Genoa-Inter 2-0: in gol Pandev, nerazzurri opachi

Genoa-Inter 2-0: in gol Pandev, nerazzurri opachiSuccesso 2-0 del Genoa sull’Inter. Decide un autorete a fine primo tempo di Ranocchia e raddoppio di Pandev nella ripresa. Prova opaca dei nerazzurri. La cronaca minuto per minuto

GENOVA – Passa il Genoa, 2-0 sull’Inter. Nel primo tempo decide un’autorete di Ranocchia che ha del clamoroso proprio allo scadere di tempo: cross di Zukanovic dalla sinistra e Skriniar nel tentativo di allontanare palla di prima fa carambolare il pallone sul ginocchio del capitano nerazzurro con palla che termina sotto l’incrocio dei pali a sorprendere Handanovic. Un gol che punisce un’Inter solo a tratti brillante e che ha subito molto la fase di possesso palla degli avversari, soprattutto a sinistra dove Laxalt ha spesso vinto il duello con Cancelo. In avvio due occasioni per il Genoa prima all’8′ quando Pandev si fa respingere una conclusione sul primo palo e tre minuti dopo una traversa centrata dallo stesso giocatore. Quindi al 19′ Karamoh sbaglia una voleé sotto porta e al 31′ reattivo Perin a deviare in tuffo un bolide angolato di Candreva. Nella ripresa il raddoppio al 14′ di Pandev taglia le gambe ai nerazzurri che ci mettono un pò prima di riprendere il bandolo della matassa. Troppo statici nella fase di possesso palla i nerazzurri che non hanno brillato nemmeno in personalità. Spalletti prova a mescolare le carte inserendo prima Rafinha quindi Brozovic e Pinamonti ma poche le idee in campo contro una difesa sempre ben schierata. E così senza grossi problemi Perin e company portano a casa un successo che conferma l’ottimo momento di campionato.

Genoa-Inter: presentazione della partita, precedenti, probabili formazioni, cronaca diretta e risultato in tempo reale

Presentazione della partita

Oggi allo stadio Luigi Ferraris di Genova si gioca Genoa-Inter, gara valida per la venticinquesima giornata del Campionato di Serie A, sesta del girone di ritorno. Fischio di inizio previsto per le ore 20.45. Una sfida tra squadre che arrivano da una domenica felice, in cui entrambe hanno portato a casa i tre punti. L’Inter, infatti, ha  ritrovato contro il Bologna una vittoria che mancava da più di due mesi e che le ha permesso di sorpassare la Lazio e tornare al terzo posto in classifica. Il Genoa ha bissato il successo ottenuto una settimana prima all’Olimpico contro la Lazio grazie al gol messo a segno, come anche nella precedente occasione, da Diego Laxalt nei minuti di recupero e ora occupa il dodicesimo posto a quota 27. I dati parlano chiaro. Con il tecnico ravennate in panchina, in quattordici partite sono stati portati a casa 21 punti: nel medesimo periodo preso in considerazione meglio hanno fatto soltanto Napoli e Juventus (31 punti).

La gara è stata affidata al signor Fabbri della sezione di Ravenna. Alassio e De Meo saranno gli assistenti, con Di Paolo come quarto uomo. I responsabili del Var saranno Giacomelli e Tasso. Sono 50 i precedenti a Marassi tra le due compagini, con il bilancio di 17 successi per i padroni di casa, 19 pareggi e 14 affermazioni degli ospiti. Sono quattro anni consecutivi che il Genoa ha la meglio. La sfida dello scorso campionato é finita 1-0 grazie alla rete realizzata da Pandev. L’ultimo successo dell’Inter  risale alla stagione 2011/2012 quando vinse 1-0 graze al gol di Nagatomo mentre per registrare un pareggio bisogna andare indietro fino al campionato 2012/2013, quando il confronto terminò a reti inviolate. All’andata è finita 1-0 per la squadra di Spalletti: gol decisivo di D’Ambrosio.

Qui Genoa

Ballardini dovrà rinunciare agli infortunati Giuseppe Rossi, Miguel Veloso e Izzo, ai quali nelle ultime ore si é aggiunto Biraschi. Non ce la fa Taarabt, che lamenta ancora problemi alla schiena. Recuperano, invece, Rosi, Galabinov e Rossettini; quest’ultimo ha scontato la giornata di squalifica ma dovrebbe partire dalla panchina. Da scegliere chi mandare in campo tra Pereira e Rosi, tra Luca Rigoni e Medeiros e tra Taarabt e Lapadula (o anche Galabinov, qualora fosse disponibile): al momento i nomi indicati per primi nei relativi ballottaggi sarebbero preferiti. Probabile modulo 3-5-2. Quindi, Perin tra i pali e difesa a tre composta da Rossettini, Spolli e Zukanovic. A centrocampo Bertolacci, Hiljemark e Luca Rigoni, con Pereira e Laxalt sulle fasce. Davanti la coppia formata da Pandev e Lapadula.

Qui Inter

Spalletti dovrà fare a meno di Miranda. Out Perisic e Icardi, nemmeno convocati: al loro posto, rispettivamente, Eder e Candreva. Da decidere anche se far scendere in campo fin dal primo minuto Rafinha, che al momento parrebbe preferito, oppure Brozovic o Gagliardini. Possibile modulo 4-2-3-1 con Handanovic tra i pali e difesa composta dalla coppia centrale Skriniar-Ranocchia e da Cancelo e D’Ambrosio ai lati. In mezzo al campo il trio composto da Vecino, Borja Valero e Candreva. Davanti Rafinha, di supporto alla coppia d’attacco Karamoh, Eder.

LE PROBABILI FORMAZIONI

GENOA (3-5-2): Perin; Rossettini, Spolli, Zukanovic; Pereira, Rigoni, Bertolacci, Hiljemark, Laxalt, Pandev, Lapadula. A disposizione: Lamanna, Migliore, El Yamiq,  Rosi, Cofie, Omeonga, Medeiros, Lazovic, Bessa, Galabinov. Allenatore: Davide Ballardini.

INTER (4-3-2-1): Handanovic, Cancelo, Skriniar, Ranocchia, D’Ambrosio, Vecino, Borja Valero, Candreva, Rafinha, Karamoh, Eder. A disposizione: Padelli, Berni, Santon, Dalbert, , Brozovic, Gagliardini,  Pinamonti. Allenatore: Luciano Spalletti.

Arbitro: Michael Fabbri della sezione di Ravenna

Assistenti: Alessio-De Meo

Quarto uomo: Di Paolo

Var: Giacomelli

Avar: Tasso

Stadio: Luigi Ferraris di Genova