Tutti i numeri della straordinaria carriera di Valentino Rossi

73

 9 campionati del mondo vinti, 432 gare disputate in 25 anni di carriera di cui 115 vinte. 235 podi, 96 giri veloci, 65 pole position e oltre 6350 punti accumulati

valentino rossi

VALENCIA – Ē finito un ciclo. Oggi Valentino Rossi ha disputato l’ultima gara della sua carriera e si é concluso cosi un pezzo del motociclismo e delle nostre vite. Sul circuito di Valencia il “Dottore” ha tagliato il traguardo al decimo posto: partito in decima posizione, in quarta fila, con l’ambizione di entrare nella “Top Ten”, ha mantenuto le aspettative grazie ad una performance di livello, come ci ha abituato in tutti questi anni, e al termine della gara è stato festeggiato da tutti: dalla gente sugli spalti e dai suoi colleghi che lo hanno atteso in pista per salutarlo. 14.11.2021 é una data che entrerà nella storia: d’altronde, la somma delle cifre non poteva che fare 46, come il numero di quella moto che ci ha fatto così tanto emozionare e sognare.

Scrivere di un Campione come Valentino Rossi senza cadere nel banale non é semplice. Preferiamo lasciare parlare i numeri che dicono che questo straordinario pilota ha vinto 9 campionati del mondo, ha disputato 432 gare in 25 anni di carriera vincendone 115 e conquistando 235 podi, ha ottenuto 96 giri veloci, 65 pole position e accumulato oltre 6350 punti. Non si poteva chiedere né chiedergli di più.

Valentino Rossi é stato una leggenda dello sport italiano, un esempio generazionale. “Nella mia carriera la cosa più bella è esser diventato un’icona – ha dichiarato a Valencia prima della gara- In questi anni in cui sono sceso in pista tanta gente si è interessata al motociclismo per me, e questo sport è diventato più seguito. Essere un’icona resterà la cosa più bella della mia carriera“.

Da domani per il 42enne di Tavullia si girerà pagina ma, come ha tenuto a sottolineare, resterà sempre un pilota perché il suo futuro é quello di gareggiare sulle quattro ruote. Lo sport italiano, e mondiale, resterà, invece, un po’ più solo, con quel velo di malinconia tipico di quando una cosa bella finisce. Valentino, grazie di tutto!

Articoli correlati