Bari: benvenuto mercato

Archiviato non con pochi rimpianti il 2010, la squadra biancorossa adesso è tutta proiettata al nuovo anno, dove campo e mercato dovranno far cambiare marcia al collettivo di Giampiero Ventura.

Dopo giorni di chiacchiere, panettoni e trattative, è giunta l’ora di fare sul serio. Oggi si aprono ufficialmente le porte dell’Ata Executive Hotel, sede milanese del calciomercato di casa nostra, e, preso Glik dal Palermo, il ds del galletto, Guido Angelozzi, è proiettato verso nuovi acquisti utili, si spera, a rimpolpare la scarnita rosa attualmente a disposizione dell’allenatore ex Pisa. Il taccuino del dirigente siciliano invaso da tanti nomi, tra cui adesso bisogna pescare i prescelti. Stando alle ultime voci di corridoio, la società di via Torrebella ha messo nel mirino un difensore e una punta. I papabili ci sono, sono stati individuati da tempo. Per il reparto difensivo, tutte le energie sono attualmente impegnate sul fronte Danilo, difensore brasiliano di casa al Palmeiras. Qualora sfumasse l’acquisto del sudamericano, ecco un trio formato da Terlizzi, Rhodolfo e Manfredini, con l’attuale Catania in pole per un possibile approdo in Puglia.

L’altro obiettivo si chiama attacco. Qui, oltre alle energie, la società del presidente Matarrese ci sta mettendo attenzione e pazienza, forse troppa. Non è mistero infatti che sia proprio il reparto offensivo la pecca più grave della compagine biancorossa. Ad aumentare la necessità di portare almeno due punte alla corte di mister Ventura, i continui e noiosi problemi fisici di Barreto, out per almeno un altro mese. Il Bari non può proprio permettersi di aspettare il folletto brasiliano. Lecce e, dopo appena tre giorni, Bologna, due gare fondamentali per il futuro prossimo del galletto, da non fallire, da fare proprie senza ma e senza se. Ecco perchè il solo, eventuale ma probabile, arrvio di Okaka dalla Roma non può bastare. Qui urge chi faccia gol, immediatamente. Rana, Kutuzov e Caputo, unici attaccanti attualmente a disposizione, non rappresentano la garanzia di cui necessita la squadra biancorossa. Maccarone (un sogno?), Moura, Boselli e Paolucci, i possibili arrivi. Per la punta argentina del Wigan, pare proprio che sia in atto più di una trattativa. Stesso dicasi per l’attaccante Moura, anche se il brasiliano sembra ancora troppo indeciso sul suo futuro, incerto come quello dell’ex Siena Big-Mac, messo e tolto dal mercato da Zamparini con la continuità con la quale si fanno male i giocatori del galletto. Difficile dire oggi quante possibilità ci siano di vedere Maccarone in biancorosso, anche perchè si fa fatica anche a capire sei poi, il rosanero, sia veramente in vendita e in partenza da Palermo.

A pelle, pare che se le sopracitate trattative dovessero sfociare in un nulla di fatto, Angelozzi si giocherebbe la carta Paolucci, conteso anche da Brescia e Cesena e desideroso di lasciare Conte e il Siena.

La palla ora, inevitabilmente, passa al diesse. Il lavoro profuso in quest’ultimo mese di trattative, dovrà partorire per forza di cose i rinforzi giusti e necessari a guarire, o almeno a sostenere, la malata creatura di Giampiero Ventura.

Tre giorni dal derby, dal crocevia di questa, disgraziata, stagione, utili per far arrivare l’attaccante tanto attesa dal tecnico ligure che, con la nuova punta, spera, già a Lecce, di poter invertire la rotta della flotta (mezza annegata) biancorossa.

[Andrea Dipalo – Fonte: www.tuttobari.com]