Toni-Juve: soluzione low cost. Ora ne serve un altro

Luca Toni è un giocatore della Juventus, nel pomeriggio ci saranno le visite mediche. Ieri davamo conto dell’incontro tra la dirigenza bianconera e Tullio Tinti, procuratore proprio del calciatore, nella sede di Corso Galileo Ferraris. Da ieri la Juventus ha perso un attaccante – ovvero Fabio Quagliarella, per lui dai quattro ai sei mesi di stop – e una partita in maniera irresponsabile, con l’espulsione di Felipe Melo e i gol degli ex Palladino e Giovinco.

Si potrebbe asserire che Luca Toni sarebbe comunque arrivato, come anche suggerito da Delneri e Marotta prima della gara contro i ducali, ma ora servirebbe un altro giocatore di un’altra levatura rispetto all’oramai ex Genoa.

Difatti Amauri e Toni hanno caratteristiche molto simili, e Del Piero non può essere l’unico giocatore in grado di occupare il ruolo di seconda punta. Servono alternative fresche sul mercato, nonostante l’arrivo di Toni vada a riempire la falla apertasi con l’infortunio di Iaquinta. Quindi mercato ancora aperto per la Juve, che nel frattempo vede Di Natale siglare gol a grappoli nell’Udinese, capocannoniere del campionato come l’anno scorso.

Toni alla Juventus apre nuovi scenari per il Genoa, che al momento è senza una prima punta – a parte Paloschi, che comunque rientrerà da un infortunio – e vuole a tutti i costi Matri dal Cagliari.

[Andrea Losapio – Fonte: www.tuttomercatoweb.com]