Serie B, Tommasi tuona: “La riforma si faccia con le regole”

Serie B

Il presidente dell’associazione calciatori tuona contro la battaglia della Lega Serie B per chiudere i ripescaggi

ROMA – La questione dei ripescaggi in Serie B si è allargata a macchia d’olio tanto da coinvolgere tutte le istituzioni del calcio italiani. Situazione grottesca con la Lega B che, nella giornata di ieri, ha ufficializzato la data di presentazione del calendario con 19 squadre mentre la FIGC, secondo la Gazzetta dello Sport, non intende assecondare le richieste dei club della serie cadetta. Sulla questione è intervenuto anche Damiano Tommasi che, alla Gazzetta dello Sport, si è espresso in questo modo sulla questione: “Bisogna rispettare le aspettative dei club che ambivano al ripescaggio anche sulla base di quanto aveva detto la Federazione, e naturalmente dei calciatori, che peraltro in questi giorni hanno firmato contratti con squadre ripescate in B che ora si ritrovano in Serie C. Il ripescaggio non è solo una discussione sul format. La scomparsa di una squadra, il fatto che non abbia i requisiti per iscriversi l’anno dopo, significa che sul campo è stato leso il diritto di qualcun altro che invece ha fatto le cose regolarmente”.