Due bunker inespugnabili. Cagliari-Sampdoria termina 0-0

99

Non bastano quattro punte e due trequartisti al Cagliari per riuscire a segnare un gol alla Sampdoria di Di Carlo. I sardi continuano a interpretare un buon calcio, soprattutto dal punto di vista difensivo, e allungano a quattro la striscia di risultati utili consecutivi.

Lazzari o Pinardi? Nené o Acquafresca? Bisoli sorprende tutti e manda in campo una formazione completamente nuova e decisamente offensiva, un 4-2-3-1 con tre attaccanti di ruolo più un trequartista. A fare da punto di riferimento davanti è Acquafresca, alle sue spalle ci sono Cossu, Nené e Ragatzu. A centrocampo Bisoli rinuncia ancora una volta a Lazzari per irrobustire la mediana con Nainggolan e Biondini. La Samp, come previsto, lascia a riposo Cassano e schiera Pozzi e Pazzini in attacco. In campo anche l’ex Dessena.

L’avvio è difficile per il Cagliari, che non riesce a trovare i movimenti giusti col nuovo modulo, sbaglia tanti passaggi e trova difronte una Sampdoria ben messa in campo. Gli ospiti attaccano con maggior ordine, ma dietro i sardi tengono bene. Pazzini ci prova da lontano col sinistro, ma il tiro è impreciso di qualche centimetro, i rossoblu rispondono con un colpo di testa di Acquafresca che termina alto sopra la traversa.

Nella ripresa Bisoli prova a spostare gli equilibri inserendo Lazzari e Matri per Ragatzu e Acquafresca, e tornando al caro vecchio 4-3-1-2. Ma è la Sampdoria ad avvicinarsi tantissimo al vantaggio con Pazzini, che trova difronte a sé una straordinaria uscita a terra di Agazzi che lo ferma.

È l’unica emozione di un secondo tempo che, come il primo, è stato giocato a ritmi altissimi ma ha regalato pochissime occasioni da gol. Il Cagliari sale a 6 punti in classifica, non perde mai, e ha la migliore difesa del campionato.

CAGLIARI-SAMPDORIA 0-0

CAGLIARI (4-2-1-3): Agazzi; Pisano (dal 32′ st Perico), Canini, Astori, Agostini; Biondini, Nainggolan; Cossu; Nenè, Acquafresca (dal 10′ st Lazzari), Ragatzu (dal 10′ st Matri). (A disp.: Pelizzoli, Ariaudo, Laner, Pinardi). All.: Bisoli.

SAMPDORIA (4-3-1-2): Curci; Zauri, Gastaldello, Lucchini, Ziegler; Mannini (dal 27′ st Pedro), Palombo, Dessena; Guberti (dal 44′ st Semioli); Pozzi (dal 26′ st Marilungo), Pazzini. (A disp.: Da Costa, Cacciatore, Volta, Koman). All.: Di Carlo.

ARBITRO: Pierpaoli di Firenze.

NOTE: Serata serena, terreno in buone condizioni. Spettatori: 10mila circa. Ammoniti: Agostini (C) e Lucchini (S). Angoli: 3-1 per il Cagliari. Recupero: 0′; 3′.

[Gabriele Lippi – Fonte: www.tuttocagliari.net]

Articoli correlati