Cagliari – Milan 0-1: decisivo il gol di Bennacer

1658

Cagliari Milan cronaca diretta live risultato in tempo reale

La partita Cagliari – Milan del 19 marzo 2022 in diretta: gara equilibrata, la decide un gol di Bennacer nella ripresa

CAGLIARI – Sabato 19 marzo, alle ore 20.45, all’Unipol Stadium, andrà in scena Cagliari – Milan, anticipo serale della trentesima giornata, undicesima del girone di ritorno del campionato di calcio di Serie A 2021/2022.

Cronaca con commento in tempo reale

La redazione di calciomagazine.net rigrazia per l'attenzione e dà appuntamento ai prossimi libe. Buonanotte a tutti

SECONDO TEMPO

49' all'Unipol Domus finisce qui. Decide un gol di Bennacer

47' OCCASIONE MILAN! ottima chiusura di Altae su Saelemaekers!

44' cross di Zappa dalla destra, Pavoletti impatta bene la palla che si infrange sulla TRAVERSA!

43' saranno quattro i minuti di recupero

41' nel Milan dentro Ibrahimovic al posto di Giroud

38' conclusione di Rebic! Nel'area piccola c'é Lovato che sbriglia una situazione alquanto complicata mettendo la palla in calcio d'angolo! Sugli sviluppi del corner mette la palla sul fondo

37' doppio cambio per il Cagliari: dentro Pereiro per Bellanova e Keita per Joao Pedro

33' altro cambio per il Milan: Saelemaekers per Bennacer

32' ammonito Bellanova per una trattenuta su Messias. primo cartellino giallo della partita

30' nel Cagliari Zappa prende il posto di Dalbert

29' OCCASIONE CAGLIARI! con cuna conclusione potentissima che viene deviata in corner da Maignan!

25' doppio cambio nel Milan: Leao lascia il posto a Rebic mentre Krunic sostituisce Brahim DiAz

22' concluine di destra dal limite di Messias. Dalbert allontama la palla

18' 23 nel Cagliari Deiola al posto di Lykogiannis

17' Messias serve in areaGiroud che si gira e conclude col sinistro: conclusione respinta. da Cragno!

14' VANTAGGIO MILAN! Bennacer si libera dall'avversari, controlla benissimo la palla e riesce a piazzarla nell'angolino dove Cragno nulla può

11' Ottimo recupero di Bellanova su Theo Hernandez in mezzo al campo.

8' gioco fermo per prestare i soccorsi a Calabria rimasto a terra dopo un contrasto con Bellanova

6' Theo Hernandez carica il sinisro! Ottimo intervento di Cragno e il Milan deve accontentarsi del calcio d'angolo

5' passaggio calibrato di Theo Hernandez per Leao che prova il tiro! La palla finisce tra le braccia di Cragno

4' Brahim Diaz in area anticipato benissimo da Altare

2' tiro a giro impreciso di Leao! Palla sul fondo

1' si riprende a giocare, senza cambi

Altare ai microfoni SKY nell'intervallo: "Il Milan é una buona squadra. Stiamo tenendo botta, dobbiamo continare così nel secondo tempo"

SECONDO TEMPO

45'all'UnipolDomus termina il promo tempo. Squadre negli spogliatoi sul risultato di 0-0

44' non ci sarà recupero

44' Leao dal limite mette in movimento Bennacer che però viene fermato

42' conclusione improvvisa di Theo Hernandez! Palla sul fondo

41' Belanova contro Tomori conquista un calcio d'angolo. Sugli sviluppi del corner l'errore di Pavoletti determina una ripartenza di Theo Hernandez che però viene fermato a metà campo

39' Dalbert a terra dopo un contrasto con Bennacer. Gioco ancora fermo

37' Calabria prova a sfondare ma su di lui viene commesso fallo

37' conclusione di Grassi col sinistro! La palla termina sul fondo!

35' a dieci minuti dall'intervallo il risultato é ancora bloccato sullo 0-0

34' inserimento di Brahim Diaz dentro l'area di rigore, che però, disturbato dall'avversario,  non riesce a calciare in porta

33' Calabria resta a terra dopo un contrasto con Joao Pedro. Gioco fermo

31' tiro di Messias deviato in calcio d'angolo. Sugli sviluppi del corner il cross impreciso di Messias termina sul fondo

28' cross di Lykogiannis lungo per tutti

25' cross di Lykogiannis sul secondo palo, Theo Hernandez mette in corner. Sugli sviluppi del calcio d'angolo Altare prova la mettere la palla in mezzo ma non c'é nessun compagno di squadra pronto a raccoglierla. Si riparte con una rimessa dal fondo

24' Bennacer prova la conclusione da fuori! Palla sul fondo

24' corner per il Cagliari. Lo batte Dalbert all'indietro per Grassi; l'azione si conclude con Brahim Diaz che allntana la palla

23' Theo Hernandez cade a terra in area. I sardi ne chiedono l'ammonizione per simulazione.. Per l'arbitro Di Bello tutto regolare

21' Bennacer entra in area ma si allunga troppo la palla sprecando la possibilità di provare la conclusione

20' ripartenza di Messias, che arriva anche alla conclusione! Tiro debole e nessuna difficoltà pe Cragno a far sua la palla

18' intervento falloso di Goldaniga su Giroud. Punizione per il Milan da ottima posizione: la batte Theo Hernandez ma la difesa rossoblù libera l'area

17' cross di Messias per Giroud, Goldaniga allontana la palla

14' Bellanova fermato in calcio d'angolo da Theo Hernandez. Sugli sviluppi del caorner il colpo di testa di Lykogiannis si spegne sul fondo

13' due occasioni sprecate dal Milan nell'arco di un minuto

12' Theo Hernandez mette la palla in mezzo, questa arriva a Brahim Diaz che nel tentativo di metterla sul secondo palo sbaglia clamorosamente e la spedisce a lato!

12' Kessie prova un tiro secco e improvviso dalla distanza! PALO!

9' E' lo stesso Joao Pedro che si incarica di battere la punizione. Sugli sviluppi dell'azione cross impreciso di Pavoletti, esce con molta tranquillità Maignan

8' intervento falloso su Joao Pedro

6' OCCASIONE MILAN! Cross di Theo Hernandez per Messias, la palla destinata a Calabria arriva a Giroud, che però impatta male la palla e la spedisce sul fondo!

5' fallo di Marin su Theo Hernandez. Punizione per il Milan

4' Lovato ferma l'azione di Calabria

4' incursione sulla corsia di Bellanova, Leao lo ferma in tackle

3' combinazione tra Messias e Dalbert, la palla termina in fallo laterale

2' Joao Pedro penetra in area ma c'é la buona chiusura di Tomori

2' Cagliari aggressivo in queste prime battute di gioco

1' intervento falloso di Brahim Diaz su Joao Pedro. 'arbitro lascia correre per la regola del vantaggio

1' partiti! primo pallone battuto dal Cagliari

squadre in campo

Un cordiale buonasera a tutti i lettori collegati per vivere insieme alla redazione di calciomagzine.net ogni emozione di Cagliari - Milan

CAGLIARI (3-5-2): Cragno; Goldaniga, Lovato, Altare; Bellanova (dal 38' st Pereiro), Marin, Grassi (dal 38' st Keita),, Lykogiannis (al 18' st Deiola), Dalbert (dal 30' st Zappa); João Pedro Pavoletti. A disposizione: Aresti, Radunović; Carboni, Ceppitelli, Obert,  Kourfalidis; Ceter Allenatore: Mazzarri.

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Kalulu, Tomori, Hernández; Bennacer , Kessie(dal 31' st Saelemaekers); Messias, Díaz (dal 35' st Krunic), Leão (dal 25' st Rebic); Giroud (dal 41' st Ibrahimovic). A disposizione: Mirante, Tătăruşanu; Ballo-Touré, Florenzi, Gabbia, Romagnoli; Bakayoko,Tonali;  Allenatore: Pioli.

Reti: al 14' st Bennacer

Ammonizioni: Bellanova

Recupero: nessun minuto nel primo tempo e 4' nela ripresa

 

I convocati del Cagliari

Portieri: Aresti, Cragno, Radunovic
Difensori: Altare, Bellanova, Lovato, Lykogiannis, Carboni, Obert, Zappa, Goldaniga, Ceppitelli
Centrocampisti: Grassi, Dalbert, Deiola, Marin, Kourfalidis
Attaccanti: Joao Pedro, Pavoletti, Keita Baldé, Pereiro, Ceter

Le dichiarazioni di Mazzarri alla vigilia

Ci sarà bisogno di solidità, attenzione ed equilibri. Le grandi squadre ti puniscono al primo errore e il Milan ha qualità e velocità per ripartire non appena sbagli qualcosa nella gestione della palla. Le ultime due partite non devono farci perdere fiducia e certezze. Abbiamo lavorato bene in settimana, è una partita nuova e dovremo riprendere il filo intrapreso fino alla gara di Torino. Sappiamo che devono andarti bene anche gli episodi. L’importante è creare occasioni e limare ciò che non ha funzionato contro Lazio e Spezia. Siamo mancati in aggressività e interpretazione delle due fasi, aspetti che non sono legati al sistema di gioco. Siamo stati capaci di giocare con il 3-5-2, il 3-5-1-1, il 3-4-2-1, ecco perché non è la posizione più o meno avanzata di questo o quel calciatore che modifica la prestazione. Baselli e Marin insieme? Si parla di equilibri, in questo momento è complicato schierare dall’inizio due centrocampisti tecnici più due punte, come sempre tutto dipende da quanto riusciamo a essere compatti in fase di non possesso, oggi facciamo fatica a rinunciare ad un incontrista. Tutti hanno imparato a rispettare il Cagliari, conoscono il nostro calcio aggressivo, ci studiano e i punti valgono sempre di più nella fase decisiva del torneo. Sta a noi essere bravi ad allenarci, migliorarci, decifrare gli altri, con la mentalità di chi vuole vincere e fare punti al cospetto di qualsiasi avversario. L’esperienza di La Spezia deve insegnarci che dobbiamo subito cambiare mentalità e tornare a quella delle prime gare del 2022. Non basterà giocare bene, a maggior ragione contro le grandi squadre devi pesare la voglia di attaccare e la necessità di rimanere più coperto. Non potremo permetterci disattenzioni sui calci piazzati, situazioni nelle quali contro lo Spezia abbiamo commesso leggerezze fatali e sulle quali dovremo lavorare sempre di più”.

Le dichiarazioni di Pioli alla vigilia

“Credo che con l’Empoli abbiamo sbagliato la gestione della palla in costruzione a inizio secondo tempo, ma è anche vero che di grandi parate Maignan ne ha fatta solo una. Siamo concentrati sul nostro lavoro e non ascoltiamo ciò che viene detto all’esterno. Abbiamo avuto una settimana completa e piena per lavorare bene. Non abbiamo parlato della classifica, onestamente. Siamo concentrati sul nostro momento e sul migliorare quelle situazioni che non ci vedono ancora molto precisi. La squadra sta bene, soprattutto di testa. Lavora con attenzione e dedizione, e sono convinto che quando stai bene di testa le gambe saranno con te fino alla fine. Tutte le esperienze che abbiamo fatto ci devono servire. In questo momento ogni squadra ha grandi motivazioni e obiettivi da raggiungere, pertanto l’intensità e l’attenzione devono essere al massimo. E questo sarà anche il caso domani contro il Cagliari, una squadra che gioca un calcio molto offensivo. Sono aggressivi nei duelli e nei contrasti e come noi devono raggiungere un grande obiettivo. Dovremo essere più qualitativi di loro, giocare il nostro calcio come sappiamo, cercando di essere continui, attenti e lucidi per tutti i 95 minuti. Ci sono tante soluzioni, e dipenderà di partita in partita. A partire da domani affronteremo diverse avversarie che giocano con la difesa a tre, abbiamo giocatori che possono cambiare posizione per affrontare questi assetti al meglio. Kalulu ha una qualità importantissima: ha dentro di sé una determinazione, convinzione e serenità che gli permette di giocare con grande personalità. In ogni partita è concentrato ma mai ansioso e poco lucido, è questo è un grandissimo merito per un giocatore così giovane. Ha fatto un percorso incredibile e adesso sta raccogliendo i frutti del suo lavoro. Adesso il suo livello si è alzato e di conseguenza anche le aspettative si alzano, ma è un giocatore che sta crescendo tanto con delle belle caratteristiche- Ibrahimovic ta sicuramente meglio rispetto a una settimana fa. Lui fa diversi allenamenti individualizzati, può sostenere un minutaggio maggiore: vedremo che scelte approntare domani. Zlatan fa tutto con convinzione ed entusiasmo. Se si sente bene per andare in Nazionale deve assolutamente andare, per la sua condizione in questo momento giocare è importante. Se è convinto lui io lo sono al 100%. Giroud ha dato tanta qualità e spessore umano all’interno del nostro gruppo. Mi aspetto da tutti il massimo, quel qualcosa in più per andare da 98, 99 a 100. Messias e Saelemaekers stanno lavorando tantissimo per la squadra e credo che entrambi abbiano la possibilità di incidere di più dal punto di vista offensivo. A Cagliari non sarà disponibile Daniel Maldini, è tornato adesso dopo due giorni d’assenza Tonali e lo valuteremo oggi. Giroud è tornato in gruppo ieri e dovrebbe essere pronto, mentre dobbiamo capire meglio le condizioni di Brahim Díaz che ha avuto un trauma contusivo in allenamento. Per vincere e chiudere le partite dobbiamo cercare di segnare più gol, ma è anche vero che stiamo facendo un grande lavoro a livello di solidità di squadra. I giochi sono aperti per tutti nel gruppo, e i particolari devono fare la differenza. Noi siamo destinatari soltanto delle nostre prestazioni. L’unica cosa da fare è di pensare a una partita alla volta e a vincerla, sbagliando il meno possibile noi. Ogni squadra è padrona del suo destino, non bisogna mettere il carro davanti ai buoi. Virtualmente abbiamo solo un punto di vantaggio sulla seconda, tre sul Napoli, sette sulla Juventus. I giochi però sono apertissimi e ogni partita è insidiosa. Il Cagliari qualche giornata fa ha fermato il Napoli, e dobbiamo pensare per forza a una partita alla volta. In generale ho visto la squadra concentrata, attenta e determinata, ma anche serena. Non ho notato nulla di diverso ma perché non è cambiato nulla. Per le prime quattro i giochi sono molti aperti, e noi vogliamo prendere la direzione giusta. La vittoria più importante è quella che deve arrivare”.

L’arbitro

A dirigere il match sarà Marco Di Bello della sezione di Brindisi, coadiuvato dagli assistenti Giorgio Peretti e Stefano Del Giovane. Quarto uomo ufficiale Livio Marinelli. Al VAR Fabbri, assistente VAR Meli.

La presentazione del match

I rossoblù vengono dalla sconfitta esterna per 2-0 contro lo Spezia e sono quartultimi, a quota con un cammino di cinque partite vinte, dieci pareggiate e quattordici perse, siglando ventotto gol e incassandone cinquantatré. Il bilancio delle ultime cinque sfide parla di una vittoria, due pareggi e due sconfitte con tre reti segnate e nove subite. I rossoneri sono reduci dalla vittoria casalinga di misura contro l’Empoli e sono in testa alla classifica, con lunghezze di cinquantacinque gol fatti e ventinove subiti. Nelle ultime cinque sfide hanno vinto due volte e pareggiato tre, siglando cinque reti e subendone tre. Sono ottantuno i precedenti tra le due compagini, con il bilancio di nove vittorie per il Cagliari, ventotto pareggi e cinquanta affermazioni per il Milan. All’andata, lo scorso 28 agosto, la squadra di Pioli si impose col risultato di 4-1.

QUI CAGLIARI – Mazzarri  dovrà rinunciare ancora a Rog, Strootman, Walukiewicz e Nandez. Probabile il consueto modulo 3-4-2-1, con Cragno tra i pali e con Lovato, Goldaniga e Carboni a formare il blocco difensivo. In cabina di regia Grassi con Deiola; sulle corsie Bellanova e Dalbert. Sulla trequartiMarin e Joao Pedro, di supporto all’unica punta Pavoletti.

QUI MILAN – Pioli dovrà rinunciare al lungodegente Kjaer ma ritrova Theo Hernandez che ha scontato il turno di squalifica. Il Milan dovrebbe scendere in campo con il tradizione modulo 4-2-3-1 con Maignan in porta e difesa composta dalla coppia centrale Tomori-Kalulu a e ai lati da Theo Hernandez e Calabria. In mediana Bennacer e Tonali. Sulla trequarti Saelemaekers, Kessie e Leao di supporto all’unica punta Ibrahimovic. A proposito di quest’ultimo, va detto che ha segnato in tutte le ultime sette partite di Serie A giocate contro il Cagliari (otto reti totali) ed è a 155 gol in Serie A, a un solo gol dal 21º posto nella classifica dei migliori marcatori.  Dal suo ritorno al Milan, lo svedese ha segnato in entrambe le gare disputate all’Unipol Domus (tre reti), inclusa la doppietta del 18 gennaio 2021.

Le probabili formazioni di Cagliari -Milan

CAGLIARI (3-4-2-1): Cragno; Goldaniga, Lovato, Carboni; Bellanova, Deiola, Grassi, Dalbert; Marin, Joao Pedro, Pavoletti. Allenatore: Mazzarri.

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Tomori, Kalulu, Theo Hernandez; Bennacer, Tonali; Saelemaekers, Kessie, Leao; Ibrahimovic. Allenatore: Pioli

Dove vederla in TV ed in streaming

L’incontro Cagliari – Milan, valido per la trentesima giornata del campionato di calcio di Serie A 2021/2022, verrà trasmesso in diretta su DAZN. Sarà visibile per i suoi utenti anche sulle smart tv di ultima generazione compatibili con la app, e, sempre grazie all’applicazione, su tutti i televisori collegati ad una console PlayStation 4/5 o Xbox (One, One S, One X, Series X, Series S), al TIMVISION BOX oppure ad un dispositivo Google Chromecast o Amazon Fire TV Stick. La gara sarà visibile anche su Sky Sport Uno (numero 201 e 239 satellite, 472 e 482 digitale terrestre), Sky Sport Calcio (numero 202, 240 e 249 satellite, numero 473 e 483 satellite), Sky Sport 4K (numero 213 satellite); gli abbonati Sky potranno seguirla anche su SkyGo, app scaricabile gratuitamente.