che, reduci dalla vittoria in casa del Pescara, sono obbligati a vincere per provare ad evitare i play-out mentre ai lombardi potrebbe bastare un punto per festeggiare la salvezza. Stesso discorso per il Pescara che sarà di scena a Venezia con i lagunari che, però, vogliono provare a prendersi il quarto posto del Palermo: agli abruzzesi basterà pareggiare per centrare la salvezza ma, in caso di non vittoria dell’Ascoli il Delfino potrebbe raggiungere l’obiettivo anche perdendo in virtù degli scontri diretti a favore con il Novara in caso di arrivo a pari punti.

L’Avellino, invece, giocherà sul campo della Ternana e in caso di successo avrebbe la matematica certezza di salvarsi visto lo scontro diretto tra Ascoli e Brescia. In caso di pareggio gli irpini dovrebbero sperare in un passo falso dei marchigiani e del Novara. I piemontesi giocheranno una sorta di spareggio contro l’Entella per evitare la retrocessione visti i tre punti di distacco tra le due squadre: i liguri sono obbligati a vincere per non far compagnia a Pro Vercelli e Ternana mentre i piemontesi, per evitare i play-out, dovrebbero vincere e sperare in un passo falso dell’Avellino visto che una tra Ascoli e Brescia, o entrambe, potrebbero perdere punti importanti. Salvezza ad un passo, invece, per il Cesena che ha 47 punti ma venerdì giocherà tra le mura amiche contro una Cremonese che ha raggiunto la salvezza sabato rifilando cinque reti al Venezia. Di seguito la classifica e i dati degli scontri diretti:

La classifica delle zone basse

Cesena 47
Brescia 47
Pescara 47
Avellino 45
Ascoli 45
Novara 44
Entella 41

L’esito degli scontri diretti squadra per squadra:

CESENA: Brescia (V/N), Pescara (V/N), Avellino (V/N), Ascoli (P/P), Novara (N/P), Entella (N/V)

BRESCIA: Cesena (P/N), Pescara (V/V), Avellino (P/P), Ascoli (P), Novara (P/P), Entella (P/N)

PESCARA: Cesena (P/N), Brescia (P/P), Avellino (V/N), Ascoli (N/P), Novara (V/N), Entella (N/N)

AVELLINO: Cesena (P/N), Brescia (V/V), Pescara (P/N), Ascoli (N/N), Novara (V/V), Entella (N/N)

ASCOLI: Cesena (V/V), Brescia (V), Pescara (N/V), Avellino (N/N), Novara (P/V), Entella (N/N)

NOVARA: Cesena (N/V), Brescia (V/V), Pescara (P/N), Avellino (P/P), Ascoli (V/P), Entella (P),

ENTELLA: Cesena (N/P), Brescia (V/N), Pescara (N/N), Avellino (N/N), Ascoli (N/N), Novara (V)