Tutti pazzi per Klose: Il tedesco ha già conquistato la Lazio

Ha conquistato tutti a suon di lavoro e di gol. Nonostante sia il giocatore dal curriculum più ricco e con più esperienza in campo internazionale, Miroslav Klose, sin dal primo giorno di ritiro si è messo subito in gioco dimostrando a tutti di che pasta è fatto.

Non il solito centravanti tedesco alla Riedle o alla Bierhoff per intenderci, ma un attaccante che alla prestanza fisica associa anche grande agilità e velocità nella media-lunga distanza. Non si tratta quindi del classico “panzer” ma di un vero e proprio fuoriclasse, un professionista completo per certi versi addirittura maniacale. Come riportato nell’edizione odierna della Gazzetta dello Sport in un articolo a firma di Davide Stoppini, infatti, viene descritto come sia dedito al lavoro e come prima di ogni partita studi in maniera molto approfondita, i video dei difensori avversari per coglierne i difetti e sapere in anticipo dove colpire per fare male. Reja di lui si è innamorato, e giovedì contro il Vaslui lo preserverà, per riproporlo molto probabilmente nella seconda di campionato contro il Genoa. Anche Ledesma, uno dei leader della squadra, ieri tramite il suo blog ha speso bellissime parole per il tedesco di origine polacca definendolo come un giocatore “di un’altra categoria” per quello che fa in campo e per quello che dimostra in allenamento.

È già diventato un beniamino dei tifosi ai quali ha dato subito un piccolo assaggio di quelle che sono le sue doti, scherzando un certo Nesta, a dieci minuti circa dal suo debutto in Serie A alla Scala del Calcio di San Siro. Un biglietto da visita decisamente niente male, ma non c’è sicuramente da stupirsi visto che a presentarlo è stato un giocatore che è già nella storia della nazionale tedesca, per quanto riguarda il maggior numero di gol segnati (secondo dopo Muller), e del Mondiale di Calcio, dove dista una sola lunghezza da Ronaldo, detentore del record di reti segnate. Tra i suoi obiettivi c’è anche quello di raggiungere questi due traguardi con la sua Nazionale, lui ci sta mettendo tutto il suo impegno, adesso toccherà alla Lazio dargli una mano e metterlo nelle condizioni di potersi esprimere nel migliore dei modi.

[Marco Ercole – Fonte: www.lalaziosiamonoi.it]